Salta ai contenuti | Ancora inizio pagina

BIBLIOTECHE CIVICHE TORINESI

Homepage > Sedi e orari > Biblioteca civica Torino Centro

Piazzetta Università dei Mastri Minusieri, 2 - 10122 Torino
Tel. (+39) 01101131891/31890
e-mail biblioteca.tocentro@comune.torino.it

Interni ed esterni della biblioteca

INFORMAZIONI PRATICHE

CLICCA QUI PER CONSULTARE E SCARICARE GLI ORARI DEL PERIODO ESTIVO

Orari: lunedì 15.00-19.45; martedì e mercoledì 14.00-19.45; da giovedì a sabato 8.15-14.00
L'iscrizione ai servizi e il prestito dei documenti terminano 10 minuti prima dell'ora di chiusura.

Come arrivarci:
Bus: 5 - 5/ - 11 - 27 - 29 - 46 - 49 - 51 - 52 - 56 - 57 - 59 - 67 - 71 - 72/ - Star 2
Tram: 4 - 6 - 10 - 13 - 15
Metropolitana: fermata XVIII dicembre
Mappa (da Google maps)
Galleria fotografica (su Google+ Foto)
accessibile ai portatori di handicap

INIZIATIVE

Il calendario delle iniziative

DOCUMENTI E SERVIZI

  • 26.898 volumi
  • consultazione di giornali e riviste per ragazzi
  • 840 audiovisivi (CD, DVD, videocassette)
  • sezione ragazzi
  • 3 postazioni di interrogazione del catalogo on-line
  • punto d'accesso Wi-Fi (nell'ambito della rete FreeTorinoWiFi)
  • 1 laboratorio informatico (11 postazioni)
  • prestito videocassette e DVD
  • 32 posti di lettura
  • superficie totale 722 mq

ALTRE NOTIZIE

La Biblioteca ha sede nello storico Palazzo Siccardi.
Le evidenze archeologiche attribuiscono alle prime fasi insediative dell'area una domus romana a più piani di epoca imperiale, un'abitazione agiata dotata di impianto di riscaldamento a pavimento. Dopo un parziale abbandono tra il V e il VI secolo d.C. la frequentazione del sito riprese in epoca altomedievale, documentata dapprima da sporadiche tracce di focolari e frammenti laterizi e, successivamente, da strutture ed edifici poi inglobati nelle abitazioni di età successiva. In epoca rinascimentale tali edifici subirono numerosi rimaneggiamenti, senza tuttavia dare origine a un unico organismo edilizio.
Nel XVII secolo i preesistenti fabbricati vennero collegati in un unico edificio situato all'angolo tra Vicolo Santa Maria e Via Barbaroux, che verso la fine del secolo passò in proprietà ai Padri Carmelitani di Santa Maria di Piazza, i quali lo vendettero nel 1719 a Michele Antonio Siccardi (1692-1741). Siccardi, avvocato generale di Piemonte, consigliere imperiale a Vienna e secondo presidente del Senato di Piemonte, dopo averlo fatto ricostruire tra il 1721 e il 1722 su progetto dell'architetto Gian Giacomo Plantery (che si avvalse dell'intervento dei pittori Alberti, Emanueli e Domenico Guidobono e dei "piccapietre" Fontana e Aprile, artisti già impegnati a Palazzo Reale e a Palazzo Madama), lo lasciò in eredità nel 1735 a una delle sue figlie, Barbara Maria, moglie del conte Geuna di Cocconato. All'inizio del Novecento il palazzo venne parcellizzato in più proprietà. Dopo i notevoli danneggiamenti provocati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, nel 1947 Andrea Viglongo ne occupò il lato sud prospiciente la piazzetta, collocandovi gli uffici e i magazzini della sua casa editrice. Espropriato negli anni Settanta dal Comune di Torino, fu oggetto di più progetti di riqualificazione fino a che, agli inizi degli anni Duemila, fu destinato a diventare la nuova sede della Biblioteca civica Torino Centro, inaugurata dopo un completo restauro nel maggio 2016.
Le vicende storiche del Palazzo sono riassunte in 7 pannelli posti all'interno della biblioteca. È anche disponibile una bibliografia sulla storia del Palazzo.
Poesia di Nino Costa, "Vicol Santa Maria".

Inizio pagina


Ultimo aggiornamento: 14/07/2016

Copyright © Settore Sistema bibliotecario urbano della Città di Torino - Via della Cittadella 5 - 10122 Torino
segreteria: tel. 01101129800; fax 01101129830 | inf. bibliografiche: tel. 01101129812
e-mail biblioteche.civiche@comune.torino.it | PEC Biblioteche@cert.comune.torino.it
credits | accessibilità | Condizioni d'uso, privacy e cookie | valid xhtml 1.1 | valid css