Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > APRILE

Comunicato stampa

SALA ROSSA, GLI ABUSIVI IN VIA MONTEVERDI E LE PROSPETTIVE DEL “BARATTOLO”

L’assessore Marco Giusta ha relazionato in aula a seguito di una richiesta di comunicazioni presentata dal consigliere Fabrizio Ricca relativamente al problema dell’abusivismo commerciale nel quadro del mercato di libero scambio, attualmente in via di riorganizzazione con una nuova normativa. La richiesta di Ricca prendeva spunto da quanto verificatosi ieri in via Monteverdi, dove 150 persone hanno dato vita a un mercatino abusivo.
Marco Giusta ha ricordato che Il mercato di libero scambio così come lo si intendeva prima ora non esiste più. Appena approvato il regolamento, ha detto l’assessore si inaugurerà la nuova attività di “Barattolo” nell’area individuata dalla Giunta in via Carcano. Giusta ha poi ricordato l’intervento effettuato sabato, a Borgo Dora, con grande dispiegamento di forze da parte della Polizia municipale e delle altre forze di polizia, con l’allontanamento di soggetti abusivi. Domenica, ha aggiunto, è stato controllato il perimetro di Porta Palazzo evitando che confluissero qui venditori abusivi. In via Monteverdi, ha specificato l’assessore, è stato gestito il gestibile e forze di polizia hanno fatto sì che il mercato non si svolgesse. Nelle zone limitrofe a via Monteverdi, sono stati invitati ad allontanarsi 150 venditori abusivi che avevano esposto la loro merce e alle 16 30 l’area era libera e pulita, ha detto giusta, aggiungendo che nella domenica di Pasqua si prevede che il problema possa verificarsi a Porta Palazzo. La domenica successiva, ha concluso l’assessore, il mercato si svolgerà già nella nuova area individuata. Fabrizio Ricca (Lega Nord) ha definito preoccupanti le prospettive di come sarà gestito il nuovo “Barattolo”, con il nuovo regolamento, che porterà quelli chi ieri si sono accampati abusivamente in via Monteverdi a farlo ugualmente da qualche altra parte. Questo, ha sottolineato Ricca, è avvenuto mentre nei mercati si multano per inezie i commercianti regolari, mentre in via Monteverdi non è stata fatta nemmeno una multa agli abusivi. Come si po’ pensare di gestire il nuovo “Barattolo” alla luce di quanto accaduto ieri, si è chiesto, il consigliere leghista, quando già si parla di un nuovo mercato abusivo domenica, a Porta Palazzo. La Città deve far rispettare la legge, un conto è il contrasto alla povertà e un altro il commercio abusivo, ha concluso Ricca, ricordando che il “Barattolo” non lo vuole più nessuno, neanche il PD: Il suk va superato, i cittadini non ne possono più. Mariagrazia Grippo (PD) ha ricordato come il suo partito, diversamente dalla Lega, non sia mai stato contrario al mercato di libero scambio in quanto tale, ma questa nuova amministrazione ha fatto saltare tutte le regole frutto di un lavoro costruito in precedenza. L’esponente Dem ha criticato l’assessore per non avere incontrato le associazioni del territorio indicategli dal presidente della Circoscrizione, sottolineando come la soluzione di un mercato del libero scambio “itinerante” sia inaccettabile, sostenendo infine che l’insediamento abusivo di 150 venditori in via Monteverdi si poteva e doveva prevedere ed evitare. Giusta ha replicato che l’Amministrazione è pronta a eliminare ogni sfumatura di illegalità diffusa che aveva caratterizzato l’immagine del vecchio “suk”, rendendo al mercato di libero scambio il suo carattere di rigenerazione urbana. La nuova formula del “Barattolo” prevede la vendita anticipata degli spazi, per evitare gli insediamenti abusivi e l’assembramento mattutino, ha aggiunto l’assessore, smentendo poi l’affermazione per la quale non si sarebbe incontrato con le associazioni del territorio e riaffermando la volontà di dialogo dell’Amministrazione. Giusta ha anche riaffermato la possibilità di coesistenza, con un percorso ben definito, tra il “barattolo” e la zona circostante, peraltro a bassa densità abitativa, diversamente a quanto accaduto in passato come in corso Novara, specificando che si tratta costruire un percorso di accompagnamento per gestire lo spostamento del mercato di libero scambio in via Carcano.

C.R./F.D'A. - Ufficio stampa del Consiglio comunale


Pubblicato il 10 Aprile 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità