Salta ai contenuti

Urban 2

Progetto

Città di Torino

Urban 2 Torino   urban 2 > il progetto

Casa del Quotidiano

Urban 2 è il programma di “rigenerazione urbana” promosso dall’Unione Europea che finanzia interventi volti a rilanciare lo sviluppo e a migliorare la qualità della vita e dell’ambiente nel quartiere Mirafiori Nord .
Il programma prevede interventi per un valore superiore a 40 milioni di euro: finanziamenti che saranno impiegati per attivare processi di trasformazione sociale, fisica ed economica nel quartiere, al fine di far emergere nuove e positive opportunità di sviluppo per la popolazione locale.

Il programma Urban 2 si inserisce in un contesto più ampio di valorizzazione delle periferie torinesi che la Città sta attuando dal 1998 con la creazione di un nuovo settore del comune, il Settore Periferie . Attraverso questo programma la Città di Torino sta da tempo investendo ingenti risorse per la riqualificazione delle periferie da un punto di vista urbano, ambientale e sociale. Attualmente il Settore Periferie ha quattordici azioni di sviluppo locale avviate in Torino, tra cui una nell’area di Mirafiori Nord. Sulla scorta del lavoro svolto dal Tavolo Sociale , il gruppo composto da associazioni e cittadini formatosi in fase preparatoria (pre-bando Urban), è maturata la scelta di candidare Mirafiori Nord al programma Urban e si è sviluppato un lavoro sistematico di ricerca e di progettazione del programma. A fianco del Tavolo Sociale, hanno contribuito attivamente le forze economiche e sociali di livello cittadino interessate alla trasformazione e rigenerazione dell’area.
Con decisione n. C/2001/3531 in data 23 novembre 2001 è stato formalmente adottato il Programma d’Iniziativa Comunitaria (PIC) URBAN II Mirafiori Nord . Il Programma candidato dalla Città di Torino era, infatti, risultato tra i dieci selezionati dal bando di gara nazionale, predisposto dall'allora Ministero dei Lavori Pubblici, in risposta al bando di gara europeo (Comunicazione agli Stati membri della Commissione Europea del 28 aprile 2000 n. 2000/C141/04). Così Torino, con l’area di Mirafiori Nord, insieme ad altre 9 città italiane e circa 70 europee, sarà interessata fino al 2006 da importanti interventi di riqualificazione.
In coerenza con le finalità espresse dallo stesso D.M. 7 luglio 2000 “Programmi di iniziativa comunitaria concernenti la rivitalizzazione economica e sociale delle città e delle zone adiacenti in crisi, per promuovere uno sviluppo urbano sostenibile – URBAN II”, il programma intende promuovere l’elaborazione e l’attuazione di strategie particolarmente innovative ai fini della ripresa economica e sociale sostenibile di Mirafiori Nord e favorire lo sviluppo e lo scambio di conoscenze ed esperienze sulla rivitalizzazione e lo sviluppo urbano sostenibile nell’Unione Europea.

Urban 2 ha iniziato la sua attività a gennaio 2002 , dopo la definitiva decisione assunta dalla Comunità Europea alla fine del 2001.
La sede di Urban 2, situata in via Rubino 24 angolo via Nitti, è operativa da aprile: qui si svolge la maggior parte del lavoro del Comitato che si è costituito per guidare il progetto.
Il programma, ora nella sua piena operatività, si fonda su una stretta collaborazione tra la Circoscrizione, i cittadini residenti e gli enti promotori. L’obiettivo comune è quello di cambiare in meglio e con intelligenza il volto di Mirafiori Nord, dando ai cittadini la possibilità di riappropriarsi di un quartiere vivo e vivibile.

Il progetto Urban 2 studiato per Mirafiori Nord, area di circa 25 mila abitanti e una superficie di più di due milioni di metri quadrati, è organizzato in tre principali assi di intervento:
Asse verde – il recupero fisico e la sostenibilità ambientale
Riqualificare l’ambiente fisico, valorizzando le molte aree verdi e sportive esistenti per creare spazi pubblici e percorsi urbani; promuovere lo sviluppo sostenibile come elemento di distinzione del quartiere, aumentando la vivibilità dei luoghi per far riscoprire quest’area ai suoi abitanti e al resto della città. Tra i molti progetti ci sono la riqualificazione di piazza Livio Bianco e dell’asse viario di Corso Tazzoli e di via Gaidano e via Dina, la ristrutturazione della cascina Roccafranca, l’obiettivo di raggiungere il 50 per cento di raccolta differenziata.
Asse Blu – la creazione di infrastrutture e conoscenze per lo sviluppo economico
Sostenere le imprese esistenti e aiutare nuove imprese a crescere e a creare occupazione, trasformando una periferia in un vero e proprio centro produttivo e vitale, che fornisce servizi moderni e tecnologicamente avanzati, valorizza la creatività e l’innovazione, sostiene l’inserimento nel mondo del lavoro di fasce deboli. Tra i molti progetti ci sono iniziative di sostegno alle piccole imprese, servizi per sviluppare le potenzialità della new economy, attività di formazione e inserimento nel mondo del lavoro.
Asse rosso – l’integrazione sociale, la lotta all’esclusione e la crescita culturale
Rafforzare il legami sociali e le reti di contatto tra gli abitanti, riducendo i fenomeni di isolamento ed esclusione sociale, ampliando i servizi esistenti e migliorando la qualità e l’accessibilità; creare occasioni di espressione culturale e artistica che rafforzino l’identità e il senso di appartenenza alla comunità. Tra i molti progetti ci sono l'apertura della Cascina Roccafranca, un centro per le famiglie, l’infanzia e gli anziani, il Progetto Cortili per il miglioramento della qualità dell’abitare nelle case di proprietà pubblica, interventi di arte pubblica partecipata, un progetto sulla storia e la memoria del quartiere.

materiale scaricabile   homepage di urban 2 stampa la pagina