Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Ufficio Stampa

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2017 > GENNAIO

Comunicato stampa

SALA ROSSA: APPROVATE LE SCADENZE PER IL PAGAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI

Il Consiglio Comunale di Torino ha approvato una delibera illustrata dall’assessore Sergio Rolando, relativa alle scadenze per il pagamento, per l’anno 2017, della tassa sui rifiuti (Tari), recependo la proposta della Giunta.

Per le utenze non domestiche, l’acconto Tari sarà calcolato applicando il 70% delle tariffe approvate nel 2016 con scadenza il 20 marzo, 20 aprile, 20 maggio, 20 giugno, 20 luglio e 5 settembre.
L’importo potrà essere rateizzato, secondo le scadenze previste, compilando sei differenti F24, suddividendo la somma totale della cartella di pagamento in sei rate. Per chi volesse pagare l’acconto in unica soluzione, sarà possibile utilizzare il modello F24 precompilato, con scadenza unica il 20 maggio.
Il saldo delle utenze non domestiche potrà essere versato in due rate, con scadenza 30 ottobre e 30 novembre 2017.
Per le utenze domestiche, l’acconto Tari sarà calcolato applicando il 40% delle tariffe approvate nel 2016 e le scadenze saranno il 30 aprile e il 31 maggio 2017. Il saldo dovrà essere versato in unica soluzione entro il 10 dicembre 2017.
Il saldo del pagamento della Tari, sia per le utenze non domestiche, sia per quelle domestiche, terrà conto dell’approvazione delle nuove tariffe e delle agevolazioni previste per l’anno 2017.
Con la delibera relativa alle scadenze Tari, la Sala Rossa ha approvato una mozione di accompagnamento (primo firmatario Federico Mensio), con la quale si chiede alla Giunta “di prevedere il solo sistema di estratto conto Soris (la società di riscossione) per le utenze domestiche e ditte individuali già iscritte al borsellino elettronico o al sistema di estratto conto, previo invio di un’informativa tramite sms e/o posta elettronica”.
Il documento impegna anche ad estendere il sistema di “estratto conto” a tutte le utenze domestiche non iscritte al “borsellino elettronico” e alle ditte individuali che ne facciano richiesta.
La mozione evidenzia come l’utilizzo di sistemi informatici per il pagamento della Tari, senza l’utilizzo di moduli in forma cartacea e relativi costi di spedizione, produrrebbe un risparmio dal punto di vista economico e ambientale.
F.D'A. - Ufficio stampa Consiglio Comunale


Pubblicato il 16 Gennaio 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Anno 2017

Archivio degli anni precedenti

Cerca tra i comunicati

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità