Città di Torino >
Comune Vende > 7_2019 Alienazione Beni Immobili > Avviso d'asta n. 20/2019 - Alienazione immobili di proprietà della Città di Torino - 15 lotti

Avviso d'asta n. 20/2019 - Alienazione immobili di proprietà della Città di Torino - 15 lotti

In evidenza - aggiudicazione

Si rende noto che, con determinazione dirigenziale mecc. n. 2019 42339/005 del 29 maggio 2019, è stata approvata l'aggiudicazione dell’asta pubblica n. 20/2019 per l’alienazione di immobili di proprietà della Città di Torino – Lotti nn. 1-2-3-4-5-9-10.

In evidenza

Si comunica che i Lotti nn. 5 e 6 sono stati oggetto di aggiornamento catastale.
Gli identificativi catastali sub. 23 e 25 parte (Lotto n. 5) e sub. 24 e 25 parte (Lotto n. 6) sono stati sostituiti rispettivamente dai sub. 27 e sub. 28.
All'interno dei relativi articoli sono disponibili le planimetrie e le visure catastali aggiornate.

7_2019 Immagine Web Sezione

Si rende noto che, in esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale mecc. 2019 00695/131 dell’11 marzo 2019 dichiarata immediatamente eseguibile, della determinazione dirigenziale mecc. 2019 41133/131 n. 116 del 13 marzo 2019, il giorno MERCOLEDI’ 15 MAGGIO 2019 alle ore 9.30 in una sala del Palazzo Civico – Piazza Palazzo di Città n. 1 – Torino, in seduta pubblica, si procederà mediante esperimento di Asta pubblica, con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base d’asta, secondo le modalità di cui agli artt. 73 lett. c) e 76 comma 2 del R.D. n. 827 del 23 maggio 1924, e l'aggiudicazione sarà pronunciata a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta più alta rispetto alla base d’asta.

La gara è suddivisa nei seguenti lotti di immobili di proprietà della Città di Torino:

Per prendere parte all’asta gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta, in plico sigillato, all’Ufficio
Protocollo Generale della Città di Torino (per il Servizio Affari Generali Normative Forniture e Servizi) – Piazza
Palazzo di Città n. 1 – 10122 Torino - entro e non oltre il termine perentorio delle ore 9.30 del giorno MARTEDI’
14 MAGGIO 2019 a pena di esclusione.

Documenti di gara

FAQ: domande - risposte

Quesito 1.
Sono state chieste delucidazioni, per quanto riguarda il Lotto 9, in merito alla possibilità, riportata nella Scheda Tecnico Patrimoniale alla voce Ubicazione – Consistenza – Caratteristiche Principali, di “apertura di un nuovo accesso carraio indipendente su strada del Nobile, a monte del villino, previo parere favorevole della competente Soprintendenza. Il Lotto infatti è stato dichiarato di interesse culturale ai sensi ex D. Lgs 42/2004 e s.m.i. in forza di decreto emesso a febbraio 2015”.
Risposta al quesito 1.
Poiché il Lotto è stato dichiarato di interesse culturale ai sensi del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i., l’apertura di un accesso carraio autonomo deve essere autorizzata dalla competente Soprintendenza e pertanto non costituisce all’attualità un obbligo. Se ne auspica, comunque, la realizzazione, non potendosi garantire per il futuro il transito privato dall’attuale passo carraio, ubicato sul limitrofo compendio Smat. Resta ferma la facoltà dell'acquirente di disciplinare il passaggio di intesa con Smat stessa. Si evidenzia che le modalità di creazione del nuovo accesso dovranno essere comunque concordate con la civica Divisione Infrastrutture e Mobilità.

Quesito 2.

In merito al Lotti 1, 2, 3, 4, 5 e 6 è stato domandato come avviene la gestione della raccolta rifiuti all'interno dello stabile.

Risposta al quesito 2.

L'edificio non possiede area adeguata in grado di consentire la raccolta differenziata; pertanto attualmente lo smaltimento dei rifiuti avviene in modo indifferenziato tramite due cassonetti limitrofi su strada pubblica.

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro