Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > APRILE

Comunicato stampa

MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ

Approvata oggi dal Consiglio Comunale di Torino una mozione per il contrasto alla povertà (prima firmataria: Maria Grazia Grippo - PD) che impegna Sindaca e Giunta a rivedere il Regolamento comunale per ampliare il sostegno ai nuclei familiari più poveri e a rendere tali interventi complementari al Sostegno per l’Inclusione Attiva (S.I.A.) previsto dal Governo nazionale. Con il documento è stato approvato anche un emendamento proposto dalla consigliera Deborah Montalbano (M5S) che elimina il secondo punto dell’impegnativa della mozione (che prevedeva di aumentare di almeno il 20% la disponibilità economica nelle relative voci di bilancio a sostegno del reddito minimo di mantenimento).

Nel dibattito prima della votazione sono intervenuti:
Maria Grazia Grippo (PD): Sono contenta che si affronti il mio provvedimento nel giorno in cui i sindacati manifestano davanti a Palazzo Civico: condividiamo infatti le stesse aspettative. Se si vuole rivedere in modo efficace e concreto il Regolamento di contribuzione economica a favore delle fasce più deboli, così da aumentare la platea degli avanti diritto, è necessario anche aumentare la dotazione di risorse. Attendevo un segnale positivo dalla Maggioranza in tal senso, ma non è arrivato.
Deborah Montalbano (M5S): Sono perplessa nel sentire certe affermazioni. Quando abbiamo presentato il nostro documento sulle misure di contrasto alla povertà – poi approvato dalla Sala Rossa nelle scorse settimane – non abbiamo sentito alcuna proposta migliorativa. Anzi, abbiamo chiesto noi a livello comunale la revisione del Regolamento sui contributi economici dei servizi sociali, licenziando un emendamento sull’ordine del giorno sul reddito di cittadinanza. Abbiamo poi trovato la proposta del PD scritta dalla Grippo: non ci prestiamo a questi show della politica e i Torinesi non lo meritano. Servono una riflessione seria e un incremento di risorse da parte del Governo.
Eleonora Artesio (Torino in Comune): Non concepisco la politica come uno spettacolo e penso che l’analisi del provvedimento sia condivisibile. C’è un problema di sofferenza sociale diffusa e gli strumenti sinora varati dal Consiglio Comunale sono insufficienti. Il nuovo strumento di sostegno al reddito adottato dal Governo consentirà di recuperare risorse, ma certo non possiamo solo fare affidamento sull’approvazione di una legge nazionale, peraltro non ancora determinata. Se l’incremento delle risorse non verrà deliberato dalla Sala Rossa, si potranno comunque proporre emendamenti al Bilancio 2017.
Francesco Tresso (Lista civica per Torino): Mi sembra fondamentale la revisione del Regolamento comunale, per renderlo più efficace e incrementare le politiche attive per l’inclusione. Condivido la proposta di aumentare le risorse per il reddito di cittadinanza: è un atto concreto che certo non può inficiare gli equilibri di bilancio.
Alberto Unia (M5S): Sicuramente durante le discussioni delle sessioni di Bilancio 2017 potremo valutare le proposte delle minoranze. Siamo aperti al confronto nel merito delle risorse da destinare al contrasto delle povertà.
(M.Q.) - Ufficio stampa Consiglio Comunale


Pubblicato il 3 Aprile 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità