vai ai contenuti
vai al menu

home > iniziative > coprogettazioni

Coprogettazioni

Un nuovo metodo con le scuole per progettare e personalizzare il percorso formativo.

Dopo una prima riflessione sui bisogni formativi del territorio torinese si è incominciata un'attenta analisi delle proposte educative promosse dall'Istituzione stessa. In particolare si è cercato di individuare quale ruolo debba assumere l'intervento di Iter nel nuovo panorama formativo che vede la scuola dell'autonomia avviata alla progettazione ed alla personalizzazione del percorso formativo.

La necessità del confronto con il mondo della scuola è anche la dimostrazione dell'attenzione che si presta ad una relazione positiva con coloro che sono i principali fruitori dei servizi promossi dai Centri di Cultura e che non possono essere considerati attori passivi, ma interlocutori con i quali è possibile costruire processi educativi coprogettati in grado di migliorare la qualità formativa del territorio.

Da questo confronto è emersa una forte richiesta delle scuole di partecipare alla fase progettuale dei percorsi, in modo tale che gli stessi siano coerenti con il Piano dell'Offerta Formativa e possano aiutare i/le docenti nello svolgimento del programma curricolare. Un'altra esigenza è data dalla assoluta necessità di conoscere, all'inizio dell'anno scolastico, quali proposte verranno assegnate alle classi per inserirle al momento opportuno nella propria programmazione.

Sulla base di queste considerazioni si è avviato un processo di rivisitazione della progettazione educativa che ha previsto, da parte dei Centri di Cultura di Iter , la predisposizione di percorsi educativi insieme ai/alle docenti delle classi per costruire insieme un percorso condiviso e maggiormente rispondente alle esigenze del contesto in cui si andrà a lavorare. Così facendo si sono create nuove azioni per potenziare il ruolo dei Centri di Cultura nell'attuale panorama educativo, passando da un'offerta generalizzata alla scuola ad una progettazione condivisa con gli/le insegnanti.

I primi risultati hanno evidenziato una maggiore motivazione da parte degli/delle insegnanti di classe, una rispondenza del percorso alle aspettative del gruppo classe e, soprattutto, l'avvio di un confronto progettuale che può dare corso a nuove proposte formative.


crediti


torna su