Attività sottoposte al procedimento

Per “luminarie” si intendono gli addobbi luminosi utilizzati in occasione di ricorrenze, feste patronali o di festività di vario genere (ad esempio le festività natalizie) per le strade e le piazze.

Per effettuarne l’installazione, montaggio e relativa accensione occorre presentare Comunicazione al Comune tramite il SUAP.

Requisiti soggettivi:

  1. possesso dei requisiti morali previsti dall’articolo 11 del R.D. 773/1931;
  2. assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia.

Requisiti professionali: 

Il materiale impiegato, le caratteristiche dell’impianto e le modalità di installazione sono conformi a quanto previsto dalla vigente normativa di settore e gli elementi da installare devono essere realizzati e collocati in conformità alle disposizioni contenute nel decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (codice della strada) e del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada).

Le installazioni avverranno in modo tale che sia garantita l’incolumità di persone e animali e la sicurezza della cose.

Ogni operazione di installazione, manutenzione e smontaggio degli impianti sarà effettuata da personale in possesso di appositi requisiti professionali. Inoltre chi effettua l’attività di installazione, montaggio, accensione delle luminarie deve rilasciare certificato di conformità degli impianti di cui all’art. 7 D.M. 22 gennaio 2008, n. 37.

Registro imprese: l’impresa deve essere iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio (l’unità locale deve essere iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio entro un massimo di 30 giorni dalla data di avvio dell’attività).

Altri requisiti:

Possesso di adeguata polizza assicurativa a copertura di danni eventualmente causati a terzi.

Gli elementi che costituiscono le luminarie devono essere elementi decorativi ispirati all’evento per il quale sono posizionate e devono essere privi di qualsiasi riferimento pubblicitario.

In particolare, non avranno caratteristiche che possano ingenerare confusione con la segnaletica stradale o che possano renderne difficile la comprensione o ridurne la visibilità o l’efficacia, né che possano arrecare disturbo visivo agli utenti della strada o distrarne l’attenzione.

Gli elementi installati non creeranno problemi né ostacoli alla pubblica viabilità e si garantisce il libero e sicuro transito ai veicoli, autocarri e pedoni e saranno installati in modo da garantire la resistenza all’azione degli agenti atmosferici, in condizioni di massima sicurezza; non saranno effettuati ancoraggi a pali o lampioni della pubblica illuminazione, o alle strutture di sostegno di cavi dell’energia elettrica o di telecomunicazioni, o alle piante o a qualsiasi opera o cosa di pubblico interesse, senza che sia stata preventivamente ed espressamente ottenuta l’autorizzazione da parte dell’ente proprietario.

In caso di ancoraggio diretto sulla facciata di edifici privati questo sarà effettuato con l’assenso scritto del soggetto proprietario e si provvederà al ripristino a perfetta regola d’arte della facciata stessa, in modo tale che non ne sia deturpato l’aspetto estetico.

Cosa occorre fare

Presentare la Comunicazione corredata dai relativi allegati tramite il Portale Impresainungiorno, compilata dal titolare dell’attività di somministrazione o da un delegato alla compilazione.

Documentazione da allegare

  • fotocopia del documento di identità in corso di validità dell’interessato;
  • copia del permesso di soggiorno in corso di validità (per i cittadini extracomunitari);
  • dichiarazione attestante l’inesistenza di cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67 del DLgs 6.9.2011, n. 159 e s.m.i.,con relative copie del documento di identità in corso di validità, da compilare da parte di: altri componenti la Società nei casi in cui è prevista (SNC: tutti i soci, SAS: socio accomandatario SPA e SRL: rappresentante legale e membri del C.d.A. con poteri di firma);
  • planimetria in scala adeguata o dettagliata elencazione riportante i luoghi delle installazioni e i punti di ancoraggio e allacciamento;
  • dichiarazione che l’impianto elettrico sarà installato e l’allacciamento alla linea avverrà secondo la regola dell’arte, in conformità alla normativa vigente (fac-simile qui);
  • breve relazione tecnica descrittiva degli elementi installati e/o disegno schematico delle
  • decorazioni;
  • copia fotostatica della polizza assicurativa a copertura di danni eventualmente causati a terzi;
  • eventuale nulla osta da parte dei proprietari dei fabbricati e/o altre strutture interessati dalle installazioni;
  • attestazione dell’avvenuto versamento di Euro 20,00;
  • In caso di procura speciale, documento di identità di chi conferisce tale procura (eventuale).

Modulistica

Il modello di Comunicazione vengono generati direttamente sul portale Impresainungiorno dopo aver selezionato il procedimento da utilizzare.

Contatti

La struttura competente è lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) della quale è responsabile il Dott. Flavio Roux.

Il responsabile del Procedimento è la funzionaria Dott.ssa Chiara Bravo.

Lo Sportello Unificato del Commercio ha sede a Torino in Via Meucci 4.

Per informazioni e-mail: commercio-licenzeps@comune.torino.it

Per ulteriori richieste informazioni e informazioni su orari e sportelli consultare la pagina Contatti.

Enti coinvolti

Corpo di Polizia Municipale

Tempistica

La presentazione della Comunicazione consente di iniziare subito l’attività.

Oneri

I diritti di istruttoria, previsti dalla Deliberazione della Giunta Comunale n. 449 del 28 giugno 2022, sono di € 20,00.

L’importo dovuto deve essere versato unicamente tramite il servizio PagoPA all’interno del Portale Impresainungiorno.

Durata/Rinnovi

Le Comunicazioni hanno validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali.

Non è prevista alcuna comunicazione di rinnovo periodico.

Riferimenti normativi

  • D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222 “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi ….
  • D.M. 22 gennaio 2008, n. 37 “Regolamento concernente l’attuazione dell’articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici
  • L. 5 marzo 1990, n. 46 “Norme per la sicurezza degli impianti
  • R.D. 18 giugno 1931, n. 773 “Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
  • R.D. 6 maggio 1940, n. 635 “Approvazione del regolamento per l’esecuzione del testo unico R.D. 18 giugno 1931 n. 773 delle leggi di pubblica sicurezza