vai ai contenuti
vai al menu

home > notizie > catalogo editoriale > Scacchi e scuola

Copertina Scacchi e scuola

Catalogo editoriale

SCACCHI E SCUOLA

Una partita giocata a più mani

a cura di Michele Cordara, Umberto Magnoni, Roberto Mascolo
Città di Torino, Divisione Servizi Educativi
collana Esperienze Educative Città di Torino
edizioni junior
Azzano San Paolo 2004

Una partita giocata a più mani: la Pubblica Amministrazione, la Società Scacchistica, i bambini, i ragazzi, le famiglie e le scuole, le esperienze vissute in molte città, Torino, Cannes, Venezia, gli interventi dei più grandi giocatori di scacchi a livello mondiale, tracciano un cammino lungo il quale l'interesse si sposta da un gioco tradizionale a un modo diverso di stare insieme, di "fare scuola", di "fare città". Si scopre un'ulteriore attività per "la scuola del tempo libero", si riscoprono le materie curricolari, la geografia, la matematica, l'italiano., apprese anche giocando a scacchi, perché forte è il rapporto fra scacchi, acquisizione di competenze e controllo delle emozioni, ma soprattutto si evidenzia la forza che si esercita sull'individuo quando si è insieme per un interesse comune.

E' il racconto delle scelte e di un modo di vivere della città che, capace di mettere a disposizione servizi, opportunità culturali e di incentivare collaborazione tra diversi soggetti, si costruisce proponendosi di crescere con i suoi abitanti, sostenendone lo sviluppo intellettuale e morale a iniziare dai bambini e dai giovani. Nascono così, fra scuole e territorio, progetti condivisi e partecipati, che oggi richiedono "semplicemente" di essere implementati.

Torino, che sarà la sede nel 2006 delle Olimpiadi di Scacchi, ha prestato attenzione ai suoi cittadini più piccoli, alla qualità dell'educazione permanente, dell'offerta formativa e educativa. Le scuole, come la media Marconi, oggi sedi della più importante rassegna piemontese di scacchi a livello internazionale, evidenziando il rapporto positivo fra specifiche iniziative, scuola e territorio, sono esempio di come un lavoro di valorizzazione di opportunità di crescita produca cittadini consapevoli e partecipi dei patrimoni culturali della propria città.

Per informazioni:
Iter
via revello18, 10139 Torino
telefono 01101129131
iter@comune.torino.it

Torna al catalogo editoriale


crediti


torna su