Mappa del sito |

Ultimo aggiornamento: 03/12/2020

Contenimento emergenza seconda ondata

 

FAQ, aggiornamenti, tutorial (Ministero della Salute)

 

- sospesa fino al 9 gennaio 2021 la ZTL
- sino a sabato 28 novembre 2020 (compreso) sospeso il pagamento sosta strisce blu
MODELLO di AUTODICHIARAZIONE per SPOSTAMENTI

 

sino al 3 dicembre 2020  (salvo diverse disposizioni, modifiche o proroghe)
in base a Decreti Presidente del Consiglio 3 novembre 2020  (14 articoli e 25 allegati):

Misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale

- obbligo di mascherine sempre, al chiuso e all'aperto, ad eccezione di abitazioni private e dove sia garantito in modo continuativo l'isolamento dai non conviventi; esclusi i bambini meno di 6 anni, chi svolge attività sportiva, soggetti con patologie o disabilità incompatibili;

- distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

- fortemente raccomandata la mascherina in abitazioni private se con non conviventi; fortemente raccomandato di non ricevere non conviventi;

- possibilità di chiudere dopo le 21:00 strade o piazze dei centri urbani con possibili assembramenti;

- forte raccomandazione ad evitare qualsiasi spostamento salvo che per lavoro, studio, salute, necessità ;

- obbligo in tutti i locali aperti al pubblico, compresi esercizi commerciali, di esporre cartello con numero massimo di presenze contemporanee;

- soggetti con infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5° devono rimanere presso il domicilio;

- accesso ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento e della distanza di sicurezza; sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento;

- è consentito l'accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza;

 
  • consentita attività sportiva o motoria all'aperto nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri;
  • sospesi eventi e competizioni sportive (con deroghe),  attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali , centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, sport di contatto e relative attività formative;
  • manifestazioni pubbliche solo forma statica, con rispetto distanze interpersonali e misure di contenimento;
  • sospese attività di sale giochi, scommesse, bingo, casinò, sale da ballo e discoteche anche all'aperto;
  • sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, concerti,  cinematografiche anche all'aperto;
  • vietate le feste al chiuso e all'aperto, anche per cerimonie civili e religiose;
  • vietate sagre, fiere e analoghi eventi; 
  • sospesi convegni e congressi, salvo se con modalità a distanza; 
  • le riunioni delle pubbliche amministrazioni si svolgono in modalità a distanza, fortemente raccomandato anche per riunioni private;
  • accesso ai luoghi di culto con misure per evitare assembramenti e garanzia di distanza di almeno un metro; 
  • musei e istituti e luoghi della cultura con fruizione contingentata per evitare assembramenti, rispetto distanza di almeno un metro;
  • attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi in presenza;
  • temporanea sospensione delle prove pratiche di guida;
  • sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche ;
  • divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere in sale di attesa accettazione e pronto soccorso; accesso limitato di parenti e visitatori a strutture a lungo-degenza, residenze sanitarie assistite, strutture riabilitative e residenziali per anziani;
  • attività commerciali al dettaglio con distanza interpersonale almeno un metro, ingressi dilazionati, rispetto dei protocolli idonei a ridurre il rischio di contagio;
  • sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, fino alle ore 24:00 la ristorazione con asporto, divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze
  • servizi alla persona consentiti con rispetto protocolli e linee guida;
  • garantiti servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l'attività settore agricolo e zootecnico;
  • nel trasporto pubblico locale va evitato il sovraffollamento nelle ore di punta;
  • attività professionali, si raccomandano ricorso al lavoro agile, ferie e congedi retribuiti, protocolli di sicurezza anti-contagio, obbligo di utilizzare dispositivi di protezione delle vie respiratorie, sanificazione dei luoghi di lavoro;;
  • chiusi i comprensori sciistici, salvo adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni validate dal Comitato tecnico-scientifico;
  • strutture ricettive aperte a condizione sia assicurato distanziamento.- 
  • per gli altri articoli (informazione, spostamenti da-per estero, sorveglianza sanitaria, trasporti pubblici, monitoraggio misure) si veda il testo integrale con allegati del DPCM
  • per il Piemonte, decreti Ministro della Salute e Presidente Regione Piemonte  del 23 e 24 ottobre:
  • chiusura dei centri commerciali il sabato e la domenica;
  • vietati gli spostamenti dalle 22 alle 5 del mattino dopo.

(Piemonte) ulteriori misure di contenimento del contagio su alcune aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto

  • vietato uscire dai confini comunali;
  • all'interno dei confini comunali consentiti spostamenti solo per  comprovate esigenze lavorative, necessità o salute;
  • consentito  il  rientro presso il domicilio;
  • sospeso commercio al  dettaglioeccetto alimentari, prima necessità (all. 23), edicole, tabaccai, farmacie;
  • sospesa ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), consentita  consegna  a  domicilio e consentita fino alle 22 ristorazione  con  asporto, con divieto di consumazione sul  posto  o  nelle  adiacenze;
  • sospese attività centri sportivi all'aperto ed eventi e competizioni  organizzati da enti promozione sportiva;
  • consentita attività  motoria  in prossimità propria abitazione con rispetto distanza 1 metro e obbligo mascherina;
  • consentita attività sportiva esclusivamente all'aperto e individuale;
  • attività scolastiche esclusivamente a distanza a partire dal primo anno di scuola secondaria  di primo grado;
  • nei pubblici uffici personale in presenza solo per attività indifferibili  che  ne richiedono la presenza,  anche  in  ragione  della  gestione   dell'emergenza; il personale non in presenza lavora in modalità agile;
  • sospesi servizi  alla  persona diversi da quelli individuati in all. 24;

Per il territorio della Circoscrizione 4 sono CHIUSI:
- Centri d'Incontro (via Lessona 1, piazza Umbria 28 bis, E18 strada Antica di Collegno 208);
- piscine (Franzoj, str. Antica di Collegno 211);
- palestre;
- bagni municipali (via Bianzé 28);
- biblioteche (anche per prestito e restituzione);
- teatri (Teatro Astra), cinema, luoghi di spettacolo.

La piscina Pellerina è chiusa in attesa di affidamento con esternalizzazione e di manutenzione straordinaria

aperti solo per attività ludiche, ricreative ed educative rivolte a bambini e ragazzi, affidati in custodia ad operatori e obbligo di adozione di appositi protocolli di sicurezza:
- casa del quartiere +SpazioQuattro (via Saccarelli 18);
- centri di aggregazione
  bellARTE (via Bellardi 116) e CARTIERA (via Fossano 8);

Aperti con rispetto misure di contenimento (obbligo mascherine e guanti per ambulanti, mascherine per clienti, distanziamento)  i mercati rionali, solo per alimentari
.

Decreti Presidente del Consiglio

Decreto Presidente del Consiglio 24 ottobre 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 18 ottobre 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 13 ottobre 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 7 settembre 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 7 agosto 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 14 luglio 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 11 giugno 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 17 maggio (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 26 aprile  (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 10 aprile  (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Legge 25 marzo 2020 (misure urgenti per evitare la diffusione del COVID-19 - Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 22 marzo 2020 e allegato 1 - codici ATECO (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Legge 17 marzo 2020 (servizio sanitario e sostegno economico - Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 11 marzo 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 9 marzo 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 8 marzo 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Decreto Presidente del Consiglio 4 marzo 2020 (Gazzetta Ufficiale)
Gazzetta Ufficiale, raccolta atti misure di contenimento emergenza epidemiologica - 1
Gazzetta Ufficiale, raccolta atti misure di contenimento emergenza epidemiologica - 2

Insieme ad una serie di misure igieniche da seguire, si ricorda che i cittadini che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, fra cui rientra il Coronavirus Covid 19, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di base e le Asl di riferimento e, solo in caso di reale urgenza, il numero 112 e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso.

800 333 444
 è l'UNICO NUMERO VERDE  (lun-ven 9-21) della Regione Piemonte attivo e autorizzato a rispondere ad eventuali richieste di chiarimenti in merito all'ordinanza. Per informazioni è possibile inoltre scrivere un'email all'indirizzo: 800333444@regione.piemonte.it

Attivato il nuovo numero verde sanitario della Regione 800 19 20 20, dove risponde personale specializzato, che esegue una sorta di pre-triage, e, sulla base di una serie di domande e risposte, indica al paziente cosa fare o dove recarsi per ottenere la risposta assistenziale più appropriata.

Per tutte le persone che abbiano il sospetto di aver contratto il virus restano comunque sempre validi i numeri nazionali 1500 e 112.

Per chi non si può muovere: la Protezione civile della Città di Torino mette a disposizione il numero verde 800 444 004 (10-17 tutti i giorni; attivo anche lo 011 011 37000) per consegna spesa, farmaci e altro. Supporto psicologico (associazione Psicologi per il popolo) per chi è solo allo 011 011 37782 (10-12 e 17-19)

VEDI ANCHE

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus (FAQ e aggiornamenti, Ministero della Salute)
http://www.comune.torino.it/circ4/comunicazione/2020/leaflet-coronavirus_23_2_2020.pdf (10 comportamenti da seguire, Ministero della Salute)

 

BOLLETTINI e MAPPE di DIFFUSIONE

Aggiornamenti Regione Piemonte (notizie a flusso continuo, bollettino giornaliero dati COVID 18:30-19)
Mappa dei contagi Piemonte
Situazione in Italia per regione e per provincia (GEDi Visual)
Situazione in Italia per regione e provincia (Protezione Civile)
Coronavirus COVID-19 Global Cases by Johns Hopkins CSSE (mappa del contagio)
COVID-19 Coronavirus pandemic (Worldometer, tabelle dettagliate)

Misure igienico-sanitarie

  1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e  altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche  per  il  lavaggio delle mani; 
  2. evitare il  contatto  ravvicinato  con  persone  che  soffrono  di infezioni respiratorie acute; 
  3. evitare abbracci e strette di mano; 
  4. mantenere, nei contatti sociali, una  distanza  interpersonale  di almeno un metro; 
  5. praticare l'igiene respiratoria  (starnutire  e/o  tossire  in  un fazzoletto evitando il  contatto  delle  mani  con  le  secrezioni respiratorie); 
  6. evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri,  in  particolare durante l'attività sportiva; 
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; 
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce; 
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a  meno  che  siano prescritti dal medico; 
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; 
  11. è  fortemente  raccomandato  in  tutti   i   contatti   sociali, utilizzare  protezioni  delle   vie   respiratorie   come   misura aggiuntiva   alle   altre   misure   di   protezione   individuale igienico-sanitarie.