Città di Torino >
Comune Affitta > 11_2020_Rubino82 > Avviso pubblico n. 1/2020 per la concessione di immobili di proprieta’ comunale ad enti ed associazioni

Avviso pubblico n. 1/2020 per la concessione di immobili di proprieta’ comunale ad enti ed associazioni

In evidenza - precisazione scadenza

Si precisa, in relazione al termine di scadenza contenuto nell'Avviso, che il termine è da considerarsi prorogato al primo giorno feriale successivo alla data indicata, vale a dire al 1° febbraio 2021.
11_2020 Immagine web sezione Rubino 82

Si informa che, ai sensi del Regolamento Comunale n. 214/1995 per la concessione di immobili comunali ad Enti ed Associazioni, la Giunta Comunale, con Deliberazione del 22 dicembre 2020, n. mecc. 2020 02892/131, ha approvato il ventesimo elenco di immobili di proprietà comunale da  destinare in concessione ad  Associazioni ed Enti senza scopo di lucro e con successiva Determinazione Dirigenziale mecc. n. 2020 5749/131 del 23 dicembre 2020 è stato approvato il presente Avviso Pubblico per l'assegnazione in concessione del seguente immobile:

I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria richiesta, entro e non oltre le ore 12:00 del 31 gennaio 2021, a pena di esclusione, inviandola all’Area Patrimonio - Piazza Palazzo di Città 7, 10122 Torino. Il recapito del plico, contenente la documentazione di seguito indicata, dovrà essere effettuato, entro e non oltre il suddetto termine con una delle seguenti modalità:
- tramite PEC all’indirizzo: direzione.patrimonio@comune.torino.it indicando nell’oggetto: “Istanza di concessione dell’immobile sito in via Rubino 82 ”
- tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, indicando sulla busta: “Istanza di concessione dell’immobile sito in via Rubino 82”, in questo caso, per il rispetto dei termini fa fede la data di arrivo del plico.
- consegna a mano del plico presso il Protocollo Generale della Città - Piazza Palazzo di Città 1, dalle ore 9,00 alle ore 15,00 - dal lunedì al giovedì e dalle 9,00 alle 12,00 il venerdì.
La domanda di partecipazione e le dichiarazioni dovranno essere redatte in lingua italiana e debitamente sottoscritte, con firma leggibile o digitale, dal rappresentante legale.

Documenti

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro