Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > MAGGIO

Comunicato stampa

ECOLABEL EUROPEO A OPEN 011

La Città di Torino ha ricevuto da Ispra il Premio Nazionale Ecolabel Ue (seconda edizione) per la struttura ricettiva comunale Open 011, la "Casa della Mobilità Giovanile e dell’Intercultura" di corso Venezia. La premiazione è avvenuta due giorni fa a Verona nell’ambito della XXIII edizione di “Pulire-The Smart Show” la fiera internazionale della pulizia professionale.

Questa la motivazione del premio: “Un esempio concreto di applicazione della filosofia Ecolabel Ue a un sistema di strutture ricettive, dove la comunicazione delle scelte è stata importante al pari delle scelte stesse. Si tratta di un approccio integrato in divenire che premia una politica di ecocompatibilità più ampia e che ha prodotto un eccellente risultato in termini di efficacia comunicativa”.
Open 011 è una struttura di accoglienza per studenti di proprietà della Città e affidata a un gerente privato; insieme, hanno applicato nell’attività di gestione una serie di azioni volte a ridurne l’impatto ambientale. Ad esempio, il risparmio di energia e di acqua che prevede l’applicazione di tecnologie e attività gestionali eco-compatibili, atte ad evitare gli sprechi; la prevenzione e gestione dei rifiuti attraverso la raccolta differenziata; il monitoraggio delle performance ambientali della struttura attraverso la rendicontazione dei consumi annui delle risorse impiegate; la formazione ambientale al personale e la sensibilizzazione dell’ospite verso il rispetto e l’importanza fondamentale dell’ambiente con la diffusione delle “buone pratiche” ambientali.
Il premio è stato conferito anche per la produzione di un sito web dedicato e per l’avvenuto intreccio della gestione della struttura con le politiche di mitigazione e di adattamento climatico realizzate dalla Città di Torino.
Sei mesi fa il Comune ha approvato le “Linee guida per l'ecosostenibilità delle strutture ricettive in stabili di proprietà dell`Amministrazione”, tese ad ottenere per tali strutture l’Ecolabel europeo.
Ora a Torino sono quattro le strutture che hanno già conseguito tale certificazione: oltre a Open 011, il Tomato Hotel, il Bamboo Eco Hostel e la Residenza Universitaria Olimpia Edisu Lungodora. Le linee guida della Città prevedono di far crescere l’ecosostenibilità della sua offerta turistica, che può diventare punto di riferimento nella diffusione di questa buona pratica a livello cittadino tra le strutture ricettive che desiderino condividere i valori della sostenibilità, per intercettare e soddisfare una domanda sempre più crescente di forme di turismo sostenibile e fare rete.
Il 7 giugno all’Open 011 si terrà, nell’ambito della rassegna “Torino Resiliente”, un convegno di formazione dal titolo “Ecolabel Ue come strumento strategico per promuovere l’ecoturismo”, nell’anno delle celebrazioni per i 25 anni dell’Ecolabel Ue, dedicato dall’Onu al turismo sostenibile. Il convegno sarà l’occasione per ascoltare le esperienze dei quattro punti ricettivi certificati e per visitare la mostra Ecolabel UE che illustra cosa è e come funziona il marchio ecologico europeo ed espone i prodotti piemontesi certificati: dai detergenti ai saponi, dai tessuti ai fazzoletti di carta. Il pubblico può così vedere i prodotti e imparare a riconoscere l'etichetta ecologica che aiuta a selezionare prodotti e servizi a basso impatto ambientale.
Qui il programma: http://www.comune.torino.it/ambiente/bm~doc/programma-25-anni.pdf
Perché è importante conseguire l’Ecolabel UE? La certificazione viene concessa solo una volta dimostrato il ridotto impatto ambientale del prodotto/servizio rispetto a quelli convenzionali della stessa categoria; l’efficacia dei prodotti certificati viene comprovata attraverso appositi test; i criteri per la valutazione della qualità ambientale nonché prestazionale del prodotto-servizio sono stabiliti su base scientifica e considerano l’intero ciclo di vita dello stesso quantificandone il potenziale impatto ambientale attraverso la metodologia Lca (Life-Cycle Assessment). I criteri vengono aggiornati ogni 3-5 anni e la certificazione viene rilasciata da un ente terzo, indipendente e pubblico. Infine, il prezzo al consumatore dei prodotti a marchio Ecolabel Ue è in linea con gli equivalenti convenzionali della sua categoria.
Una certificazione di qualità che favorisce l’immagine di Torino come città sensibile alla sostenibilità ambientale e in corsa per aprire le sue porte a turisti altrettanto sensibili, che saranno sempre più interessati a visitarla e ad apprezzarla.
(mm)


Pubblicato il 26 Maggio 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità