UTPCSP08

Biblioteche civiche

rivolto a

  • classi terze, quarte e quinte di scuola primaria
  • adatto anche a utenti con disabilità

obiettivi

  • far incontrare la musica classica e i bambini, con la speranza che se ne possano innamorare
  • stimolare i bambini all’ascolto e alla fruizione della musica

metodologia

le lezioni sono organizzate in modo da alternare narrazione, video e ascolti, guidando i piccoli uditori nella scoperta delle relazioni fra forme musicali, biografie di compositori famosi e contesti storici di appartenenza

contenuto del percorso

  • Chiedi chi era… Vivaldi! Un percorso che parte dalla polifonia vocale del Quattro-Cinquecento, si sofferma sulla figura del musicista di corte, passa alla nascita del madrigale e del melodramma e giunge ai grandi compositori della musica strumentale del Seicento-Settecento
  • Chiedi chi era… Beethoven! Si propone di proseguire la ricognizione dell’evoluzione stilistica musicale tra il Settecento e l’Ottocento

altre indicazioni

verrà data precedenza alle scuole che non abbiano mai partecipato alle attività della biblioteca musicale

costi

questa proposta non prevede la quota di partecipazione a Crescere in Città

calendario

  • 2 incontri per singola classe
  • il calendario sarà organizzato dal referente sulla base della disponibilità delle scuole secondarie ad indirizzo musicale e/o della Banda musicale, che eseguiranno brani dal vivo

sede attività

Sala Collezioni della biblioteca civica musicale ‘Andrea Della Corte’, Villa Tesoriera, corso Francia 186

referente organizzativo

Laura Ventura – Biblioteca civica musicale Andrea Della Corte
corso Francia 186
telefono 011.01138358 – 011.01138373
laura.ventura@comune.torino.it

Biblioteca musicale Andrea Della Corte
La biblioteca musicale Andrea Della Corte,  prima e unica biblioteca civica in Italia specializzata in musica, ha sede nel contesto sontuoso della settecentesca Villa Tesoriera. Grazie a nuovi allestimenti e maggiore disponibilità di spazi, la biblioteca propone, a partire dal  2012, percorsi didattici gratuiti che hanno coinvolto bambini di scuola dell’infanzia e primaria, inaugurando quella vocazione alla divulgazione e alla didattica che negli anni si sta confermando e rafforzando.