Città di Torino > confidointe

Cani in condominio: consigli utili per una civile convivenza

Sono oltre 7 milioni i cani che vivono nelle case degli italiani; sono ormai considerati membri della famiglia a tutti gli effetti e ad essi è riconosciuto lo status di "esseri senzienti" (ovvero capaci di provare emozioni) come affermato dalla stessa Cassazione nel decreto del 13 marzo 2013. L'iscrizione all'Anagrafe canina conferisce loro anche un riconoscimento sociale.

Dal 2012 si è affermato il principio che gli animali d'affezione possono vivere nei condomini: non è più possibile impedire di avere un cane nell'appartamento o vietarne l'accesso alle parti comuni.

Tuttavia è necessario che i proprietari di cani abbiano un atteggiamento attento e responsabile, nel rispetto delle norme igieniche e della quiete degli altri condomini. Buon senso, correttezza e rispetto reciproco sono alla base di una pacifica convivenza.

Decidere di adottare un cane deve essere una scelta consapevole. Possedere un animale richiede responsabilità e impegno. Si ha l'obbligo morale, oltre che civile, di tutelarne la salute e il benessere.

Su questo tema la Città di Torino ha organizzato alcuni incontri informativi ad ingresso libero sino ad esaurimento posti. Gli incontri sono realizzati dal Corpo di Polizia Municipale.
Questo il calendario:

Data e ora Circoscrizione Luogo
Mercoledì 30 gennaio, ore 18.30 5 Commissione di lavoro - Via Stradella 192
Lunedì 4 febbraio, ore 18.00 2 Commissione di lavoro - Via Guido Reni 102
Mercoledì 6 febbraio, ore 18.30 4 Commissione di lavoro - Via Servais 5
Giovedì 7 febbraio, ore 17.30 1 Commissione di lavoro - Via Bertolotti 10
Martedì 12 febbraio, ore 17.00 Casa del Quartiere Spazio 4 - Via Saccarelli 18
Mercoledì 13 febbraio, ore 18.00 6 Commissione di lavoro - Via San Benigno 22
Giovedì 14 febbraio, ore 18.00 7 Commissione di lavoro - Corso Vercelli 15
Venerdì 15 febbraio, ore 17.30 4 Centro d'Incontro - Piazza Umbria 28/B
Venerdì 22 febbraio, ore 17.30 4 Centro d'Incontro - Strada Antica di Collegno 208
Mercoledì 27 febbraio, ore 17.00 Casa del Quartiere Vallette - Piazza Montale 18
Lunedì 4 marzo, ore 17.00 Casa del Quartiere Barrito - Via Tepice 23
Martedì 5 marzo, ore 17.00 8 Commissione di lavoro - Corso Corsica 55
Mercoledì 6 marzo, ore 17.30 2 Sala Consiglio - Via Guido Reni 102
Giovedì 7 marzo, ore 17.30 1 Centro Polifunzionale - Via Dego 6
Lunedì 11 marzo, ore 18.00 3 Commissione di lavoro - Corso Peschiera 193
Mercoledì 13 marzo, ore 15.00 Casa del Quartiere San Salvario - Via Morgari 14
Venerdì 15 marzo, ore 17.30 5 Centro d'Incontro Gladioli - Via dei Gladioli 29
Lunedì 18 marzo, ore 17.30 Casa del Quartiere Barrito - Via Tepice 23
Mercoledì 20 marzo, ore 17.30 2 Sala Consiglio - Strada Comunale di Mirafiori 7
Lunedì 25 marzo, ore 17.30 8 Sala Consiglio - Via Campana 32
Giovedì 28 marzo, ore 20 Casa del Quartiere Roccafranca - Via Rubino 45
Venerdì 29 marzo, ore 17.30 3 Centro d'Incontro - Corso Ferrucci 65/D
Lunedì 1 aprile, ore 17.30 8 Sala Consiglio - Corso Corsica 55
Giovedì 4 aprile, ore 17.30 6 Biblioteca Don Milani - Via dei Pioppi 43
Venerdì 5 aprile, ore 17.30 3 Centro d'Incontro - Via De Sanctis 12
Lunedì 8 aprile, ore 17.30 6 Sala Colonne Cascina Marchesa - Corso Vercelli 141
Giovedì 11 aprile, ore 17.30 6 Spazio Anziani Beppe Mainardi - Via Anglesio 25
Venerdì 12 aprile, ore 18.00 7 Area cani Parco Colletta - Via Ragazzoni
Lunedì 15 aprile, ore 17.30 5 Centro d'Incontro Gladioli - Via dei Gladioli 29
Mercoledì 17 aprile, ore 17.30 8 Centro Anziani - Via Menabrea 9
Giovedì 18 aprile, ore 18.00 7 Centro d'Incontro, sala B - Corso Belgio 91
Lunedì 3 giugno, ore 16.00 Casa del Quartiere Casa nel Parco - Via Panetti 1

Ecco quindi alcuni consigli utili per il mantenimento del suo benessere e alcune semplici regole di buon vicinato, per gestire in modo corretto il proprio cane. Una buona gestione migliora anche la convivenza con i vicini e fa benvolere il vostro cane.

Alcune raccomandazioni per il benessere del vostro amico a quattro zampe
  • Se decidete di adottare un cane informatevi sulle caratteristiche, sia fisiche che comportamentali. Fatevi consigliare da esperti del settore come medici veterinari clinici, veterinari comportamentalisti, educatori cinofili.
  • Ricordatevi che avere un cane vuol dire avere delle responsabilità previste dalla legge, quindi informatevi sulle norme e sugli obblighi previsti per i proprietari.
  • Se adottate un cucciolo sappiate che per i primi 7-8 mesi le loro esigenze fisiologiche sono più frequenti e quindi potrà sporcare in casa. Armatevi di pazienza e cercate di portarlo fuori più volte nell'arco della giornata (dopo il sonno, dopo il gioco, dopo l'alimentazione). In presenza di patologie comportamentali e/o di problemi fisici, potrebbero essere necessari alcuni mesi in più per abituarsi al comportamento corretto.
  • Anche un esemplare adulto inizialmente può sporcare in casa. Non punitelo, dategli il tempo di ambientarsi e di sentirsi sicuro.
  • Un cane adulto è bene che faccia almeno 3-4 passeggiate al giorno di almeno mezz'ora o un'ora. La passeggiata per il cane è un momento fondamentale della giornata: ha la possibilità di fare attività fisica, espletare i bisogni fisiologici, annusare gli odori dell'ambiente e dei suoi simili, socializzare con persone e altri animali. La passeggiata è importante anche per i cani tenuti in giardino.
  • Non lasciate il cane da solo in casa per più di 6-8 ore. Se la vostra assenza è così lunga sarebbe bene chiedere a qualcuno di vostra fiducia di farlo uscire almeno una volta.
  • In vostra assenza lasciate a disposizione giochi di vario genere in modo che possa svagarsi anche da solo.
  • Durante il giorno lasciate sempre a disposizione del vostro cane dell'acqua fresca.
  • Evitate punizioni fisiche, sono inutili e provocano elevato stress e, in casi estremi, possono creare un conflitto, di difficile gestione, con il proprietario.
Alcuni consigli per evitare disturbi eccessivi e farlo benvolere dal vicinato
  • Nel caso il cane abbia problemi nel rimanere solo a casa (abbai, ululati, distruzioni, .) è bene rivolgersi a un medico veterinario comportamentalista che vi aiuterà nella soluzione del problema. In attesa della visita, durante la vostra assenza, affidate il cane a un parente, a un amico, a un asilo per cani o a un dog-sitter.
  • In vostra assenza cercate una soluzione per evitare che il cane (soprattutto se tende ad abbaiare spesso) transiti davanti alla porta di casa.
  • Predisponete una cuccia in casa, dove il cane possa rilassarsi. Evitate di posizionare la cuccia davanti alla porta di ingresso.
  • Non lasciate il cane chiuso da solo sul balcone.
  • Oscurate la ringhiera del balcone o del giardino per evitare che il cane sia continuamente attirato dagli stimoli esterni.
  • Controllate la presenza di urina sui balconi. Verificate che il liquido non sia defluito sul balcone sottostante o nelle aree condominiali comuni; in tal caso tamponate immediatamente e provvedete alla pulizia delle aree interessate dalle deiezioni.
  • Non scuotete tappeti o cuscini del cane, contenenti grandi quantità di peli, dalle finestre o dal balcone, ma puliteli con un aspirapolvere.
  • Quando si transita o si sosta nelle aree comuni del condominio (pianerottolo, ascensore, scale, giardino), il cane, sia di taglia piccola che grande, deve essere tenuto al guinzaglio corto (massimo 1,50 m). Per precauzione portate sempre con voi una museruola.
  • Se il cane sporca le aree comuni durante l'uscita, il proprietario deve sempre aver cura di raccogliere gli escrementi. Pulite, al più presto, l'area con prodotti detergenti non nocivi per animali o bambini.
  • Se si sosta nelle aree comuni del condominio con il proprio cane, evitate di abbandonare ciotole contenenti cibo o acqua. Se il cane mangia in spazi comuni, nel giardino privato o comunque all'aperto, lasciate la zona utilizzata pulita, raccogliendo i rifiuti e spostando le ciotole.
  • Se si possiede un giardino di proprietà utilizzato dal cane, eliminate le deiezioni, almeno una volta al giorno, al fine di evitare sgradevoli odori per il vicinato.
  • In presenza di comportamenti anomali, aggressività nei confronti di persone o altri cani, difficoltà nel portare a passeggio il cane, distruzioni o eliminazioni di feci e urine in casa, rivolgetevi al più presto a un medico veterinario comportamentalista che potrà aiutarvi nella soluzione del problema.
Principali riferimenti normativi
  • Legge 14 agosto 1991, n. 281- Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo
  • Legge 20 luglio 2004, n. 189 - Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. A seguito di questa legge è stato inserito nel Codice Penale il Titolo IX bis "Dei delitti contro il sentimento per gli animali"
  • Legge 11 dicembre 2012, n. 220 (art. 16) - Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici
  • Ordinanza 13 giugno 2016 del Ministero Salute - Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati (prorogata con Ordinanza del 25 giugno 2018)
  • Ordinanza 6 agosto 2013 del Ministero Salute - Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani (prorogata con Ordinanza del 25 giugno 2018)
  • Legge regionale 26 luglio 1993, n. 34 - Tutela e controllo degli animali da affezione
  • Legge Regionale del 19 luglio 2004, n. 18 - Identificazione elettronica degli animali da affezione e banca dati informatizzata. Abrogazione della Legge Regionale 13 aprile 1992, n. 20 (Istituzione dell'anagrafe canina)
  • Regolamento Comunale n. 320 per la tutela e il benessere degli animali in città - Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale in data 11 aprile 2006 e successive modifiche

 

Ricorda che è reato: abbandonare gli animali, preparare esche o bocconi avvelenati , maltrattare gli animali

Non dimenticare di: iscrivere il cane all'Anagrafe Canina e permetterne l'identificazione con Microchip (è obbligatorio per legge), raccogliere sempre le deiezioni del proprio cane e di avere con sé strumenti idonei alla raccolta

Progetto della Città di Torino realizzato dal Corpo di Polizia Municipale, con il patrocinio dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Torino

Città di Torino - Polizia Municipale - Contact Center
via Bologna 74 - Torino
Tel. 011 011 26495
contactcenterpm@comune.torino.it

Città di Torino - Ufficio Tutela animali
via Padova 29 - Torino
Tel. 011 011 26543
ufficiotutelaanimali@comune.torino.it

Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani

Torna su


Ultimo aggiornamento: 24 gennaio, 2019

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro