vai ai contenuti
vai al menu

home > iniziative > la scuola adotta un monumento > monumenti adottati > circoscrizione 2

Cappella Anselmetti

via Gaidano 71

La Chiesetta di via Gaidano è una cappella padronale che faceva parte del più vasto complesso settecentesco Villa Cascina Anselmetti. L’ingresso principale dell’edificio non è rivolto verso l’interno della corte ma sulla strada antica di Moncalieri, ora via Gaidano, per offrire un servizio religioso anche ai viandanti e agli altri abitanti del contado.
Nel 1975 la cascina fu demolita dal Comune di Torino, ad eccezione della Cappella, tutelata dalla Soprintendenza ai Monumenti in Piemonte. Allo stato attuale la cappella, con l’annessa sacrestia, risulta classificata nel nuovo piano regolatore generale come edificio di particolare interesse storico appartenente alla classe I di gran prestigio.
Dopo un lungo periodo di abbandono la cappella è tornata a vivere come laboratorio di “Storia e Storie”, in seguito alle richieste di cittadini e di insegnanti del quartiere e ad un percorso didattico sulla memoria di Mirafiori Nord, svolto da alcune scuole del territorio. Il restauro è stato affidato all’artista toscano Massimo Bartolini.

Adottata dalla scuola primaria Franca Mazzarello

Scheda di approfondimento redatta dalla scuola

SCUOLA PRIMARIA FRANCA MAZZARELLO
via Collino 12

CHIESETTA ANSELMETTI
Via Gaidano 75

a cura di Graziella Passiu

Collocazione del monumento nel contesto storico
La cappella Anselmetti è un piccolo edificio settecentesco affacciato sull’attuale via Gaidano, già strada antica di Grugliasco e Moncalieri. Venne costruita tra il 1785 e il 1791 circa, su commissione del banchiere Vincenzo Anselmetti, attigua alla cascina già esistente.
Progettata, probabilmente, dall’architetto Antonio Vittone è, a tutt’oggi, un chiaro esempio di Barocco piemontese.
Nel 1975 la cascina Anselmetti venne demolita dal Comune di Torino per costruire nuove scuole. Gli attuali proprietari, la famiglia Chiaretta, si opposero alla distruzione della cappella, definendola patrimonio storico ed artistico della città.
La Soprintendenza ai Beni Architettonici piemontese diede ragione ai proprietari e la considerò edificio di interesse storico di classe I, di gran prestigio.
Dopo un lungo periodo di abbandono la cappella, non più luogo di preghiera, tornò a vivere come laboratorio di “Storia e Storie”, inaugurato il 2 marzo 2007; questo progetto, finanziato con i fondi del programma di iniziativa comunitaria Urban 2, è nato in seguito alle richieste di un gruppo di cittadini ed insegnanti del quartiere, i nuovi committenti, e ad un percorso didattico sulla memoria del quartiere di Mirafiori Nord, svolto dalle scuole Franca Mazzarello, Alvaro-Modigliani e dal liceo scientifico Majorana.
Il restauro è stato affidato all’artista toscano Massimo Bartolini.

Motivo dell’adozione
La chiesetta è un luogo molto significativo per la sua storia, perché profondamente legato a quella del quartiere in cui è ubicata la nostra scuola.

Attuale destinazione e rapporto con l’ambiente
L’edificio è sede del laboratorio didattico “Storia e Storie”.

Metodo di lavoro
Ricerca storica utilizzando anche le informazioni raccolte dall’Ecomuseo presente all’interno della cascina Roccafranca;
interviste dei ragazzi alle persone che hanno vissuto negli anni passati nel quartiere;
ricerche più approfondite sul Barocco piemontese e sull’artista Massimo Bartolini;
invenzione di storie nel laboratorio “Storia e Storie”.

Proposte per la tutela e la salvaguardia
La cappella è stata di recente ristrutturata ed è sede del laboratorio “Storia e Storie”, utilizzato dal Circolo Franca Mazzarello e dalla scuola secondaria di primo grado Alvaro Modigliani; prossimamente il laboratorio verrà utilizzato anche da altre scuole della città, grazie ad una co-progettazione con ITER.

Per saperne di più
Graziella PASSIU c/o scuola Franca Mazzarello - via Collino 12, Torino - telefono 011.3096817

Mezzi Pubblici:linea 58 - 40 - 55


crediti


torna su