Mappa del sito |

Ultimo aggiornamento: 16/11/2018

bollettini METEO e misure antismog

Bollettini ARPA

- bollettino meteo ARPA (emissione giornaliera)
- bollettino allerta meteoidrologica ARPA (emissione giornaliera)
- bollettino ondate di calore Città di Torino ARPA
- bollettino idrologico ARPA (emissione giornaliera lun-ven)
- report giornaliero PM10 Torino e cintura (centraline ARPA)

- tutti i bollettini ARPA
- meteo Regione Piemonte (ARPA)

- dati meteo tempo reale Torino Giardini Reali (ARPA)
- bollettino valanghe ARPA (giornaliero dicembre-maggio)
- bollettino pollini allergenici ARPA (settimanale)
- bollettino ozono ARPA (emissione giornaliera lun-ven da maggio a settembre)

 

Misure antismog

Dal 15 ottobre 2018 limitazioni alla circolazione per inquinamento da polveri sottili (PM10):

  1. consulta le informazioni aggiornate sulle limitazioni alla circolazione in homepage Comune di Torino;
  2. ordinanza n.64 del 12 ottobre 2018;
  3. mappa del territorio interessato;
  4. schema riassuntivo delle limitazioni
  5. dati giornalieri particolato PM10 (ARPA)

Bollettino meteo Nimbus dal 14-18 Novembre 2018

Bollettino Nimbus per il Piemonte e la Valle d'Aosta
in dettaglio:
http://www.nimbus.it/italiameteo/previpiemonte.htm

DALL'AUTUNNNO MITE AL PRIMO GELO
Un
promontorio di alta pressione ha favorito belle schiarite, ma sulle
pianure resta una massa d'aria più umida che mantiene strati di nubi
basse, limitati mercoledì alle zone orientali e basso Piemonte e giovedì
un po' più estesi. Nei prossimi giorni il netto rafforzamento dell'alta
pressione tra il Baltico e la Penisola scandinava attiverà una corrente
più fredda orientale verso la Penisola. Questa nel corso di sabato
potrà provocare qualche precipitazione, nevosa fin sotto i 1000 metri.

PROBABILE EVOLUZIONE A MEDIO TERMINE
Alta
pressione centrata sul Nord Europa e flusso orientale più freddo sulle
regioni alpine e al Nord-Ovest. Condizioni in gran parte asciutte, salvo
annuvolamenti per ingresso di aria più umida orientale associati a
qualche precipitazione sui settori montani e pedemontani. Temperature
tendenti a portarsi al di sotto della norma stagionale, con primo gelo
notturno nelle notti serene.