Città di Torino > Lavorare per il Comune di Torino > Assunzione tramite mobilità esterna

Assunzione tramite mobilità esterna

Ambito di applicazione

Tutte le Amministrazioni Pubbliche, di cui all'art. 1, comma 2, D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.

Per mobilità compartimentale si intende il passaggio di unità di personale tra enti differenti appartenenti allo stesso comparto di contrattazione.

Per mobilità intercompartimentale si intende il passaggio di unità di personale tra enti differenti appartenenti a diversi comparti di contrattazione - Art. 29 bis D.Lgs n. 165/2001 e s.m.i. In questo caso, prima di procedere alla richiesta di nulla osta all’ente di provenienza, al lavoratore sarà sottoposta una proposta di inquadramento che dovrà essere sottoscritta per accettazione.

Descrizione del procedimento

Mobilità volontaria

La mobilità volontaria permette al dipendente di passare direttamente a un’amministrazione diversa. Questo trasferimento è possibile anche fra comparti diversi, richiedendo al lavoratore interessato una parità di qualifica, ma non di profilo professionale. E’ sempre necessario il nullaosta da parte dell'amministrazione di appartenenza. Secondo la normativa, infatti, la mobilità non è un diritto del pubblico dipendente, quindi l’ultima parola spetta sempre all’attuale datore di lavoro.

L’interessato può inviare la domanda on-line in qualunque periodo dell’anno compilando il modulo: Richiesta di mobilità esterna.

Inoltre può inviare il Curriculum Vitae ESCLUSIVAMENTE PER RICHIESTE DI MOBILITA', all’indirizzo: assunzioni-mobilita@comune.torino.it

La domanda verrà inserita in apposita banca dati e resterà attiva per 18 mesi e presa in considerazione per ricoprire il posto reso vacante da Personale in uscita dall’Ente per mobilità verso altra Pubblica Amministrazione; saranno invitati a colloquio i dipendenti la cui professionalità corrisponda a quella da assumere.

Mobilità da bando di selezione

Il piano delle Assunzioni, in relazione al fabbisogno di personale, prevede l'attivazione dell'istituto della mobilità esterna.
Per i posti da ricoprire già determinati dal piano dei fabbisogni, sarà bandito apposito bando di mobilità volontaria. Alla domanda dovrà essere allegata l’autorizzazione dell’Ente di appartenenza per il trasferimento in mobilità volontaria del dipendente. In tal caso saranno prese in considerazione le sole domande pervenute entro il termine prestabilito, in possesso dei requisiti richiesti e per i soli posti messi a bando.

Ogni bando di selezione determinerà le modalità di selezione, nonché i criteri di scelta ed i punteggi di valutazione delle candidature rispetto ai posti da ricoprire.

I bandi di selezione sono disponibli sulla pagina concorsi del sito della Città.

Sono istituti della mobilità anche il Comando ed il Distacco di personale (che seguono il medesimo iter della mobilità)

In ogni caso per dare effettivo corso ai trasferimenti è necessario il nulla-osta da parte dell'amministrazione di appartenenza.

Ufficio Assunzioni e mobilità
Piazza Palazzo di Città. 1 – Torino
Dirigente:
Dr. Giuseppe Ferrari
Funzionario in P.O.
Marina Marchese - tel. 011 01123418
Referenti Operativi
Mirella Gai - tel 011 01123432
Rosa Marcolin - tel 011 01123437
Lucia Palmieri - tel 011 01123417
e-mail: assunzioni-mobilita@comune.torino.it

Per eventuali reclami e/o segnalazioni: e-mail: assunzioni-mobilita@comune.torino.it

Torna su


Ultimo aggiornamento: 31.07.2017

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro