Attività Commerciali


Sei su: Città di Torino > Commercio e Impresa > Commercio > Igiene e Sanità

Autorizzazioni Sanitarie

Attivita' artigianali industriali (s.pre.s.a.l.)

pubblicato il 3 febbraio 2005
aggiornato il 29 settembre 2008

Le attività produttive di beni materiali che comportano la produzione, la lavorazione, la trasformazione, l'immagazzinamento dei materiali stessi e quindi l'esercizio di stabilimenti, officine, laboratori nei quali prestino la loro opera più di cinque persone oppure un qualunque numero di addetti quando è previsto l'uso di macchinari mossi senza l'ausilio della forza dell'uomo, sono soggette al rilascio di autorizzazione in linea igienico-sanitaria dei locali, delle attrezzature, degli impianti e dei tipi di lavorazione. A titolo esemplificativo sono disciplinate dall'articolo 241 del Regolamento municipale d'Igiene della Città di Torino quelle attività quali il confezionamento, gli elettrauto, gommisti e autoriparazioni e altre attività similari che non comportano verniciature e uso di solventi. A tal proposito occorre distinguere un'altra categoria di attività che, a causa delle emissioni insalubri prodotte dalla pericolosità delle sostanze detenute, possono provocare danni alla salute pubblica; tali attività sono disciplinate dall'articolo 216 del T.U.LL.SS. R.D. n. 1265 del 27/7/1934 il quale prevede che il Ministero della Sanità elabori e tenga aggiornato un elenco delle lavorazioni insalubri classificate secondo il D.M. 5/9/1994. Detto elenco è articolato in due classi: ¨ industrie insalubri di I classe in cui rientrano le attività che devono essere tenute lontane dai centri abitati ¨ industrie insalubri di II classe in cui rientrano le attività che esigono speciali cautele per l'incolumità del vicinato. Le classi sono definite in base alle sostanze chimiche, ai prodotti e ai materiali impiegati oltre che al tipo di attività industriale svolta. In riferimento alla Legge 447/95, art. 8, comma 4 l'Ufficio fornisce a titolo indicativo ma non esaustivo l'elenco delle attività soggette a valutazione di impatto acustico ( file prelevabile formato PDF).

L'Autorizzazione è rilasciata senza limiti temporali.

Richiedono il rilascio dell' autorizzazione (Modulo di domanda per il rilascio di autorizzazione sanitaria per attività artigianali e industriali - composto da due allegati: copia per l'ufficio e copia per ASL che l'utente deve consegnare unite all'Ufficio) tutte le istanze relative a:

  • apertura
  • trasferimento di sede
  • modifica dei locali
  • modifica delle attivita' e/o tipologie di lavorazione

Costi

  • Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sulla domanda
  • Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sull'autorizzazione al momento della consegna e 0,52 euro di diritti di segreteria.

L'istanza in bollo, utile al rilascio di provvedimento autorizzativo, deve essere presentata almeno quindici giorni prima dell'inizio dell'attività che potrà essere svolta decorso il tempo utile di 15 giorni dalla presentazione della domanda, qualora non intervenga un provvedimento di divieto alla prosecuzione dell'attività stessa. Tale provvedimento di diniego, verrà notificato all'interessato entro il termine fissato per categoria di atti. L'amministrazione competente può annullare l'atto di assenso illegittimamente formato, salvo che, l'interessato provveda a sanare i vizi entro il termine prefissatogli dall'amministrazione stessa. L'atto di assenso si considera formalizzato quando la domanda attestante l'esistenza dei presupposti e dei requisiti prescritti dalla legge per lo svolgimento dell'attività, è conforme alle disposizioni legislative che possono subordinare la formazione dell'atto di assenso a diverse e/o ulteriori condizioni. Qualora l'istanza non sia regolare o completa, l'amministrazione ha facoltà di richiedere elementi integrativi a corredo della pratica. In questo caso il termine per l'inizio dell'attività viene interrotto e decorrerà nuovamente dalla data di ricevimento da parte dell'amministrazione, degli elementi richiesti. L'Ufficio di competenza ha 30 giorni di tempo per il rilascio dell'autorizzazione, dalla data di ricevimento del parere espresso dall' A.S.L. di competenza.

Possono essere comunicate dall'utente avvalendosi dell'autocertificazione su modulistica predisposta da produrre in duplice copia (Modulo di comunicazione di variazione - DPR 445/2000 ) le variazioni che non comportino modifiche al tipo di lavorazione, agli impianti, alle attrezzature e ai locali dove viene svolta l'attività di tipo artigianale o industriale e relative a:

  • cambio del legale rappresentante
  • modifica della ragione sociale
  • cambio della sede legale dell'impresa

Deve essere altresì sottoscritta, unitamente all'autocertificazione di cui sopra, la Dichiarazione sostitutiva utile all'acquisizione e/o integrazione da parte dell'Amministrazione competente di ulteriori dati e informazioni relativi al tipo di attività svolta

Costi Esente

Pareri: Dipartimento di Prevenzione - Servizio Prevenzione e Sicurezza degli ambienti di lavoro - A.S.L. TO - 1


I documenti in formato PDF necessitano del lettore gratuito Acrobat Reader. Per salvarli sul proprio pc cliccare con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione Salva oggetto con nome.

Torna Indietro

Torna all'inizio della pagina
Condizioni d'uso, privacy e cookie