Attività sottoposte al procedimento

Costituisce esercizio di autorimessa il ricovero e la custodia di autoveicoli, natanti, roulottes, caravans, motocicli e biciclette.

Si includono nella definizione di autorimesse/parcheggi a cielo aperto i parcheggi di veicoli, connessi ad altre attività (quali ad esempio attività di intrattenimento, attività ricettive, somministrazione), in presenza di un servizio di custodia a pagamento, anche temporaneo. 

Requisiti soggettivi:

  •  possesso dei requisiti morali previsti dall’articolo 11 del R.D. 773/1931;
  •  assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia.

Requisiti oggettivi: I locali devono possedere la giusta destinazione urbanistica ed i requisiti tecnici ed igienico-sanitari previsti dalle norme di legge e regolamentari vigenti in materia.
Devono, inoltre, rispettare la normativa vigente in materia di sicurezza antincendi (vedi sezione riferimenti di Legge) ed essere in possesso del certificato prevenzione incendi (se il locale al coperto destinato al rimessaggio è superiore a mq 300).

Cosa occorre fare

Per aprire o modificare, sospendere o cessare un’attività di rimessa pubblica di veicoli, occorre presentare le SCIA corredate dai relativi documenti tramite il Portale Impresainungiorno, compilate dal titolare dell’attività o da un delegato alla compilazione.

Documentazione da allegare

  • Documentazione di impatto acustico (Allegato 1Impresainungiorno);
  • Dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci + copia del documento di identità (eventuale – Impresainungiorno);
  • Nel caso di procura/delega a presentare la segnalazione (eventuale – Impresainungiorno);
  • In caso di procura speciale, documento di identità di chi conferisce tale procura (eventuale – Impresainungiorno)
  • Diritti di istruttoria comune come da tariffario (non dovuti in caso di sospensione/ cessazione – Pago PA su Impresainungiorno);
  • dichiarazione per l’applicazione del tributo sui rifiuti – tari (art.1 legge 147 del 27/12/2013) utenza non domestica

Modulistica

I modelli vengono generati direttamente sul portale Impresainungiorno dopo aver selezionato il procedimento da utilizzare.

Contatti

La struttura competente è lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) della quale è responsabile il Dott. Flavio Roux.
Il responsabile del Procedimento è la funzionaria Dott.ssa Chiara Bravo.
Lo Sportello Unificato del Commercio ha sede a Torino in Via Meucci 4.
Per informazioni e-mail: commercio-licenzeps@comune.torino.it

Per ulteriori richieste informazioni e informazioni su orari e sportelli consultare la pagina Contatti.

Enti coinvolti

Tempistica

Per la S.C.I.A.: Ai sensi dell’art.19 comma 2 della Legge 241/1990 l’attività può essere iniziata dalla data di presentazione della Segnalazione all’Amministrazione competente, fatti salvi eventuali provvedimenti interdittivi che possono essere adottati entro 60 giorni dalla presentazione. 

PER LA COMUNICAZIONE DI CESSAZIONE O SOSPENSIONE ATTIVITÀ: dalla data di presentazione della Comunicazione all’Amministrazione competente, in esito alla verifica della completezza formale della pratica

Oneri

I diritti di istruttoria, previsti dalla  Deliberazione della Giunta Comunale n. 449 del 28 giugno 2022, sono di € 50,00.

L’importo dovuto deve essere versato unicamente tramite il servizio PagoPA all’interno del Portale Impresainungiorno. Per la comunicazione di cessazione non è dovuto il pagamento dei diritti. Per la comunicazione di cessazione non è dovuto il pagamento dei diritti.

Durata/Rinnovi

Le SCIA hanno validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali.

Non è prevista alcuna comunicazione di rinnovo periodico.

Riferimenti normativi

  • D.P.R. 19 dicembre 2001 n. 480 – Regolamento recante semplificazione del procedimento di autorizzazione per l’esercizio dell’attività di rimessa di veicoli e degli adempimenti richiesti agli esercenti autorimesse
  • Ministero dell’Interno Decreto 21 febbraio 2017 – Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa 
  • Regolamento Comunale di Polizia Amministrativa n. 330