La presentazione delle attività del Catalogo Crescere in Città inaugura l’anno scolastico e rinnova l’appuntamento con le scuole, mantenendo l’impegno della Città di Torino ad offrirsi come risorsa educativa per il mondo della scuola.

Questo appuntamento ben rappresenta l’impegno della Città di Torino a seguire e ad anticipare i processi evolutivi della scuola, con una costante e impegnativa messa a disposizione di persone, strumenti, metodologie, luoghi. Il “territorio” in questo modo assume una duplice funzione: quella di risorsa e di offerta di opportunità e quella di interlocutore per l’individuazione dei fabbisogni formativi e per la progettazione condivisa e integrata.

All’interno di questo agire, si colloca la scelta di fare in modo che la nostra Città sia realmente una città educativa. Un  impegno che coinvolge centinaia di soggetti pubblici e privati in un caleidoscopio di percorsi didattici tematici a cui quest’anno si aggiungono quelli sulle competenze e sulla cittadinanza digitale.

Il Catalogo si arricchisce anche di proposte didattiche finalizzate a sviluppare pensieri e comportamenti responsabili ispirati ad esplorare e valorizzare la sostenibilità ambientale, sia nell’agire quotidiano sia nelle grandi scelte operate da istituzioni e privati.

Inoltre, molte le attività dedicate all’analisi della Costituzione che consente alle nuove generazioni di approfondire i valori fondanti di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale. Occorre promuovere, sin dalla prima infanzia, una dimensione emotiva e relazionale, verso una consapevolezza civica, orientata alla realizzazione di una società più inclusiva in un’ottica di educazione alla cittadinanza.

La ricchezza dell’offerta formativa presente nella nostra Città, inserita nel Catalogo, è molto ampia, arricchita da proposte provenienti da musei, istituzioni, enti, associazioni, finalizzate a promuovere la scoperta e a sviluppare il pensiero creativo e divergente.

Infine i percorsi didattici volti a favorire la conoscenza e la scoperta della città, sia dal punto di vista fisico-territoriale sia dal punto di vista sociale, economico e culturale per avvicinare bambine e bambini, ragazze e ragazzi al patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

Crescere in Città vuole essere un’occasione per offrire delle opportunità di crescita a supporto del percorso educativo e scolastico. Si tratta di creare una sinergia tra le istituzioni scolastiche e il territorio, considerando la Città uno dei luoghi privilegiati di saperi e di conoscenze con modalità di apprendimento flessibili ed innovative, in una società complessa che richiede l’acquisizione di competenze sempre più specifiche ma contemporaneamente fluide.

Colgo l’occasione per un augurio sincero di buon anno scolastico, alle bambine ed ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi, alle loro famiglie, al corpo docente e a tutto il personale che opera nei servizi educativi e nel mondo della scuola.

Infine, un ringraziamento a tutte e a tutti coloro che con impegno e professionalità contribuiscono ad offrire   alle nostre scuole tante opportunità e occasioni di apprendimento e di educazione.

Antonietta Di Martino
Assessora all’Istruzione
e all’Edilizia Scolastica

 

 

Le attività del Crescere in Città, catalogo di proposte integrative offerte alle scuole torinesi da ITER, da altri servizi della Città di Torino, da enti pubblici e museali, da fondazioni ed associazioni, anche quest’anno vengono presentate in concomitanza con l’avvio del nuovo anno scolastico e rappresentano una delle attività più importanti che ITER, insieme ai Servizi Educativi della Città, organizza.

In particolare, l’impegno di ITER e della Divisione Servizi Educativi è quello di mettere al centro i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze e le loro famiglie, nella consapevolezza che i processi sociali ed economici in corso necessitano di un’offerta di crescita culturale e di educazione permanente affinché tutte e tutti possano essere pienamente cittadine e cittadini attivi e responsabili.

Tanto più in una realtà sociale, in una Città, come la nostra, caratterizzata da esperienze, culture, storie diverse tra loro. Realtà, storie e culture la cui diversità è una ricchezza da valorizzare.

Le proposte del Crescere in Città sono inoltre pensate per supportare il personale educativo nel loro lavoro quotidiano, cercando di trasformare tutta la Città, i suoi spazi, il suo territorio, le sue realtà sociali, in opportunità di crescita e di conoscenza: è infatti questa quella che chiamiamo una città educativa.

Le attività contenute nel Crescere in Città assumono inoltre particolare importanza per quelle/quei minori e famiglie che partono da condizioni sociali e culturali di svantaggio. Sono cioè una delle politiche messe in atto per contrastare il fenomeno, purtroppo in crescita, della povertà educativa, quel fenomeno definito come “la privazione della possibilità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni” (Save the Children – Il miglior inizio).

È con questo spirito che anche quest’anno presentiamo il lavoro svolto, ringraziando tutti e tutte coloro che hanno contribuito a predisporre un catalogo di attività così ricco e qualificato.

Giuseppe Nota
Direttore Divisione
Servizi Educativi

Enrico Bayma
Direttore ITER – Istituzione Torinese
per una Educazione Responsabile