Settembre

MITO SettembreMusica e MITO per la Città

musica
Dal 3 al 18 settembre
Dodicesima edizione per il festival che propone più di 60 concerti nei classici luoghi deputati (Teatro Regio, Auditorium Rai, Conservatorio) ma non solo. Grande repertorio sinfonico, concerti cameristici e recital, uniti dal tema della danza, filo conduttore della rassegna di quest’anno. Biglietti a prezzi molto popolari e tanti appuntamenti a ingresso gratuito in luoghi di culto come la juvarriana chiesa di San Filippo. Una programmazione che, con l’attività di MITO per la Città, si allarga all’intero territorio cittadino portando la musica in teatri e chiese periferiche e offrendo concerti in biblioteche e musei, ospedali e ambulatori, varcando le porte delle residenze per anziani e disabili, dei centri di salute mentale e dei dormitori, raggiungendo così anche un pubblico che normalmente non potrebbe goderne.

Nomadi dell’Asia

arte e mostre
MAO Museo d’Arte Orientale, dall’8 settembre al 14 ottobre
La mostra fotografica presenta gli scatti effettuati da Carla Milone attraverso un viaggio nei Paesi dell’Asia Centrale e Settentrionale, dedicati a ritrarre la vita quotidiana di alcune popolazioni che praticano il nomadismo, presente ancora oggi in numerose popolazioni. Il progetto espositivo propone i ritratti dei membri di alcune comunità nomadi e offre al pubblico un’esperienza visiva diretta di questa forma di vita dura e affascinante. Immagini vivide ed efficaci di un’organizzazione sociale ed economica creata dall’uomo fin dai tempi più antichi per crescere in condizioni ambientali difficili ed estreme.

Granfondo Torino

sport
9 settembre
Manifestazione ciclistica che si svolge lungo le strade del Torinese e del Monferrato. La scorsa edizione ha visto la partecipazione di 1500 atleti

Congresso internazionale biennale IIC

congressi e fiere
Politecnico di Torino, dal 10 al 14 settembre
Il Congresso – organizzato da IIC (International Institute for Conservation of Historic and Artistic Works), con il supporto di Città di Torino, IGIIC (gruppo italiano dell’IIC), Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale e Turismo Torino e Provincia – è dedicato a un pubblico di professionisti della conservazione del patrimonio culturale a livello mondiale e permette l’incontro di specialisti del settore che possono dialogare sulle pratiche più innovative e sui risultati delle ricerche in corso.

Torinodanza Festival

cinema teatro danza
Dal 10 settembre al 1 dicembre
Con la nuova Direzione artistica di Anna Cremonini Torinodanza conferma la propria vocazione internazionale impegnata ad offrire uno spaccato della migliore coreografia contemporanea. In tutto 18 spettacoli, 34 rappresentazioni, 10 prime nazionali, 6 coproduzioni, 16 compagnie ospitate provenienti da 8 diverse nazioni (Canada, Belgio, Burkina Faso, Francia, Grecia, Israele, Italia, Svezia). Inaugurazione al Teatro Regio con due diversi spettacoli a firma Sidi Larbi Cherkaoui, entrambi prodotti dal corpo di ballo dell’Opera di Göteborg per un repertorio tra i più interessanti in Europa. Da segnalare anche il pluripremiato The Great Tamer di Dimitris Papaioannou a cui si aggiunge la video installazione Inside presentata nei nuovi spazi delle OGR e la prima assoluta di Bach Project, una serata che nasce dalla collaborazione artistica tra Torinodanza, MITO SettembreMusica e Aterballetto, per costruire uno spettacolo in cui la danza dialoghi con la musica di Johann Sebastian Bach.

Ercole e il suo mito

arte e mostre
La Venaria Reale, dal 13 settembre al 10 marzo 2019
La mostra illustra la figura di Ercole con una raccolta di straordinari dipinti e oggetti d’arte prodotti nell’antichità classica e tra Cinquecento e Settecento, alcuni dei quali presentati in Italia per la prima volta, provenienti da grandi collezioni italiane e estere, opere che testimoniano l’enorme fortuna a livello iconografico e narrativo degli episodi della vita di Ercole e insieme il forte fascino della sua immagine nei secoli. La mostra coincide con i lavori di restauro della “Fontana d’Ercole”, fulcro del progetto secentesco dei Giardini della Reggia, dominata dalla Statua dell’Hercole Colosso, la cui riproposizione al pubblico rappresenta una delle fasi conclusive del grande restauro della Venaria. Viene infine presentato il mito di Ercole attraverso i grandi film prodotti a Cinecittà negli anni Sessanta e poi ancora recentemente a Hollywood.

Fabrizio Cotognini. Reversed Theatre

arte e mostre
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dal 13 settembre al 4 novembre
Mostra personale di Fabrizio Cotognini (Macerata, 1983). Partendo dallo studio della storia dell’arte e dell’archeologia, l’artista ha sviluppato un approccio basato sul continuo confronto tra differenti temporalità storiche e il presente. In “Reversed Theatre” l’interesse archeologico viene indirizzato verso una dimensione temporale altra, quella della più celebre opera di Johann Wolfgang von Goethe, il “Faust”.

Brazil

arte e mostre
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dal 13 settembre al 4 novembre
Una mostra che raggruppa le opere di cinque artiste partecipati al programma di Post-Diplome 2018 promosso dall’ENSBA Lyon – Ecole Nationale Superieure des Beaux Artes. Il filo conduttore sono le differenti strategie e approcci per emancipazioni individuali e collettive nell’ambito della contemporaneità, prendendo spunto narrativo da “Brazil”, il film di Terry Gilliam del 1985 che descrive un universo distopico in cui la burocrazia, quale organo centrale della società, scandisce le vite dei cittadini relegandoli a una dittatura della norma e della procedura.

Torino Street Style

sport
Parco del Valentino, 15 e 16 settembre
Un’occasione per conoscere e provare alcuni sport non convenzionali come il frisbee, le BMX, lo skateboarding, il vertical bike, lo street boulder, il pattinaggio in linea, la ruota di Rhon, le acrobazie volanti con attrezzi da circo e le nuove specialità dell’airtrack, del longboard e dello slacklining.
Novità di quest’anno è l’iniziativa On The Road, che raggiunge le periferie grazie al coinvolgimento delle Circoscrizioni e di nuove associazioni giovanili e di cittadini stranieri. Sarà così possibile praticare gli sport di strada anche il 30 settembre (Circoscrizione 7 – Giardino Calcutta) e il 21 ottobre (Circoscrizione 9 – Giardini San Paolo).

Nalini Malani: La rivolta dei morti. Retrospettiva 1969-2018. Parte II

Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea, dal 18 settembre al 6 gennaio 2019
Seconda parte della retrospettiva di Nalini Malani dopo quella allestita al Centre Pompidou di Parigi nell’autunno del 2017. La mostra copre quasi cinquant’anni di carriera artistica ed esplora attraverso il disegno, la pittura, l’installazione e numerose altre forme sperimentali d’arte la ciclicità della violenza nella storia, in particolare quella sulle donne, nel contesto dell’inarrestabile globalizzazione. Riconosciuta pioniera dell’arte contemporanea in India, Nalini Malani (Karachi, 1946) vive e lavora a Mumbai, la sua arte è profondamente politica e prende ispirazione da archetipi presenti nella cultura orientale, nei miti greci, in un dialogo di ampio respiro che include il teatro e la letteratura contemporanea e coinvolge gli osservatori in ambienti immersivi e multisensoriali.

Salone del Gusto e Terra Madre

eventi speciali
Dal 20 al 24 settembre
Questa dodicesima edizione è dedicata al tema Food for change, nell’intento di dimostrare come il cibo sia il più potente strumento per avviare una rivoluzione lenta, pacifica e globale che si realizza a partire dalla scelta consapevole delle materie prime da usare per le proprie ricette, dalla tutela degli ecosistemi e della biodiversità. Il più grande evento internazionale dedicato al cibo, grazie al bando Io sono Terra Madre, rimodella i suoi confini presentando oltre 150 eventi che coinvolgono tantissimi quartieri. Nuvola Lavazza e piazza Castello ospitano alcune conferenze e Laboratori del Gusto, l’Enoteca e i Food truck. Lingotto Fiere e Oval accolgono due tra le più significative novità di questa edizione: le cinque grandi aree tematiche #foodforchange, costruite insieme ai delegati della rete; le cucine di strada e le birre artigianali, allestite nello spazio antistante l’Oval per consentire ai visitatori di fruirne anche dopo la chiusura serale dei padiglioni che ospitano il grande Mercato italiano e internazionale.

Festival delle Migrazioni

eventi speciali
Dal 20 al 23 settembre
La prima edizione del Festival delle Migrazioni – Siediti vicino a me si svolge nell’ambito del programma di eventi di Terra Madre IN e propone quattro giorni di incontri sui temi della migrazione, della convivenza, del dialogo condiviso, tra gli spazi di San Pietro in Vincoli, Sermig – Arsenale della Pace, Scuola Holden e Cottolengo. I due quartieri simbolo della multietnicità, Porta Palazzo e Borgo Dora, diventano il palcoscenico di spettacoli teatrali, workshop tematici, reading, concerti, momenti di convivialità e laboratori ideati e organizzati dalle Compagnie A.C.T.I. Teatri Indipendenti, AlmaTeatro e Tedacà.

Art Site Fest

arte e mostre
Dal 21 settembre al 25 novembre
Un percorso nei linguaggi della contemporaneità, tra fotografia, scultura, pittura, teatro e musica in alcune delle più belle residenze storiche del Piemonte, tra cui Palazzo Madama, Reggia di Venaria, Palazzina di Caccia di Stupinigi, Palazzo Chiablese. Il progetto coinvolge artisti provenienti da diversi paesi con opere spesso realizzate appositamente per le sedi espositive oppure ambientate per i percorsi museali scelti. In tutto 58 artisti con oltre 160 opere che rendendo permeabili frontiere e pratiche creative, interpretando l’eredità culturale per fare della memoria una ragione di identità. Gli artisti provengono da Italia, Germania, Giappone, Argentina, Polonia, Corea, Israele, Austria, Turchia, Armenia, Spagna, Slovenia, Serbia, Grecia, Canada, Libano, Bosnia Erzegovina. Il paese ospite per quest’anno è l’Armenia.

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co

arte e mostre
CAMERA Centro Italiano per la Fotografia, dal 21 settembre al 13 gennaio 2019
Oltre 120 opere tra quadri, fotografie, collages, grafiche, illustrano la storia della trasformazione del documento fotografico in opera d’arte, giunta al culmine negli anni ’60 con l’avvento della Pop Art. La fotografia è stata per gli artisti Pop una parte essenziale della loro ricerca e ha, nello stesso tempo, ispirato i fotografi a misurarsi con le logiche della trasformazione del documento in opera d’arte. La mostra presenta opere di artisti del calibro di Andy Warhol, Jim Dine, Ed Ruscha, Ray Johnson, Peter Blake, Allen Jones, David Hockney, Derek Boshier, oltre agli italiani Mimmo Rotella, Michelangelo Pistoletto, Franco Angeli e tanti altri; tra i fotografi Ugo Mulas e Tony Evans.

Musica e Fantascienza

arte e mostre
Mufant, Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino
Una mostra che approfondisce i rapporti e le contaminazioni fra la musica e il fantastico

Memorial Ciao Sù

sport
PalaRuffini, 16 settembre
Evento sportivo in ricordo di Susanna Nora, una giornata tutta dedicata alla pallacanestro e alla raccolta fondi

Earthink Festival 7° edizione Io sono il posto in cui vivo

eventi speciali
Zona Ponte Mosca, Barriera di Milano, dal 20 al 23 settembre
Il primo festival italiano di teatro e arti performative dedicato all’eco sostenibilità propone spettacoli di teatro, musica, dibattiti, laboratori e incontri che hanno come denominatore comune l’accessibilità intesa come possibilità di “comprensione” e “condivisione”. Una programmazione multidisciplinare che racconta del rapporto con lo spazio in cui viviamo, che parla di relazioni come unico mezzo possibile per riportarci alla cura del nostro pianeta.

100% Italia. Cent’anni di capolavori

arte e mostre
Museo Ettore Fico, MEF Outside, Palazzo Barolo e Mastio della Cittadella, dal 21 settembre al 10 febbraio 2019
Una mostra che ripercorre i capolavori dell’arte italiana, dall’inizio della Grande Guerra ai giorni nostri, evidenziando il ruolo preminente dell’arte italiana, che ha segnato profondamente la creatività europea e quella mondiale. Gli artisti vengono esposti ognuno con una o più opere rappresentative del proprio percorso e del periodo storico di appartenenza, la loro grandezza è percepita in una sequenza che vuole fare il punto e riproporre evidenti valori che per un tempo troppo lungo molti critici hanno sottovalutato. La mostra si dipana tra Biella, Vercelli e Torino suddividendo il percorso espositivo per temi. Il Museo Ettore Fico ospita Novecento, Corrente, Informale, Astrazione; il MEF Outside la Pop Art; il Mastio della Cittadella dà spazio a Optical, Minimalismo, Arte Povera, Concettuale; infine Palazzo Barolo si concentra su Transavanguardia, Nuova Figurazione, International.

ISAO Il Sacro attraverso l’ordinario

cinema teatro danza
Dal 22 settembre al 14 ottobre
25^ edizione del festival interculturale e multidiciplinare che indaga sugli intrecci tra la dimensione spirituale e quella materiale, per scoprire ciò che di sacro alimenta la quotidianità dell’esistenza. Il tema di quest’anno è “scorrere in alto”, alla ricerca del superamento dei confini – personali, geografici, politici – fuori dalla dimensione quotidiana di negatività dominante. Debutto alla Mole Antonelliana con lo spettacolo multimediale Svalbard, la terra dove nessuno muore; la sede principale del festival è la Zona Teatro di San Pietro in Vincoli che ospita in tutto quindici spettacoli. Nell’ambito della collaborazione col Museo Nazionale del Cinema sono programmate al Cinema Massimo otto proiezioni di capolavori italiani, polacchi e ceco, con la presenza dei registi Marek Koterski e Petr Zelenka.

AFRICA NOW. Tony Allen & Jeff Mills

musica
OGR Officine Grandi Riparazioni, 22 settembre
Due giganti della musica afro eccezionalmente insieme per un appuntamento in anteprima nazionale alle OGR. Tony Allen, riconosciuto come un maestro della scena contemporanea, incontra Jeff Mills, mostro sacro dell’elettronica che dalla techno di Detroit si è a sua volta evoluto in maître à penser del suono senza frontiere.

International Turin Cup Open Karate

sport
22 e 23 settembre
Manifestazione internazionale di karate

Finali Mondiali di pallavolo

sport
Pala Alpitour, dal 26 al 30 settembre
Torino diventa la capitale mondiale del volley ospitando le fasi finali del Mondiale di pallavolo maschile organizzato per la prima volta congiuntamente da Italia e Bulgaria. Al via le migliori 24 squadre del globo. La prima fase del torneo (9-18 settembre) si svolge a Roma, Bari, Firenze, Ruse e Varna, mentre la seconda (21-23 settembre) a Milano, Bologna, Sofia e Varna. Al Pala Alpitour le migliori sei squadre, suddivise in 2 pool da tre, si sfidano nuovamente (26-28 settembre) e le migliori 2 di ogni girone accedono alle semifinali e finali che si disputano rispettivamente il 29 e 30 settembre.

Torino Spiritualità

eventi speciali
Dal 26 al 30 settembre
“Preferisco di no” è il tema filo conduttore della XIV edizione di Torino Spiritualità: un’obiezione ferma e concisa, gentile ma irriducibile, per esprimere il proprio dissenso contro l’opacità dei tempi. Una “scelta in negativo” che mentre nega allo stesso tempo afferma che esiste qualcosa di incalpestabile, e bisogna proteggerlo dalla morsa del mondo. Il vasto programma propone lezioni, dialoghi, letture e spettacoli, laboratori esperienziali e camminate spirituali, per affermare che l’essere umano non è solo ciò che fa, ma anche ciò che sceglie di non fare, di non accettare, di non legittimare. Tra gli ospiti Asha Phillips, Gino Strada, Massimo Popolizio, Vito Mancuso, Massimo Recalcati, François Jullien, Marco Damilano, Edith de La Héronnière, Francesco Guccini, Stella Morra, Ibrahim Alsabagh, Annalena Benini, Enzo Bianchi, Amira Hass, Umberto Galimberti e tanti altri.

Elliott Erwitt Personae

arte e mostre
Reggia di Venaria, dal 27 settembre al 24 febbraio 2019
Un’ampia retrospettiva dedicata a uno dei fotografi più importanti e celebrati del Novecento. Per la prima volta la sua produzione a colori, quasi del tutto inedita, è presentata accanto agli scatti in bianco e nero diventati delle icone della fotografia ed esposti con grande successo a livello internazionale.
Con oltre 170 immagini, il percorso espositivo mette in evidenza l’eleganza compositiva, la profonda umanità, l’ironia e talvolta la comicità del grande fotografo americano: tutte caratteristiche che rendono Erwitt un autore amatissimo e inimitabile, considerato il “fotografo della commedia umana”.

“La natura delicata” di Enrico Reycend

arte e mostre
Fondazione Accorsi-Ometto, dal 27 settembre al 20 gennaio 2019
Una settantina di opere del pittore torinese Enrico Reycend (Torino, 1855 – 1928), artista troppo a lungo dimenticato dalla critica e dalla storia dell’arte novecentesche. Il percorso parte dagli esordi espositivi e arriva fino agli anni tardi della sua produzione. I luminosi scorci collinari nei dintorni di Torino, i sereni paesaggi del Canavese e le delicate marine del Ponente ligure confermano la marcata individualità del pittore e sostengono il commento di Roberto Longhi che lo definì il più informato artista del proprio tempo per l’originale linguaggio di tangenza impressionista. L’esposizione prosegue l’intento della Fondazione Accorsi-Ometto volto alla riscoperta dei pittori piemontesi dell’Ottocento.

Riapertura della Cappella della Sindone

eventi speciali
Dal 28 settembre
A distanza di 21 anni dal devastante incendio dell’11 aprile 1997 riapre al pubblico la Cappella barocca di Guarino Guarini che custodiva la Sindone, sottratta allora alle fiamme grazie all’intervento dei Vigli del fuoco. L’ultima tranche di lavori ha riguardato il rifacimento dei tetti, degli infissi, degli impianti di illuminazione e la fine del consolidamento dell’edificio, oltre al completamento degli apparati decorativi interni. Il 27 settembre è prevista una scenografica illuminazione esterna. Dopo la riapertura al pubblico, la Cappella della Sindone, che non conterrà più il Sacro Lino, entrerà a far parte del percorso di visita dei Musei Reali, inserita tra Palazzo Reale e la Galleria Sabauda. Nello Spazio Confronti della Galleria Sabauda, i visitatori potranno vivere un’emozionante esperienza di realtà virtuale e ripercorrere i passi compiuti dopo l’incendio attraverso una breve esposizione fotografica.

La Sindone e la sua immagine

arte e mostre
Palazzo Madama, Corte Medievale, dal 28 settembre al 21 gennaio 2019
Il percorso espositivo ripercorre la storia della Sindone e le diverse funzioni delle immagini che l’hanno riprodotta nel corso di cinque secoli, da quando il Sacro Lino fu trasferito da Chambéry a Torino nel 1578, fino ad oggi. In tutto un’ottantina di pezzi – incisioni, disegni e dipinti su carta, su seta o su pergamena, ricami e insegne processionali – provenienti in particolare dal Castello di Racconigi e dalla Fondazione Umberto II e Maria José di Savoia, dal Museo della Sindone di Torino e dalle stesse collezioni di Palazzo Madama. Apre la mostra il grande dipinto a olio su tela di Pieter Bolckmann del 1686, raffigurante Piazza Castello affollata in occasione dell’Ostensione del 1684.

Festa del Balôn A spasso nel tempo

evento speciale
30 settembre
Un edizione per portare i visitatori a spasso nel tempo con i grandi classici della musica e dell’arredamento che hanno caratterizzato il passato, ambientazioni suggestive per set fotografici, figuranti storici, auto e moto d’epoca, esposizioni di collezionisti