Attività sottoposte al procedimento

La nuova normativa relativa al comparto ricettivo extralberghiero, legge regionale n.13/17, li ha abrogati e pertanto dall’entrata in vigore del Regolamento n.4/2018 non è più possibile avviare questo tipo di attività nella nostra Regione.

Tuttavia le disposizioni transitorie salvaguardano le situazioni esistenti.

Consultare la scheda tecnica predisposta dalla Regione Piemonte.

Cosa occorre fare

Per cessare, sospendere o modificare, un’attività di Alloggio Vacanza è necessario inviare, esclusivamente tramite PEC al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di Torino, all’indirizzo suap@cert.comune.torino.it la Segnalazione di inizio attività allegando tutti i documenti integrativi previsti utilizzando la modulistica presente nella sezione modulistica della Regione Piemonte.

La presentazione della SCIA consente di iniziare subito l’attività

Documentazione da allegare

Tutti i documenti da allegare sono indicati sui moduli presenti sulla pagina della Regione Piemonte

Modulistica

Contatti

La struttura competente è lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) della quale è responsabile il Dott. Flavio Roux.
Il responsabile del Procedimento è la funzionaria Dott.ssa Chiara Bravo.
Lo Sportello Unificato del Commercio ha sede a Torino in Via Meucci 4.
Per informazioni e-mail: commercio-licenzeps@comune.torino.it

Per ulteriori richieste informazioni e informazioni su orari e sportelli consultare la pagina Contatti.

Tempistica

Per la S.C.I.A.: Ai sensi dell’art.19 comma 2 della Legge 241/1990 l’attività può essere modificata dalla data di presentazione della Segnalazione all’Amministrazione competente, fatti salvi eventuali provvedimenti interdittivi che possono essere adottati entro 60 giorni dalla presentazione.

Oneri

I diritti di istruttoria, previsti dalla Deliberazione della Giunta Comunale n. 449 del 28 giugno 2022, sono di € 50,00.

L’importo dovuto deve essere versato tramite il portale PiemontePay/pagoPA di Torinofacile scegliendo la modalità di “pagamento spontaneo” alla voce predefinita: “Commercio – Diritti – Diritti istruttoria e/o segreteria pratiche“.

Per la comunicazione di cessazione/sospensione/riavvio non è dovuto il pagamento dei diritti.

Durata/Rinnovi

Le SCIA per variazioni hanno validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali.

Non è prevista alcuna comunicazione di rinnovo periodico.

Riferimenti normativi

  • Legge regionale 3 agosto 2017, n.13
  • DPGR 8 giugno 2018, n. 4/R