VITA SOCIALE

Sei qui: Città di Torino >> Informagiovani >> Rivista Informagiovani >> Num. 06/1998

novembre/dicembre 1998

 

 

ft42.jpg (16624 byte)

 

BAMBINI DENTRO

a cura degli Educatori del CST di via Pianezza - Torino


Si è sempre pensato al lavoro sull'handicap psichico, svolto dai Centri Socio Terapeutici, come ad un intervento teso a fare uscire dall'anonimato e dalle strutture esistenti, e a volte istituzionalizzanti, gli utenti; inserirli in attività "normali" e renderli il più possibile partecipi della vita sociale. Ecco quindi gli educatori che portano i loro "ragazzi" in giro per la città, nei negozi, ai concerti, al ristorante o in pizzeria; li accompagnano in palestra, in piscina e via dicendo.
Ma non solo, il CST di Via Pianezza 132, utilizzando lo spazio verde di cui é fortunatamente dotato, ha avviato, fin dal 1982, primo in Torino, un’attività di giardinaggio, di ortofloricoltura e di coltivazione d’erbe aromatiche. I prodotti sono stati utilizzati negli anni come strumenti per far conoscere la realtà CST e inserirla nel quartiere vendendo le verdure al pubblico, organizzando castagnate con gli anziani ospiti di Casa Serena e feste di quartiere alle quali hanno anche partecipato le autorità cittadine, con animazione e distribuzione di fragole coltivate dai ragazzi.
A partire dal ‘94 è iniziata la collaborazione con il Laboratorio di Ecologia La Goccia gestito da insegnanti dell’Assessorato al Sistema Educativo della Città di Torino. Insieme è stato elaborato il progetto denominato Laboratorio di Ecologia Integrato, che prevede una serie di incontri su un tema specifico inerente l’ecologia quali: la differenziazione del vivente dal non vivente nell'ambiente che ci circonda; la conoscenza degli alberi e dei cicli stagionali; il programma "erbamica" che approfondisce il percorso di riconoscimento, coltivazione e uso delle erbe aromatiche e officinali, applicandole nella pratica culinaria.

In virtù della positiva esperienza del primo anno gli educatori hanno pensato di utilizzare il Centro come "risorsa" del Laboratorio e del quartiere offrendo alle classi elementari l'opportunità di svolgere parte dell'attività didattica non in un posto qualsiasi, ma in un giardino dove alcune persone lavoravano producendo fiori, ortaggi ed erbe aromatiche.
Il fatto che queste persone fossero portatrici di handicap è diventato quindi secondario rispetto al lavoro da svolgere come laboratorio.
Nell’anno scolastico ‘95/96 alcune classi prime e seconde di una scuola del quartiere iscritte al Laboratorio di Ecologia hanno visitato il giardino del CST accolte dagli utenti che hanno guidato i bimbi nel percorso didattico spiegando, con le loro capacità, il lavoro svolto, e utilizzando a tale scopo tutte le loro potenzialità di comunicazione verbale e gestuale.
Questo progetto, iniziato nel 1995, continua tuttora e prevede oltre ai percorsi didattici anche momenti di gioco e conoscenza reciproca che, quest’anno, è sfociato nella “Festa incontro del Laboratorio di Ecologia” svoltasi il 29 maggio scorso nell’ambito delle celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Ambiente aperta a tutti gli abitanti del quartiere.
Se l'integrazione scolastica dei minori disabili è già un dato acquisito, questi incontri sono stati forse la prima opportunità per i bambini di confrontarsi con portatori di handicap non coetanei ma adulti. Il rapporto instaurato è stato affettivo e giocoso ma anche di reciproco riconoscimento dei diversi ruoli, con i bambini fruitori di una realtà creata dall'impegno di persone da loro stessi definite "quei signori gentili che parlano con difficoltà", ma anche esperti degli alberi e dell'orto, e con i ragazzi impegnati nel compito di guide ospitanti e illustratori del proprio lavoro.
Sicuramente i bambini non vivranno più l'handicap come un qualcosa da eludere, ma come una componente viva e presente del quartiere in cui abitano; gli utenti del CST hanno in questo modo uno stimolo in più per sentirsi partecipi di una realtà che non é solo casa e Centro.
Un'esperienza che porta ad una riflessione: perché solo i disabili fuori? Anche i bambini dentro.


SOMMARIO DI QUESTO NUMERO


ANNO
ricerca per numero e anno
ARGOMENTI
ricerca degli articoli per argomenti
SPECIALI
titoli degli speciali
PAROLA
ricerca per parola chiave