Mappa del sito |
| Ricerca avanzata

DOPO CINQUE ANNI DI RESTAURI, I GIARDINI REALI APRONO AL PUBBLICO


Ai Giardini Reali aprono al pubblico, dopo i restauri, anche la Fontana dei Tritoni, i Bastioni e il Teatro Romano.
La Città accoglie e rivalorizza uno dei luohi più suggestivi e importanti dal punto di vista storico e culturale
"Torino è una città bellissima. Come spaziosità supera, io penso, tutto ciò che è stato immaginato prima", così Mark Twain parlava del capoluogo piemontese, una città che affascina e cattura. Per chi ha intenzione di farci una tappa, di passare un weekend, di visitarla sentendosi, anche per poco, suo cittadino è possibile raggiungere i Giardini Reali riaperti dopo una chiusura di oltre cinque anni. Il grande lavoro di sistemazione ha coinvolto il Sistema Consulta, i Musei Reali di Torino, il Ministero della Cultura, il Segreteriato Regionale per il Piemonte.

I Giardini Reali - cuore verde che abbraccia come una corolla il complesso dei Musei Reali di Torino - sono disponibili alla visita dopo un importantelavoro di restauro e rifunzionalizzazione della Fontana delle Nereidi e dei Tritoni nel Giardino di Levante, del muro di cinta dell'antica fortificazione e dei Bastioni. L'intero complesso rappresenta uno dei luoghi più suggestivi della città e di grande importanza per il suo alto valore storico ed artistico.

Si potranno di nuovo percorrere gli eleganti viali geometrici che rivelano meraviglie botaniche, giochi prospettici e sculture, naturale proseguimento del percorso di visita che dalle sale di Palazzo Reale e della Galleria Sabauda fluisce verso l'esterno, ampliando ancor di più un'offerta culturale da vivere sia dentro che fuori. L'evento diventa occasione per presentare al pubblico il recupero dell'area archeologica del Teatro di Augusta Taurinorum, che insieme alla Porta Palatina è il più importante monumento romano conservato in città. Dopo due anni di complesso restauro, il Teatro viene consegnato ufficialmente dal Segretariato Regionale per il Piemonte del Ministero ai Musei Reali, che si prenderanno cura della sua apertura al pubblico.

Un lavoro enorme per ridare a Torino e a chiunque vi sia ospite, fisso o temporaneo, la possibilità di immergersi in unospazio storico dal valore inestimabile.

Architettura e spaziosità
sono i protagonisti di questi Giardini, i silenziosi accompagnatori di un percorso volto a evidenziare il carattere storico e culturale della città stessa.