Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > APRILE

Comunicato stampa

LA RELAZIONE IN SALA ROSSA DELL’ASSESSORE ROLANDO HA APERTO OGGI LA SESSIONE DI BILANCIO 2017

DIBATTITO IL 27-28 APRILE, VOTAZIONI 3-4 MAGGIO

Con la relazione dell’assessore Sergio Rolando, si è formalmente aperta in Sala Rossa la sessione di Bilancio. Il Consiglio comunale discuterà il documento di previsione 2017 - il primo elaborato dall’amministrazione comunale eletta l’anno scorso - nelle sedute già previste per giovedì 27 e venerdì 28 aprile, mentre la settimana successiva (3 e 4 maggio) avranno luogo le votazioni.
L’assessore Rolando ha introdotto la relazione con un’ampia panoramica del quadro economico a livello mondiale ed europeo, segnato da dati contradditori a seconda delle aree geografiche e dei singoli paesi, con la grande incognita rappresentata dalle forti crisi geopolitiche. Per quanto riguarda l’Italia, l’assessore ha evocato le elaborazioni del Centro studi di Confindustria, che indicano un aumento del PIL, per il 2018, pari all’1% a fronte dello 0.8% previsto per quest’anno. I dati positivi, quali il miglioramento della bilancia tecnologica italiana e una crescita – non estesa a tutti i settori – dell’attività industriale, hanno come contraltare la mancata accelerazione dei consumi interni, in una situazione che ha visto crescere la fascia di popolazione in povertà assoluta del 157% nell’ultimo decennio.
Per quanto riguarda gli aspetti più strettamente attinenti al Bilancio di previsione 2017, il quale pareggia per la parte corrente a 1.323 milioni di euro e 145 milioni in investimenti – senza utilizzo del presunto avanzo di amministrazione - l’assessore ne ha sottolineato la netta discontinuità rispetto ai bilanci delle amministrazioni precedenti.
Rolando ha ricordato a questo proposito come sia stato costituito un fondo dedicato ai derivati: “la sottoscrizione dei primi derivati da parte dell’Ente risale al periodo 2001-2006 e da allora non era mai stato previsto a bilancio un fondo relativo a tali rischi”. Inoltre ha ricordato come sia in corso un approfondimento della Corte dei Conti sulla questione dei pagamenti alla società Infra.To (incaricata della costruzione del metrò) e il tema della problematicità ancora non risolta del rapporto economico esistente fra GTT e Agenzia Metropolitana della Mobilità, verso la quale gli amministratori GTT sostengono l’esistenza di crediti.
L’assessore ha quindi ricordato l’incremento dei fondi per la manutenzione di strade, aree verdi ed edifici pubblici, oggetto di tagli negli anni scorsi, e precisato che la Legge 208/2015 prevede che quest’anno gli Enti locali possano utilizzare in parte corrente gli oneri di urbanizzazione. Dopo alcuni passaggi sulla riorganizzazione delle partecipazioni e del patrimonio, Rolando ha affrontato in specifico le voci del Bilancio 2017
Nell’ambito delle entrate previste, ha spiegato l’assessore, le entrate tributarie ammontano a 826 milioni di euro, pari al bilancio assestato 2016, mentre i trasferimenti correnti assommano a 137 milioni e le entrate extratributarie sono pari a 314 milioni (-4 rispetto all’anno scorso). Si tratta di refezione, interessi fitti attivi, canoni di concessione e contravvenzioni: le sanzioni relative al Codice della Strada si prevedono pari a 109 milioni, la stessa cifra del Bilancio 2016 assestato. L’assessore ha quindi segnalato una riduzione della spesa in parte corrente pari a 35 milioni, a cominciare dalla voce “personale”, che si riduce di 8 milioni scendendo a 399. Scendono anche le spese per acquisto di beni e servizi (-11 milioni) e i trasferimenti correnti (13).
I 145 milioni di spesa in conto capitale sono finanziati per 11 milioni da concessioni edilizie, 54 da contributi di Stato, Regione e altri enti, 38 da nuovi mutui, 28 da entrate proprie, alienazioni di beni e riduzioni di attività finanziarie, 14 dal canone pluriennale dell’Istituto Carlo Alberto.
L’assessore ha quindi voluto segnalare che il ricorso per ottemperanza relativo alla sentenza del Consiglio di stato sulla questione IMU-ICI è stato notificato al Governo italiano ieri, 20 aprile, spiegando che “si tratta, in particolare per l’importo, di una posta importante che potrebbe influenzare in maniera significativa le attività dell’anno in corso”. Rolando ha infine concluso ricordando come il Bilancio di quest’anno sia “solo il primo passo di un percorso quinquennale e in quest’ottica debba essere valutato”.
La prossima settimana, le diverse forze politiche rappresentate in Sala Rossa avranno modo di esprimersi sulla relazione dell’assessore e sull’insieme del documento di Bilancio proposto dalla Giunta comunale.
C.R. - Ufficio stampa del Consiglio comunale


Pubblicato il 21 Aprile 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità