vai ai contenuti
vai al menu

home > iniziative > crescere con i libri

Crescere con i libri (Premio Città di Torino)

Quinta edizione - 2009

Premio Città di Torino - Crescere con i libri, V edizione anno 2009.
Il Premio Crescere con i libri, collegato al Progetto Nati per leggere a Torino, è una delle numerose iniziative di promozione del libro e della lettura ideate e sostenute da ITER e dalle Biblioteche Civiche Torinesi in collaborazione con la Divisione Servizi Educativi e la Fiera Internazionale del libro. Ogni anno i bambini, affiancati da una giuria di esperti, scelgono fra i libri loro dedicati quello che meglio ha affrontato un tema legato a particolari sollecitazioni culturali, pedagogiche ed etiche e che sia riuscito a coniugare la bellezza delle illustrazioni e la semplicità del messaggio.

Il tema di quest'anno è:
Soli o in compagnia?Figli unici, fratelli e sorelle nella recente letteratura per l'infanzia.

La premiazione si svolge venerdì 15 maggio, dalle ore 15.30 nello Spazio ARENA del BOOKSTOCK VILLAGE, quinto Padiglione della Fiera Internazionale del Libro - Lingotto Fiere.

Vedi programma

I libri finalisti di questa edizione 2009:

  • ... A conoscere la mia sorellina
    Testo di Anna Sarfatti e illustrazioni di Giuliana Donati – EDT, 2007
  • Avevo detto cane!
    Testo e illustrazioni di Ilaria Pigaglio – Fatatrac, 2007
  • La mamma ha un bambino nella pancia
    Testo di Luana Vergari e illustrazioni di Simona Ciraolo – Lavieri, 2007
  • Minty e TinK (menzione speciale)
    Minty e TinK

    con la seguente motivazione della giuria:

    “Il testo riceve una menzione dalla giuria per la cura e la bellezza delle illustrazioni, dai colori rassicuranti. La storia rispecchia un sentimento vissuto da molti bambini nel rapporto con i loro fratelli”

    Testo e illustrazioni di Emma Chichester Clark, traduzione di Alessandra Valtieri – Giannino Stoppani, 2008
  • Pappamolla (libro vincitore)
    Pappamolla

    con la seguente motivazione della giuria:

    “La giuria ha preferito questo libro per la semplicità e l’immediatezza con cui affronta i sentimenti contrastanti e conflittuali che prova un bambino alla nascita di un fratello.Viene apprezzata la grafica efficace ed essenziale, che contraddistingue i libri dell’autrice e che i bambini hanno ormai imparato a conoscere e ad amare”

    Testo e illustrazioni di Stephanie Blake – Babalibri, 2008
  • La principessa Ranocchia
    Testo di Nicola Cinquetti e illustrazioni di Cristiana Cerretti – Lapis. 2008
  • Se avessi un drago
    Testo e illustrazioni di Tom e Amanda Ellery – Mondadori, 2007
  • Sgrunt sgrunt Benny
    Testo di Barbro Lindgren e illustrazioni di Olof Landström – Babalibri, 2008
  • I tre porcellini
    Testo di Roberto Piumini e illustrazioni di Nicoletta Costa – EL, 2005
  • Uffa mamma, uffa papà
    Testo e illustrazioni di Marie-Louise Fitzpatrick – Babalibri, 2007
  • Zeb e la scorta di baci (menzione speciale)
    Zeb e la scorta di baci

    con la seguente motivazione della giuria:

    “La storia di Zeb è stata la più apprezzata dai bambini e dagli adulti coinvolti nel lavoro a scuola e in biblioteca. Anche la giuria ha valutato positivamente i messaggi che il testo propone: la sensibilità dei genitori nel trovare una strategia affettiva per affrontare il momento del distacco, la capacità del protagonista di cogliere le emozioni dei suoi compagni di avventura e di condividere con loro le sue risorse”

    Testo e illustrazioni di Michel Gay – Babalibri, 2008

La storia del Premio

Nelle scuole dell'infanzia si legge, ma spesso i libri a disposizione dei bambini sono pochi e vecchi.

La lettura ad alta voce è ancora considerata dagli insegnanti una parentesi tra un'attività e un'altra o un buon modo per fare star seduti e tranquillizzare i bambini. Non sempre vi è attenzione per lo spazio in cui si legge e per i tempi della lettura. A volte si legge quello che capita: libri portati da casa, libri della scuola, vecchie riduzioni di fiabe, titoli già molto utilizzati... si sa che dentro ci sono storie che piacciono. Dall'analisi delle attività di lettura nelle scuole dell'infanzia è emerso, tra l'altro, che molte insegnanti leggono ai bambini più per dovere che per piacere. La lettura è vissuta come qualcosa che si deve fare perché prevista dagli Orientamenti , un'attività necessaria perché i bambini sono piccoli e ancora non sanno leggere in modo autonomo. Molte insegnanti sono inoltre convinte che leggere migliori il linguaggio orale e le competenze cognitive dei bambini. Insomma, tra leggere e non leggere è meglio leggere. Moderatamente.
La lettura si trasforma così in "esercizio scolastico" che prevede anche una verifica della comprensione del testo attraverso il disegno o la drammatizzazione.

I Centri di Cultura per l'Infanzia sull'Espressività e la Comunicazione di ITER - Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, e in particolare i laboratori di lettura che da molti anni operano in città per creare e diffondere la cultura del libro nella prima infanzia, hanno quindi deciso di istituire un premio per il miglior libro illustrato per la fascia d'età dei bimbi dai 3 ai 6 anni.

Il premio intende raccogliere intorno a sé gli educatori e gli insegnanti che quotidianamente lavorano con i bambini, per favorire la lettura ad alta voce nelle scuole, sviluppando il dialogo e il confronto intorno alla letteratura per l'infanzia e per sostenere le attività di ascolto e di scrittura spontanea.
Si propone anche di diffondere il piacere del leggere tra le famiglie dei bambini più piccoli. Il progetto è partito in collaborazione con la Divisione Servizi Educativi, le Biblioteche Civiche Torinesi e la Fiera del libro di Torino e annualmente intende premiare un libro pubblicato negli ultimi 3 anni che abbia affrontato un tema legato a particolari sollecitazioni culturali, pedagogiche ed etiche e che sia riuscito a coniugare la bellezza delle illustrazioni e la semplicità del messaggio.

Il premio letterario Città di Torino - Crescere con i libri è l'unico in Italia a prendere in esame e a premiare i libri pubblicati per i bambini più piccoli, che ancora non sanno leggere.
Ma forse l'aspetto più interessante è il lavoro di selezione, che vede coinvolti librai, insegnanti, educatori e famiglie. Un'occasione unica per mettersi intorno a un tavolo e leggere, commentare, osservare testi e immagini, valutare con occhio critico le proposte editoriali.
La ricerca parte proprio dai librai che, invitati con una lettera della città, segnalano i libri che secondo loro rispondono meglio al tema individuato, diverso ogni anno. Per la prima edizione è stato individuato il tema della differenza, Io e gli altri , che ha prodotto ben 62 segnalazioni. La lettera di invito viene spedita a tutte le librerie cittadine, ma anche le biblioteche e i laboratori di lettura possono segnalare i libri che a loro parere rispondono, con particolare qualità, al tema prescelto.

Un comitato tecnico, formato da personale di ITER e delle Biblioteche Civiche, sceglie poi una rosa di 10 titoli finalisti. Nei laboratori di lettura si formano gruppi di lavoro di insegnanti ed educatori interessati ad approfondire le loro conoscenze sulla letteratura per l'infanzia e le novità editoriali. Le discussioni che vengono stimolate portano già un sensibile contributo alla diffusione di un più elevato livello di consapevolezza. Si procede facendo un'analisi dei testi che si sofferma su alcuni aspetti non sempre valutati con attenzione: la chiarezza del messaggio, il rapporto tra testo e immagine, la qualità delle illustrazioni, il segno grafico. I libri vengono letti, guardati, sfogliati con occhi sempre più allenati.
I libri sono portati in classe e letti ai bambini, osservando le loro reazioni e preferenze. Vengono letti ad alta voce dagli insegnanti, ma anche lasciati a disposizione dei bambini per essere riletti, sfogliati e diventare oggetti conosciuti e amati.

Nelle biblioteche civiche della città si sono organizzati diversi appuntamenti con gruppi di bambini e genitori, leggendo ad alta voce i dieci libri selezionati e chiedendo alle mamme e ai papà di dare un voto di preferenza.

La giuria, formata da esperti di letteratura per l'infanzia, scrittori, psicologi e bibliotecari, ha il compito di scegliere tra i dieci titoli finalisti, tenendo conto però dei giudizi espressi da insegnanti e genitori.
La premiazione, alla presenza di tutti i protagonisti, viene organizzata tutti gli anni alla Fiera del libro di Torino.
Il Sindaco della Città, l'Assessore al Sistema educativo e l'Assessore al Sistema culturale premiano gli autori, consegnando la targa alla casa editrice.

Il Premio consiste nell'acquisto di 200 copie del libro che verranno regalate a tutte le scuole dell'infanzia e ai nidi d'infanzia di Torino.
Inoltre i libri vengono presentati nelle biblioteche e nei laboratori di lettura nelle giornate riservate ai bambini e alle famiglie.

Oltre che sostenere un'idea forte di cultura e di valori da trasmettere ai bambini anche attraverso i libri, con questa operazione si è riusciti a creare una sempre maggiore collaborazione tra i nidi, le scuole dell'infanzia, i laboratori di lettura e le biblioteche civiche di Torino. La scuola dell'infanzia è il luogo privilegiato per iniziare l'affascinante viaggio nel mondo delle storie... ed è nella scuola dell'infanzia che può nascere il desiderio di leggere, di scoprire le avventure e le storie nascoste dentro i libri. Gli insegnanti possono essere dei meravigliosi compagni di viaggio, se sanno condividere idee ed emozioni con i bambini, leggendo per loro.

Saper scegliere un libro di qualità, saper leggere ad alta voce, aiutare i bambini a esprimere le proprie opinioni e ad ascoltare le opinioni altrui, saper trasmettere il piacere della lettura, far diventare la lettura di un libro un appuntamento quotidiano: ci si augura che questo premio possa contribuire a far entrare tutte queste azioni nella scuola dell'infanzia e a diffonderle tra i genitori.

Le precedenti edizioni del Premio

Temi, libri vincitori, menzioni speciali, motivazioni.

2008 Quarta edizione
Mi fai amico?, il tema dell'amicizia nella recente letteratura dell'infanzia.
Libro vincitore
L'elefante non dimentica! Di Anushka Ravishankar e Christiane Pieper, Edizioni Corraini, 2007
Motivazione: «Libro di bellezza rotonda e di pregevole fattura artigianale. Accattivante la storia, assolutamente centrata sul tema dell’amicizia e della scelta del gruppo di appartenenza. Ricco di sorprese, essenziale, poetico nell’uso della parola, originale nella grafica e nell’utilizzo della stampa a due colori, giocate con eccezionale equilibrio. Il libro offre molti stimoli di pensiero, riflessione e creatività ai lettori piccoli e grandi»
Menzione speciale
Nico Pennacchio di Catharina Valckx, Edizioni Babalibri, 2005
Motivazione: «Una storia “com’era una volta”, Nico Pennacchio si segnala per sfuggire alla moda di testi ed immagini autocompiaciute. Ha una trama bella e divertente, dove parole ed immagini si fondono in situazioni di comicità di rara efficacia. Racconta di come l’amicizia sia condividere gioie e divertimento, ma anche dire “no”, aiutarsi senza sopraffare o farsi sopraffare e insieme affrontare prove e scelte anche coraggiose»

2007 Terza edizione
Quando divento grande. Sul tema della crescita e dell'identità.
Libro vincitore
Mangerei volentieri un bambino di Sylviane Donnio, Dorothée de Monfreid, illustrazioni di Dorothée de Monfreid, Babalibri, Milano 2005.
Motivazione: «è un libro divertente da leggere e da guardare per l'ironia e il rovesciamento continuo delle aspettative del lettore. La storia ci racconta l'avventura della crescita non solo come evento biologico ma soprattutto come una conquista: "Mangiare un bambino!"».

Menzione speciale
Una bambina coraggiosa: un racconto , Maurizio A. C. Quarello, Alfredo Stoppa, Bohem Press, 2006.
Motivazione: «per la capacità di affrontare il tema della paura. Il coraggio per essere acquisito deve passare attraverso la paura e le immagini di Quarello, anche più delle parole, rendono benissimo questo sentimento: la protagonista e il lettore hanno paura ma troveranno in sé le risorse per superarla e per crescere».

2006 Seconda edizione
Rappresentazioni di genere nella letteratura per l'infanzia. Sul tema del maschile e del femminile.
Libro vincitore
Un papà su misura, Davide Calì, Anna Laura Cantone, edizioni Arka, Milano 2005.
Motivazione: «perché in modo divertente e ironico ribalta gli stereotipi dei ruoli maschili e femminili. Il testo e le illustrazioni si armonizzano con tratto spigliato e la storia presenta una situazione contemporanea nella quale i bambini possono riconoscersi».

Menzione speciale
Il papà che aveva 10 bambini , Benedicte Guettier, edizioni Ape junior, Milano 2003.
Motivazione: «perché il più apprezzato dai bambini e dai genitori che hanno partecipato ai lavori del premio».

2005 Prima edizione
Io e gli altri. Integrazione nella formazione alla mondialità . Sul tema della diversità
Libri vincitori ex equo
Il castello di sabbia, Alejandro Garcia Schnetzer, illustrazioni di Sebastian Garcia Schnetzer, edizioni EGA, Torino 2003.
Motivazione: «per l'attenzione alla psicologia infantile nella trattazione del tema e per l'accento posto all'educazione alla pace».
Sofia la mucca musicista, Geoffroj de Pennart, edizioni Babalibri, Milano 2001.
Motivazione: «per la cura rivolta alle illustrazioni e alla veste grafica, oltre all'originale trattazione del tema della diversità».


crediti


torna su