Attività Commerciali


Sei su: Città di Torino > Commercio e Impresa > Commercio > Igiene e Sanità

Autorizzazioni Sanitarie

Detenzione e impiego di sostanze radioattive

[pubblicato il 3 febbraio 2005
aggiornato il 3 novembre 2005 ]

L'attività di detenzione e impiego di sostanze/sorgenti radioattive, comporta l'obbligo, da parte dell'impresa/società/esercente, del possesso del Nulla Osta rilasciato dal Sindaco del Comune ove sono ubicati i locali sede dell'attività svolta, previa acquisizione del parere favorevole emesso dal Dipartimento di Prevenzione ASL TO1 - Commissione Provinciale per la Protezione Sanitaria della Popolazione contro i rischi da Radiazioni Ionizzanti.

L'impiego delle sorgenti di radiazioni utilizzate per ricerca è classificato in tre categorie:

  • esente da nulla osta
  • nulla osta di categoria A
  • nulla osta di categoria B

E' esente da nulla osta l'impiego delle sorgenti di radiazioni che non superano le soglie per il regime autorizzativo stabilite dall'art. 4 del D.lgs 257/01. I soggetti che svolgono attività per le quali è richiesto il nulla osta ai sensi della nuova normativa, devono farne richiesta entro 6 mesi dell'entrata in vigore. Se tuttavia detti soggetti sono in possesso di nulla osta rilasciati in virtù di precedenti disposizioni, devono chiederne, entro 2 anni, la conversione o la convalida secondo la nuova disciplina. Ove i provvedimenti autorizzativi posseduti prevedano il rinnovo, la richiesta di conversione deve essere presentata nei termini previsti nei provvediemnti in questione. (Disposizioni transitorie per i provvedimenti autorizzativi - artt.146-148 Dlgs.n.230/95 e s.m.i.). I titolari di nulla osta in base alle norme del D.P.R. 185/64 i quali esercitino pratiche esenti ai sensi del nuovo decreto, devono, entro un anno, comunicare alle Amministrazioni che li hanno rilasciati per la successiva revoca, il venir meno delle condizioni per l'assoggettamento a tali provvedimenti, inoltre chiunque abbia detenuto sorgenti di radiazioni deve comunicare, entro dieci giorni, alle Amministrazioni competenti, l'avvenuta cessazione della detenzione delle sorgenti, ivi incluso il conferimento di rifiuti a terzi.

L'Autorizzazione è rilasciata senza limiti temporali e comunque correlata alla non modifica dell'attività.

Richiedono il rilascio di nuovo provvedimento tutte le istanze relative a:

  • rilascio di nulla osta
  • conversione/convalida di precedente provvedimento autorizzativo
  • revoca di precedente provvedimento autorizzativo
  • cessazione dell'attivita'

Costi

  • Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sulla domanda
  • Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sull'autorizzazione al momento della consegna e 0,52 euro di diritti di segreteria.

L'Ufficio di competenza ha 30 giorni di tempo per il rilascio dell'autorizzazione, dalla data di ricevimento dei pareri dell' A.S.L. di competenza ( Legge n.241 del 07/08/1990).

Pareri: Dipartimento di Prevenzione - ASL TO -1 -Ufficio Vigilanza Radiazioni Ionizzanti - Commissione Provinciale per la Protezione Sanitaria della Popolazione contro i Rischi da Radiazioni Ionizzanti

Le domande devono essere presentate in carta da bollo indirizzata al Sindaco corredata dalla documentazione utile al rilascio del provvedimento


I documenti in formato PDF necessitano del lettore gratuito Acrobat Reader. Per salvarli sul proprio pc cliccare con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione Salva oggetto con nome.

Torna Indietro

Torna all'inizio della pagina
Condizioni d'uso, privacy e cookie