Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > MAGGIO

Comunicato stampa

RIORGANIZZAZIONE MACCHINA COMUNALE: ASSEGNATI GLI INCARICHI AI VERTICI DIRIGENZIALI

Firmate questo pomeriggio dalla sindaca Chiara Appendino le lettere per l’assegnazione dei nuovi incarichi ai dirigenti e ai direttori comunali: nomine definite nell’ambito del processo di riorganizzazione dell’ente, della configurazione di ogni unità amministrativa e dell’individuazione delle figure chiamate a coordinarle.
Nel corso della prima seduta prevista dal calendario dei lavori della Sala Rossa, la Sindaca riferirà al Consiglio comunale sulla composizione del nuovo organigramma e, nello specifico, del coordinamento delle complessive 132 posizioni previste.
“Competenza, innovazione, efficienza, efficacia e trasparenza – sottolinea Chiara Appendino – rappresentano le linee guida sulle quali è stato disegnato il nuovo assetto organizzativo dell’ente e definita la composizione dei vertici dirigenziali. Si tratta di un’operazione necessaria al buon funzionamento di una macchina amministrativa chiamata a rispondere alla crescente domanda di servizi, attraverso l’utilizzo ottimale di risorse finanziare sempre più contenute e delle capacità professionali di un capitale umano, che per questo Comune rappresenta una vera e propria ricchezza.
Rivolgo un sentito ringraziamento al segretario generale Mauro Penasso e al direttore delle Risorse Umane, Emilio Agagliati, il cui supporto è stato essenziale in questo importante passaggio del processo di riorganizzazione dell’ente.
Ringrazio anche tutti i dirigenti – conclude la Sindaca - per la disponibilità esemplare e la massima collaborazione mostrata, con l’augurio di condividere il lavoro, raggiungere gli obiettivi e di vincere insieme le sfide che ci attendono nei prossimi quattro anni.”
L’individuazione dei responsabili delle Direzioni centrali, così come i dirigenti d’Area e quelli dei Servizi, è stata effettuata mediante una call interna, tenendo conto delle competenze professionali, delle funzioni connesse e delle personali richieste, che è stato possibile accogliere nel 67 % dei casi.
La macrostruttura organizzativa, oltre al Comando della Polizia municipale, prevede dodici Direzioni generali per consentire il pieno raccordo tra indirizzo politico e azione amministrativa.
Ad eccezione dei vertici dei tre settori tecnici (Infrastrutture, Mobilità e Servizi Tecnici) si è realizzata una rotazione nel Comitato di Direzione (Co.Dir.): scelta che consente anche di rispondere a quanto richiesto dalla normativa anticorruzione.
Più nel dettaglio, la direzione delle Risorse Finanziarie è assunta da Paolo Lubbia, che mantiene le responsabilità su Suolo pubblico e Tributi.
Monica Lo Cascio continua a guidare i servizi di Welfare, assume la direzione del progetto speciale Campi nomadi e, nel momento in cui il direttore Aldo Garbarini lascerà per raggiunti limiti di età, anche la direzione dei Servizi Educativi.
A capo della direzione Patrimonio, Partecipate e Appalti c’è ora Antonino Calvano. All’Urbanistica e al progetto speciale Piano Regolatore, Sandro Golzio.
Giuseppe Ferrari guida Personale e Organizzazione, mentre Emilio Agagliati Cultura, Sport e Tempo libero, Servizi civici, Sistemi informativi e il progetto speciale Innovazione, Fondi europei, Smart city. Anna Tornoni è a capo della direzione Decentramento, Giovani e Pari Opportunità.
Commercio, Lavoro, Turismo, Attività Produttive e Sviluppo Economico hanno come direttore Paola Virano.
Ambiente, Verde e Protezione civile sono affidati a Claudio Lamberti. Roberto Bertasio guida Infrastrutture e Mobilità, mentre la direzione dei Servizi Tecnici è assegnata a Sergio Brero.
Confermati i responsabili dei servizi centrali Gabinetto della Sindaca, Consiglio comunale e Avvocatura: il Portavoce e Capo Gabinetto della Sindaca Paolo Giordana, il Capo Ufficio Stampa Luca Pasquaretta, la responsabile dell’Avvocatura Donatella Spinelli, e Flavio Roux per il Consiglio comunale.
A seguito della riorganizzazione, la struttura dell’ente è articolata in unità organizzative a vari livelli funzionali: direzioni centrali (unione coordinata di aree e servizi anche funzionalmente eterogenei), servizi centrali (unione coordinata servizi e/o uffici alle dirette dipendenze della Sindaca e del Segretario generale), direzioni d'area (unione coordinata di servizi), servizi (unione coordinata di uffici). (mge)


Pubblicato il 5 Maggio 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità