Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > LUGLIO

Comunicato stampa

BIG DATA ANALYSIS: L’ESPERIENZA DELLA CITTA’

Trentadue manager, provenienti da differenti aziende quali ItalDesign, Comau, TEKSID, Magneti Marelli e FCA, hanno partecipato al laboratorio sulla Big Data Analysis, dell'executive Master in Manufacturing Automation&Digital Trasformation. Un incontro per apprendere le ultime tecniche di analisi dei dati grazie all'impegno di Università degli Studi di Torino, Università degli Studi di Milano, TIM e Città di Torino.

Al convegno i rappresentanti del Comune hanno raccontato la propria esperienza sui progetti che si stanno sviluppando nell'ambito dei Big Data.
Paola Pisano, Assessore all’Innovazione e alla Smart City della Città di Torino, ha sottolineato: “Il Comune si confronta con le aziende sul tema della Digital Transformation, dei Big Data, della Data Analytics e Machine Learning. La Città come le aziende devono poter padroneggiare le tecnologie per compiere scelte e migliorare i propri servizi. La semplicità e l'utilità saranno le linee guida con cui i dati verranno inseriti all'interno della piattaforma. L'analisi dei dati interni sarà utile per migliorare il modello di business del Comune: diminuire i costi ed aumentare i ricavi, accrescere la conoscenza dei cittadini e le relazioni con i nostri partner (inhouse, partecipate e fondazioni)”.
“La Città - afferma Alessandro Nasi, Responsabile Data Governance, Team Innovazione della Città di Torino - produce una grande quantità di dati che fino ad oggi è stata valorizzata solo in parte. Stiamo centralizzando in una Big Data Platform la raccolta dati provenienti da sensori - con il Progetto IoTorino - e dalle banche dati della Città. Grazie a questo strumento si svolgeranno attività di analisi e monitoraggio, anche di fenomeni complessi, come la qualità dell’aria, il trasporto pubblico e la sicurezza”.
L'obiettivo è apprendere nuove informazioni dall'ambiente per migliorarne la comprensione, definire nuove policy, reagire velocemente alle problematiche fino a prevenirle e migliorare la vita dei cittadini.
Presente anche il NIST (Nucleo Iinvestigazioni Scientifiche e Tecnologiche), con Gianfranco Todesco, Commissario Capo, che ritiene molto utile il laboratorio svolto: “Gli approcci e la vision sulla Big Data Analysis affrontati nel master sono in linea con l’esigenza di migliorare anche la sicurezza urbana”.
Infine, nel corso dell’evento, è stata spiegata la metodologia che la Città di Torino sta utilizzando per sviluppare i casi sui dati: si sta creando un team con competenze specifiche all'interno del Comune e si stanno definendo progetti che ben identifichino le problematiche e le risolvano.
Investire sulla formazione è fondamentale: il personale della Città, come quello delle aziende, deve avere nuove competenze e aggiornarle costantemente in modo da affrontare le sfide del futuro con gli strumenti appropriati. La nascita di nuove figure professionali è indispensabile. In questo modo anche la PA seguirà l’evolvere delle tecnologie e delle tendenze e risponderà al meglio alle esigenze dei cittadini.
(p.v.)


Pubblicato il 4 Luglio 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità