Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Trasporti e Viabilità


Città di Torino > Trasporti e Viabilità > Progetti Smart Mobility > IL PROGETTO PUMAS - Planning Sustainable Regional-Urban Mobility in the Alpine Space

IL PROGETTO PUMAS - Planning Sustainable Regional-Urban Mobility in the Alpine Space

Pubblicato il 19-04-2013 (Aggiornato il 28-04-2015)

Il Progetto PUMAS , “Planning Sustainable Regional-Urban Mobility in the Alpine Space / Pianificare una mobilità regionale e urbana sostenibile nello Spazio Alpino” è finanziato dal Programma comunitario Alpine Space.

Le attività del progetto durano da luglio 2012 a giugno 2015.
Le città dello Spazio Alpino si trovano di fronte a sfide comuni che riguardano la mobilità urbana e che richiedono soluzioni innovative ed economicamente sostenibili.
Lo Spazio Alpino è una macroarea contrassegnata da uno sviluppo continuo anche in termini di aumento della circolazione di merci e passeggeri, e che allo stesso tempo subisce l’impatto consistente del traffico di valico e di frontiera e di quello stagionale, causando disagi anche alle zone periferiche e rurali.
Il progetto PUMAS intende offrire delle possibili soluzioni a queste sfide, attraverso lo sviluppo del concetto di Pianificazione della Mobilità Regionale-Urbana Sostenibile (da cui il celebre acronimo SUMP della definizione in inglese), che l’Unione Europea sta promuovendo con forza e che nel Libro Bianco sui Trasporti del 2011 suggerisce come proposta di legge.

Le sfide
- un budget pubblico/privato limitato da destinare alle infrastrutture
- l’eccessivo utilizzo delle auto private in città
- la grossa incidenza sul congestionamento urbano dovuta a sistemi frammentati di distribuzione delle merci
- l’aumento del livello di CO2 e dell’inquinamento acustico ed il conseguente peggioramento della qualità dell’aria e della salute dei cittadini
- un’assenza o quanto meno una carenza di collaborazione fra istituzioni nell’individuare soluzioni strutturali
- una comprensione limitata dell’interdipendenza in termini di mobilità fra città, aree periurbane e zone limitrofe
- l’assenza di un approccio integrato alla pianificazione che coinvolga mobilità – sviluppo urbano e utilizzo del suolo

La pianficazione prevede
- un coinvolgimento attivo degli stakeholders all’interno del processo di pianificazione
- un impegno rivolto alla sostenibilità, che comporti un bilanciamento tra l’equità sociale, il rispetto della qualità dell’ambiente e lo sviluppo economico
- uno sguardo “oltre confini” attraverso un approccio integrato tra i diversi settori politici, una cooperazione tra i vari livelli istituzionali e un coordinamento tra le diverse autorità territoriali confinanti
- individuare obiettivi ambiziosi, raggiungibili e quantificabili
- fissare l’internalizzazione dei costi rivedendo ad esempio le tariffe per il trasporto ed i benefici per la società
- un metodo omnicomprensivo che investe tutte le fasi di sviluppo e implementazione delle politiche di settore

Il progetto PUMAS intende
- promuovere il SUMP, fondato su partecipazione, integrazione, valutazione e internalizzazione dei costi, come nuovo paradigma della pianificazione della mobilità
- sviluppare, implementare e valutare 7 azioni pilota utilizzando la metodologia e gli strumenti del SUMP
- creare delle buone pratiche e dei modelli validi anche per altri nello Spazio Alpino e non solo
- migliorare la consapevolezza, lo scambio, il coordinamento e lo sviluppo dei piani della mobilità sostenibile a livello urbano e regionale attraverso una piattaforma web innovativa
- realizzare una “community dello Spazio Alpino” ed il Reference Point nazionale ed Alpine per il SUMP in Slovenia, garantendone la sostenibilità oltre il termine di progetto

I partner e le azioni pilota

La partnership di PUMAS è un consorzio integrato di 11 partner in rappresentanza di Italia, Austria, Germania, Francia e Slovenia.
Comprende 6 città (Venezia, Vienna, Lione, Monaco, Torino, Nova Gorica), una Università (FERN UNI-Hagen), una Camera di Commercio e Industria (CCI Lione), una Agenzia per l’ambiente (Rhônalpénergie-Environnement), un provider di trasporti (MVV) e 2 centri di ricerca (UIRS-Slovenia e CEIT Alanova).

Le azioni pilota

chiusura

Partners
Italia - Città di Venezia – coordinatore
Germania - Città di Monaco
Germania - Monaco MVV – Società delle autorità per i trasporti e le tariffe
Francia - Camera di Commercio e dell’Industria di Lione
Austria - Città di Vienna
Italia - Città di Torino
Slovenia - Istituto di Pianificazione Urbana della Repubblica di Slovenia – UIRS
Slovenia - Città di Nova Gorica
Germania - FernUniversität idi Hagen
Austria - Istituto Centro-Europeo di Tecnologia CEIT ALANOVA
Francia - Rhônalpénergie-Environnement – Agenzia Regionale per l’Energia e l’Ambiente


PROJECT COORDINATOR and COMMUNICATION MANAGER
Giuseppe Mella
giuseppe.mella@comune.venezia.it
City of Venice, European Policies
T +39 041 274 7825
F +39 041 274 7813
FINANCIAL MANAGER
Pier Paolo Pentucci
pierpaolo.pentucci@comune.venezia.it
City of Venice, European Policies
T +39 041 274 7834
F +39 041 274 7824
PUMAS “Planning Sustainable Regional-Urban
Mobility in the Alpine Space”
City of Venice – European Policies Department
T +39 041 274 7826 / 7825 / 7824
international.relations@comune.venezia.it
www.pumasproject.eu
www.twitter.com/pumasproject

IL PROGRAMMA SPAZIO ALPINO
Il programma “Spazio Alpino - Alpine Space” è un programma europeodi cooperazione transnazionale destinato alle regioni di area alpina.
Partners delle 7 nazioni incluse nell’area alpina lavorano insieme al fine di promuove lo sviluppo regionale in modo sostenibile.
Nel periodo 2007-2013 il programma sta investendo 130 milioni di euro in progetti
“impact-oriented”, nei quali gli attori chiave sviluppano soluzioni condivise su specifiche problematiche di ambito alpino come definito nei tre obbiettivi di programma:

Priorità 1 : competitività e attrattività dell’area di programma
Priorità 2 : accessibilità e connettività
Priorità 3 : ambiente e prevenzione dei rischi Sito web Alpine Space: www.alpine-space.eu


L' ORGANIZZAZIONE PARTNER DI TORINO

Il comune di Torino , con i suoi 908.000 abitanti, la sua 130 km2 di estensione territoriale e il suo PIL di 55.000 milioni di euro (che è il 4,5% del PIL nazionale), è una delle città più importanti d'Italia.
Dal 1990 Torino ha seguito un percorso che l'ha trasformata da capitale dell'industria a polo dell'innovazione, della cultura e della qualità della vita. Oggi Torino sta moltiplicando i suoi sforzi verso un maggiore sviluppo sostenibile, che è uno dei temi-chiave e orientamenti strategici per trasformarsi in una vera e propria "Smart City".

Il percorso per diventare una "Smart City" è iniziato due anni fa, quando la Città ha preso parte all'iniziativa del "Patto dei Sindaci" della Commissione Europea e - come una delle prime città italiane - impegnata al fine di precisare un Piano d'Azione per l'Energia - approvato nel 2010 - per ridurre le proprie emissioni di CO2 di oltre il 20% entro il 2020, con obiettivo di ridurre il 40% di CO2 entro il 2020 (linea di base: 1991).
Dalla metà degli anni '90 la Città di Torino ha lavorato sulla mobilità sostenibile, approva il Piano Urbano del Traffico e Piani dettagliati in scala.

Nel 2011 è stato approvato il Piano Urbano della Mobilità Sostenibil e , in linea con il Libro Bianco "La politica europea dei trasporti fino al 2010: il momento delle scelte", e il Libro verde "Verso una nuova cultura della mobilità urbana".

Il percorso

Il centro di Torino è meta del pendolarismo quotidiano e richiede una maggiore protezione per la presenza del suo tessuto storico, con edifici di grande valore artistico e architettonico.
Ci sono circa 10.500 attività economiche, di cui i più numerosi sono i luoghi commerciali (retail / wholesale) e pubblici (bar / ristoranti) che costituiscono un totale di circa 4200, seguito dal settore terziario e uffici pubblici e privati. Sede di molte aziende pubbliche (comunali, regionali, provinciali), e alcune grandi aziende, Messaggio Sede uffici, banche Quartiere generale, università, biblioteche, musei, teatri, cinema, mercati di strada sono anche presenti in questa zona.
Misure di moderazione del traffico, aree pedonali, trasporti pubblici per aumentare la sicurezza per pedoni e ciclisti sono stati progressivamente implementati nella zona centrale.

Le attività

Gli obiettivi generali dell'azione pilota sono di realizzare un nuovo modello di logistica delle merci nella zona centrale di Torino , per realizzare una strategia più sostenibile il trasporto merci, per ridurre l'impatto ambientale della logistica urbana, con l'obiettivo finale di rendere la nostra città un luogo attraente in cui vivere e lavorare.

Gli obiettivi specifici dell'azione pilota sono raccordo con gli elementi e le attività illustrate nelle linee guida per lo sviluppo e l'attuazione di un piano di mobilità urbana sostenibile come SUMP:
   - analisi della situazione attuale del trasporto merci urbano in un'area pilota
   - Identificazione delle criticità esistenti
   - esplorazione di esperienze nazionali e internazionali di merci regolamentazione consegna urbana
   - tempestivo e strutturato coinvolgimento dei soggetti interessati e l'uso di strumenti di gestione dei conflitti convenzionali e innovative
   - realizzazione di un tavolo di lavoro che coinvolge i soggetti interessati al fine di definire azioni comuni di logistica
   - definizione di un gruppo di lavoro tra le autorità locali e le specifiche di formazione dei suoi membri sulla gestione dei beni
   - l'adozione di obiettivi misurabili per i servizi di distribuzione di buoni in termini di efficienza e risparmio energetico, riduzione dei gas serra e la congestione di area urbana
   - coinvolgimento degli operatori logistici, incoraggiata e non obbligatori, i criteri di accreditamento per i veicoli e le piattaforme, non esclusività dei servizi concessi in licenza sulla base del principio della libera concorrenza
   - Incoraggiare il rinnovo di mezzi di trasporto
   - technologic fecondazione, l'uso di soluzioni aperte e interoperabili, convenienza economica e l'uso di applicazioni

I transiti in ZTL - Analisi preliminare

Contatti

Bruna Cavaglia
Mobilità Dipartimento Città di Torino - Responsabile
Bruna.cavaglia @ comune.torino.it

Giuseppe Chiantera
Mobilità Dipartimento Città di Torino - Esecutivo
Giuseppe.Chiantera@ comune.torino.it

Giuseppe Estivo
Mobilità Dipartimento Città di Torino - Esecutivo
Giuseppe.Estivo@ comune.torino.it

Maurizio Baradello
Relazioni Internazionali, cooperazione e pace

EVENTI E RASSEGNA STAMPA 2013

LA CONFERENZA ANNUALE "Progetto Pumas" SI E' TENUTA A TORINO IL 18 GIUGNO 2013

SMART MOBILITY World - CENTRO CONGRESSI LINGOTTO - TORINO 18 SETTEMBRE 2013

SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA' 201 3 TORINO 16-22 SETTEMBRE 2013

EVENTI E RASSEGNA STAMPA 2014

"la Commissione europea si è posta l'obiettivo di coordinare tutti i Progetti europei sui SUMP.  Il 30 gennaio tutti i coordinatori dei diversi Progetti SUMP (Advance, BUMP, CH4ALLENGE, ENDURANCE, QUEST, PolySUMP, CIVITAS capital, CIVITAS wiki, TIDE, Solutions, Do the Right Mix, Eco Mobility Shift) sono stati invitati a un incontro a Bruxelles"

SEMINARIO PUMAS - NOVA GORICA  3- 5 GIUGNO 2014

Smart Mobility World - Lingotto fiere e Curia Maxima TORINO 14-20 novembre 2014

SEMINARIO "Istitutional Cooperation in urban and regional mobility"   MUNICH 26 NOVEMBRE 2014 save the date - call for speakers - INVITATION

 


 

 

   NEWS

  E' ora possibile usare twitter per comunicare https://twitter.com/pumasproject

  NEWS LETTER http://www.pumasproject.eu/newsletter/

 In questo numero:
 - Storia di copertina: Torino Conference
 - Un nuovo modello di buona logistica nella zona centrale di Torino
 - Lione azione pilota : consegna delle merci nelle aree urbane
  - Il Programma Spazio Alpino
  - COPPA in Europa : il progetto CH4LLENGE
 - Progetto Pumas - www.pumasproject.eu - www.twitter.com / pumasproject
  In questo numero: novembre 2013 - Il prossimo seminario Pumas a Lione
- Collegamento delle attività di raccolta con la Comunità PUMAS
- Percorsi sicuri casa-scuola   a Venezia
- Progetto QUEST
- Programma Spazio Alpino
- Il Forum CIVITAS
  In questo numero maggio 2014 - Conference. Nova Gorica, Slovenia, 4 giugno
- AZIONE PILOTA / 1 - Rete di scambio e supporto eco-mobilità Rhône-Alpes, Francia
- AZIONE PILOTA / 2 Le soluzioni di cross-border cooperazione comune sul corridoio "Vienna - Schwechat-Airport "
- COMMISSIONE EUROPEA Coordinamento della UE supportati azione sulla SUMPs
- CIVITAS THEMATIC GROUPS Nuove attività tematiche e strumenti interattivi per promuovere la cooperazione tra praticanti CIVITAS
- BUMP Rendere la mobilità urbana sostenibile
- Forum CIVITAS Casablanca 23-26 settembre 2014   In questo numero novembre 2014 COVER STORY
PUMAS Seminar on
Institutional Cooperation -
Munich, Nov. 26
2 PILOT ACTION/1
A new integrated PT and
bicycle routing system
in Munich
PILOT ACTION/2
Nova Gorica: Vision of
an optimally connected
Region
3 ALPINE SPACE COMMUNITY
Share your SUMP
experience in the
PUMAS ASC
CIVITAS INITIATIVE
Outcomes of the CIVITAS
Forum Conference 2014
4 EU SUMP PLATFORM
The European action
on SUMPs
ALPINE SPACE
The Alpine Space
2014-2020 Conference
  In questo numero aprile 2015 1 COVER STORY
Final PUMAS Project Conference in Venice -Tue 12th May 2015

2 PILOT ACTIONS
Seven success stories for the PUMAS Project
ALPINE SPACE COMMUNITY
Share your SUMP experience on the PUMAS ASC!
3 PROJECT OUTPUTS
Alpine Reference Point for SUMP
INSTITUTIONAL COOPERATION PUMAS Declaration
CIVITAS INITIATIVE CIVITAS Forum 2015: great chance for learning!
4 EUROPEAN COMMISSION
A declaration to promote sustainable transport in the Alpine region
EUROPEAN COMMISSION
SUMPs: European conference in Bucharest
EUROPEAN COMMISSION
And the 2014 SUMP Award
goes to...


   LINKS

   Alpine Space Programme    www.alpine-space.eu

   European Commission/Regional Policy   http://ec.europa.eu/regional_policy/index_en.cfm
   Alpine Space useful links   www.alpine-space.eu/information-center/links

   Eurocities   www.eurocities.eu

http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=376252

http://www.ferpress.it/?p=117493

http://www.ship2shore.it/italian/news.php?id=1613

 


Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità