Circoscrizione 4 San Donato Campidoglio Parella Città di Torino  >>  Circoscrizione IV  >> Territorio
  San Donato - Campidoglio - Parella CERCA NEL SITO
Rotonda di
piazza Rivoli

Dopo l'apertura del sottopasso, Giovedì 1 Dicembre 2005 è stata aperta anche la rotonda centrale di piazza Rivoli. Novità nell'arredo urbano e problemi di circolazione...

Novità
Il progetto, approvato nel dicembre 2004, si articola in due fasi distinte. La prima, appena terminata, definisce l'assetto del sistema di circolazione principale, con la rotonda di 40 metri di diametro nel centro della piazza; la seconda, riguardante prioritariamente le fasce pedonali, sarà delineata dopo una nuova progettazione sulla base dei nuovi flussi circolatori della piazza. Per il completamento della riqualificazione bisognerà attendere la fine delle Olimpiadi.

Nella fase di progettazione, particolare cura è stata riservata all'arredo urbano e ad una ridefinizione complessiva della viabilità e più complessivamente dell'ambiente così da restituire a Corso Francia e alle tre grandi piazze "coinvolte", (Bernini, Rivoli e Massaua) il carattere di luoghi di relazione e di scambio.
Le linee guida della riqualificazione funzionale, delineate dallo Studio De Ferrari Architetti, prevedono due sistemi circolatori sostanzialmente indipendenti:

  • un "sistema a circolazione veloce" che interessa le carreggiate centrali, con due corsie (il cui spartitraffico centrale ospiterà i pozzi di luce delle stazioni della metropolitana) con una per la svolta a sinistra in prossimità degli incroci;
  • un "sistema a circolazione lenta", in prossimità degli edifici, destinata a residenti ed esercizi commerciali, e pensata per favorire l'uso pedonale lontano dalle auto in transito.

La progettazione, a cura degli uffici del Settore Arredo e Immagine Urbana del Comune di Torino, prevede pertanto:

  • fascia pedonale più ampia;
  • percorsi tattili di colore giallo che indirizzeranno le persone con difficoltà visive negli attraversamenti pedonali e agli accessi delle stazioni;
  • una nuova pista ciclabile, con una corsia unidirezionale in sede propria con larghezza di 1,5 metri (pavimentazione a lastre leggermente rialzate rispetto al manto stradale destinato al traffico veicolare) su ognuna delle carreggiate laterali;
  • sosta dei veicoli a lisca di pesce tra la carreggiata laterale e quella centrale.

Vedi anche (testo tratto da):

- http://www.metrotorino.it/html/cosa_sistemazione.html

e

- http://www.torino-internazionale.org/

Problemi
La nuova rotonda presenta numerosi punti di immissione, i quali, specialmente in corrispondenza dell'innesto di corso Vittorio Emanuele, sembrano essere troppo ravvicinati.

Chi proviene da corso Francia (lato Rivoli), trova difficoltà a reimboccare corso Francia (direzione piazza Statuto), essendo spesso ostacolato da chi "sbuca" da corso Vittorio, e viceversa. Tutto ciò può provocare sia situazioni di pericolo che rallentamenti.

Anche la nuova conformazione "a petalo" dei controviali (con un senso di rotazione inverso rispetto alle corsie centrali) non sembra esente da problemi: essendo stata interrotta la continuità fra i vari "spicchi" della piazza tutto il traffico dei controviali è obbligato a utilizzare sia in fase di entrata che in fase di uscita le corsie centrali, con il conseguente aumento delle immissioni e del traffico sulle corsie centrali.

Per lo stesso motivo i ciclisti provenienti dai controviali dei corsi Francia, Lecce e Vittorio Emanuele sono obbligati a imboccare la rotonda centrale, con tutti i pericoli del caso.

Giungono infine segnalazioni dei cittadini che lamentano la mancanza di posti macchina e che richiedono il ripristino del parcheggio a spina nel controviale di corso Lecce corrispondente al sottopasso.

(a cura Ufficio Comunicazione&Immagine, Circoscrizione IV)


Clicca sulle foto per ingrandirle

Vai alle altre gallerie fotografiche

Archivio
Archivio


inserimento 2.09.2005
aggiornamento 11.1.2006
 «Torna indietro