Salta ai contenuti | Ancora inizio pagina

BIBLIOTECHE CIVICHE TORINESI

Homepage > Il nuovo sito delle Biblioteche civiche

Questo è il nuovo aspetto del sito delle Biblioteche civiche torinesi. La decisione di “cambiare pelle” non è stata facile: il vecchio sito ci piaceva, come piaceva a tanti di voi che l’hanno usato con soddisfazione e ce l’hanno anche fatto sapere.

La scelta di cambiare nasce, oltre che dall’esigenza di un semplice rinnovamento estetico, dalla necessità di comunicare efficacemente lo sviluppo dei servizi e la crescita delle iniziative offerte al pubblico, sia nelle biblioteche sia attraverso il Web.

Un buon sito deve servire il suo pubblico mettendo al centro le sue effettive esigenze. Per questo sono state preziose le indicazioni (di approvazione come di critica) che in questi anni ci avete fatto pervenire, tramite le vostre mail o  rispondendo al questionario online (ricordate Fai 13 in biblioteca?).

I bisogni del pubblico ci hanno guidati nel riorganizzare e riunire le informazioni più richieste, privilegiando quelle relative al catalogo e alle informazioni bibliografiche, quelle sulle sedi e i servizi, quelle sulle iniziative culturali e le mostre. Il pubblico non è però un'entita indifferenziata: così le sezioni dedicate ai ragazzi,  agli stranieri, alle persone con disabilità di lettura sono focalizzate sui bisogni di "segmenti" specifici che speriamo di aver imparato a conoscere.

Banner promozionale di "Fai 13 in biblioteca" Banner promozionale di "Fai 13 in biblioteca"Banner promozionale di "Fai 13 in biblioteca"

Il vecchio sito aveva raggiunto il proprio limite di crescita, oltre il quale non sarebbe stato proprio possibile andare e, visto che le questioni di contenuto finiscono necessariamente col riflettersi sull’aspetto, è stato inevitabile disegnare un profilo (dovremmo dire "interfaccia") completamente nuovo.
Siamo convinti che un sito ben progettato e realizzato parli da sé e non abbia bisogno di essere presentato e spiegato, ma riteniamo comunque necessario e "trasparente" elencare in breve i presupposti e i criteri che hanno ispirato il lavoro che ci ha impegnati per più di un anno e che abbiamo svolto in prima persona, contestualmente all’attività di manutenzione e aggiornamento del vecchio sito.
In estrema sintesi, era necessario cambiare perché:

  • la struttura del vecchio sito risultava sempre più inadeguata ad ospitare i contenuti stratificatisi nel corso degli anni, da quando nel 2000 venne definito l’impianto basato su due sole macro aree (Informazioni e servizi e Ricerche e cataloghi);
  • le procedure di aggiornamento e pubblicazione risultavano eccessivamente macchinose e legate a competenze specialistiche, in particolare per l’home page (l’annuncio di notizie da mettere in evidenza richiedeva la realizzazione di animazioni flash da inserire nel box In evidenza; il calendario delle iniziative andava montato un giorno alla volta ad ogni cambio del mese);
  • sempre rispetto alla home page, lo spazio per comunicare notizie era estremamente ridotto, in quanto limitato al box In evidenza citato sopra;
  • l’immagine complessiva del sito era sostanzialmente eguale da troppo tempo, e sul Web le cose invecchiano in fretta (è l’ultimo punto in ordine di priorità, ma sarebbe stato miope non considerarlo, tanto più che le ragioni per cambiare erano ben più profonde).
Dettaglio della vecchia home page

Nel disegnare il profilo del nuovo sito abbiamo dovuto considerare una serie di vincoli:

  • la nuova versione del sito non deve richiedere più risorse (in termini di persone, competenze e tecnologie) della versione precedente;
  • il servizio “centrale” del sito delle Biblioteche civiche torinesi, come di qualsiasi altra biblioteca, è il catalogo on-line: il “nostro” è Librinlinea, che in effetti è il catalogo collettivo delle biblioteche piemontesi aderenti al Servizio Bibliotecario Nazionale. Si tratta di una puntualizzazione necessaria per spiegare che le possibilità che abbiamo di incidere sul funzionamento del “nostro” catalogo sono limitate, poiché si tratta di una risorsa condivisa con altre biblioteche e su cui non abbiamo un controllo diretto – quello che abbiamo fatto a partire da tale vincolo è stato lo sviluppo e la pubblicazione sul sito di una maschera di interrogazione “alternativa”, ritagliata sulle esigenze del nostro pubblico, così da far risparmiare alcuni passaggi in Librinlinea (a cui si viene comunque rinviati per l’esame dei risultati);
  • l’accessibilità è un vincolo cui siamo tenuti perché siamo parte della pubblica amministrazione, ma prima ancora perché come biblioteca pubblica sappiamo di dover essere “per tutti” anche sul Web – le soluzioni adottate a tal fine sono illustrate in una pagina specifica del sito.
La versione ad alta visibità di una pagina del nuovo sito

Se quelli elencati sopra (necessità e vincoli) rappresentano le motivazioni e i confini del lavoro di riprogettazione, le indicazioni operative da seguire nel corso dell’attività sono venute dall'analisi:

  • dei comportamenti, delle scelte e dei suggerimenti del pubblico, raccolti a partire delle statistiche d’accesso al server web della Città e mediante il questionario di cui si è detto sopra (cui hanno risposto 240 utilizzatori del sito);
  • delle linee guida elaborate da organismi nazionali e internazionali riguardo alla realizzazione di siti di biblioteca efficaci (ovvero usabili);
  • dei siti di altre biblioteche pubbliche italiane e straniere, riconosciuti per la loro “eccellenza” (per dirla all’inglese, le best practices).

Il risultato di questo percorso è che da oggi la maggior parte del sito delle Biblioteche civiche torinesi ha una "nuova faccia" (la migrazione delle pagine che ancora hanno il vecchio aspetto verrà completata nei prossimi mesi). Speriamo vi piaccia e che vogliate darci indicazioni per continuare a migliorare, non solo nell’aspetto ma soprattutto nelle funzioni e nella facilità d’uso. Ancora grazie per la collaborazione che avete e vorrete offrirci.

La redazione

Inizio pagina


Ultimo aggiornamento: 11/02/2009

Settore Sistema bibliotecario urbano della Città di Torino - Via della Cittadella 5 - 10122 Torino
segreteria: tel. 01101129800; fax 01101129830 | inf. bibliografiche: tel. 01101129812
e-mail biblioteche.civiche@comune.torino.it | PEC Biblioteche@cert.comune.torino.it
credits | accessibilità | Condizioni d'uso, privacy e cookie | valid xhtml 1.1 | valid css