Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > GIUGNO

Comunicato stampa

RIPRISTINO AGEVOLAZIONI ISEE: IL CONFRONTO TRA CITTÀ E SINDACATO

Oggi La Giunta ha approvato la variazione di bilancio che permette di finanziare le agevolazioni Isee sulla Tari per le famiglie meno abbienti.

La variazione era stata presentata ad un incontro, avvenuto in data 13 giugno 2017, presso gli uffici di Piazza Palazzo di Città, alla presenza dell’assessore al Bilancio Sergio Rolando, dell’assessore Marco Giusta, della dirigente Laura Rinaldi e dei rappresentanti sindacali Maria Cristina Terrenati (CISL), Francesco Lo Grasso (UIL), Serena Moriondo (CGIL).
Nell'incontro era stato preannunciato il ripristino delle agevolazioni Isee confermando la dotazione di fondi dell’anno precedente al netto dei mancati pagamenti, per un valore di circa 3,2 milioni di euro. In quell'incontro sono stati comunicati i dati della distribuzione delle agevolazioni negli anni 2014, 2015 e 2016 evidenziando che la fascia di maggior tutela (quella compresa fra 0 e 13.000 Euro Isee) rimane tuttora la fascia che assorbe la maggior parte delle richieste effettuate (circa 42.000 pari al 76 % sul totale di circa 55mila agevolazioni). L’emersione dei dati da Conti correnti ha prodotto una sensibile riduzione delle richieste di agevolazioni Isee.
Una quota dei beneficiari di agevolazioni (circa 11mila) non ha assolto al pagamento della tassa dovuta e per questo motivo è stata affrontata una discussione sulla necessità di affrontare il tema del mancato pagamento degli agevolati in modo da non disperdere le risorse finanziarie che la Città accantona a tale scopo. Le parti hanno convenuto sia sull’importanza di sostenere le fasce deboli, attraverso il ripristino dei fondi per le agevolazioni, sia sulla necessità di stabilire un criterio di corresponsabilità da parte della cittadinanza attraverso la valorizzazione dei comportamenti corretti e il disincentivo per chi invece non assolve, anche mettendo in campo misure di comunicazione diffusa mirata soprattutto alla morosità incolpevole dando spazio agli strumenti a disposizione, quali ad esempio l’Isee istantaneo, attraverso il coinvolgimento dei Caaf. Le parti si riservano di incontrarsi per valutare la congruità del fondo qualora fosse necessario.
Seguirà ulteriore deliberazione per declinare dal punto di vista della concreta applicazione, a seguito di un ulteriore incontro tra gli assessori e le parti sociali, con l’ipotesi di addivenire ad un accordo al fine di mettere in campo le migliori strategie possibili, anche nella declinazione e suddivisione delle fasce di agevolazioni e sulle eventuali misure di contenimento dell’evasione.
(mm)


Pubblicato il 23 Giugno 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità