Città di Torino

Home > Mostre

Mostre

Luci d'Artista-9 LUCI D’ARTISTA
Dal 27 ottobre al 14 gennaio 2018 Luci d’Artista scende nelle vie e nelle piazze per svelarsi gratuitamente a tutti. Quest’anno ricorre la ventesima edizione della rassegna, nata nel 1997, e per l’occasione le 24 opere della collezione vengono allestite 13 nella circoscrizione 1 e 11 nelle altre circoscrizioni.

Mirò!-2 MIRÒ! SOGNO E COLORE
La mostra Miró! Sogno e colore , a Palazzo Chiablese dal 4 ottobre al 14 gennaio 2018, è dedicata a uno dei massimi interpreti del Novecento. 130 opere di Joan Miró, quasi tutti olii di grande formato, raccontano la storia dell'artista intrecciata con quella variopinta e fascinosa dell’isola di Majorca. La mostra presenta la produzione degli ultimi trent’anni della vita di Mirò, nei quali l’artista si è dedicato a temi come donne, uccelli e paesaggi monocromi. Sono anche esposti i lavori degli ultimi anni, quelli della pittura materica, fatti con le dita e dal colore steso con i pugni.

Gianfranco Ferrè-2 GIANFRANCO FERRÈ. SOTTO UN’ALTRA LUCE. GIOIELLI E ORNAMENTI
A Palazzo Madama - Sala del Senato, dal 12 ottobre al 19 febbraio 2018,  spille, collane, cinture, anelli, bracciali, monili realizzati per sfilate dal 1980 al 2007, raccontati come complemento dell’abito e suo accessorio, ma esposti insieme ad alcuni capi in cui è proprio la materia gioiello a inventare e costruire l’abito, diventandone sostanza e anima.

J'arrive J’ARRIVE. NAPOLEONE BONAPARTE. I CINQUE VOLTI DEL TRIONFO
Arriva in Piemonte una mostra che ha conquistato tutto il mondo, in una location storica - Palazzo Cavour - che diventerà nuovo punto di riferimento come polo museale e culturale. La mostra, dal 28 ottobre al 28 gennaio 2018, in collaborazione con la  Fondation Napoléon , celebra la figura di Napoleone, indissolubilmente legato a Torino e al Piemonte, teatro di importanti vicende storiche come la grande vittoria di Marengo nel giugno 1800, battaglia che determinò le sorti del nostro territorio.

Arrivano i paparazzi!-2 ARRIVANO I PAPARAZZI! FOTOGRAFI E DIVI, DALLA DOLCE VITA A OGGI
A CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, dal 13 settembre al 7 gennaio 2018, centocinquanta immagini che raccontano l’epopea della “fotografia rubata”, da La Dolce Vita a oggi, in Italia e nel mondo, dove il mondo è soprattutto, anche se non solo, quello dello scandalo e del gossip.

Cronache dal set: il cinema di Paolo Sorrentino CRONACHE DAL SET: IL CINEMA DI PAOLO SORRENTINO. FOTOGRAFIE DI GIANNI FIORITO
Quaranta fotografie che raccontano il cinema del premio Oscar partenopeo. In una carrellata di immagini si alternano, tra scenografie e pause di set, il giovane Papa Jude Law della serie The Young Pope , il protagonista de La Grande Bellezza Jep Gambardella interpretato da Toni Servillo, presente in mostra anche nei panni de Il Divo Giulio Andreotti, e Sean Penn, la rock star Cheyenne di This Must Be the Place . Dall’11 ottobre al 7 gennaio 2018, a CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia.

Anna Boghiguian-2 ANNA BOGHIGUIAN
Al terzo piano della Manica Lunga del Castello di Rivoli, dal 18 settembre al 7 gennaio 2018, prima grande mostra italiana dell’artista egiziana e canadese Anna Boghiguian. La rassegna si sviluppa, tra le altre, attorno all’opera The Salt Traders , 2015, esposta alla 14th International Istanbul Biennial e recentemente entrata a far parte della collezione permanente del Castello di Rivoli.

Un taglio contemporaneo UN TAGLIO CONTEMPORANEO. CAPOLAVORI DALLA COLLEZIONE PERMANENTE
Il Castello di Rivoli, fino al 31, dicembre offre un affascinante viaggio di “ri-scoperta” dell’arte contemporanea in una residenza reale. I capolavori sono allestiti in dialogo con le sale auliche per offrire, attraverso l’arte, un percorso dagli albori della contestazione studentesca nel 1967-68 fino ai giorni nostri – dall’Italia alla Cina contemporanea.

Carlos Garaicoa CARLOS GARAICOA.EL PALACIO DE LAS TRES HISTORIAS
Alla Fondazione Merz, dal 31 ottobre al 4 febbraio 2018, mostra personale dell’artista cubano Carlos Garaicoa El Palacio de las Tres Historias , un progetto espositivo inedito, costituito da grandi installazioni, opere fotografiche e video, dedicato al tema della città quale spazio ideale, luogo di partecipazione e di crescita di storie e prospettive, con particolare riferimento alla città di Torino.

1960-1962 Il Giappone a Torino 1960-1962 IL GIAPPONE A TORINO
Una nuova stagione espositiva alla GAM -Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea propone il secondo appuntamento della serie Archivi, con un omaggio a Sofu Teshigahara, autore de l'Ikebana realizzato nel 1960 nel giardino della Galleria d'Arte Moderna da poco inaugurata, e la mostra Strutture e stile , ideata da Michel Tapié e ospitata dal museo nel 1962. Alla GAM, dal 23 settembre al 21 gennaio 2018.

Bestiale!-2 BESTIALE! ANIMAL FILM STARS
Al Museo Nazionale del Cinema Mole Antonelliana, dal 14 giugno all’8 gennaio 2018, una mostra, articolata in differenti sezioni, che racconta l’universo multiforme degli animali sul grande schermo. Fotografie, manifesti, storyboard, costumi di scena, memorabilia dialogano con le sequenze dei film in un’ambientazione immersiva che annulla le distanze tra la finzione dello schermo e lo spettatore.

Giansone GIANSONE. SCULTURE DA INDOSSARE
Esposti a Palazzo Madama - Sala Atelier, dal 5 ottobre al 29 gennaio 2018, una trentina di pezzi capolavori di microscultura, concepiti per essere esposti in casa ma anche indossati dalle tante belle signore che Mario Giansone frequentava e ammirava. Artista e professore, Giansone ha scolpito, disegnato, dipinto e realizzato incisioni e arazzi con uno stile personalissimo, sospeso tra una sintetica figuratività e l’astrazione pura.

Niki De Saint Phalle NIKI DE SAINT PHALLE
Al MEF Museo Ettore Fico, dal 4 ottobre al 14 gennaio 2018, una mostra dedicata a Niki de Saint Phalle, figura maggiore e unica esponente femminile del Nouveau Réalisme , movimento francese della seconda metà del Novecento. L’artista ha rappresentato un emblema non solo per l’arte d’avanguardia, ma anche, come femminista ante litteram, per l’emancipazione della donna.

Tarocchi TAROCCHI. DAL RINASCIMENTO A OGGI
Un evento espositivo unico nel suo genere: i Tarocchi, dalla loro nascita in Italia intorno alla metà del Quattrocento fino ai giorni nostri, rivelati attraverso un ricchissimo repertorio di mazzi antichi e moderni, libri, stampe, documenti, immagini e testi – su oltre mille metri quadri di esposizione. Un allestimento coinvolgente, concepito per accogliere il visitatore e farlo viaggiare nel tempo. Al Museo Ettore Fico, dal 4 ottobre al 14 gennaio 2018.

Dalla terra al cielo: un viaggio nell'architettura dello Yemen DALLA TERRA AL CIELO: UN VIAGGIO NELL’ARCHITETTURA DELLO YEMEN
Una mostra al MAO Museo d’Arte Orientale, dall’11 ottobre al 26 novembre, per raccontare la ricchezza culturale e artistica dello Yemen, oggi una necessità urgente per non dimenticare la difficile situazione in cui versa il Paese. Generazioni di muratori, falegnami e artigiani altamente specializzati hanno sapientemente impiegato materiali e tecniche per creare architetture urbane e rurali che dialogano armoniosamente con i paesaggi naturali dell’Arabia meridionale.

Peter Lindbergh PETER LINDBERGH. A DIFFERENT VISION ON FASHION PHOTOGRAPHY
220 delle migliori realizzazioni di Peter Lindbergh, considerato uno dei più importanti fotografi di moda viventi, in mostra alla Reggia di Venaria dal 7 ottobre al 4 febbraio 2018. Nei suoi raffinati scatti Lindbergh ha immortalato le modelle che hanno segnato la moda della fine del XX secolo: da Cindy Crawford a Naomi Campbell a Linda Evangelista, lanciando “l’era delle top-model”. La mostra è realizzata dal Kunsthal di Rotterdam in collaborazione con il curatore Thierry-Maxime Loriot e Peter Lindbergh.

Il tramonto birmano IL TRAMONTO BIRMANO
Il MAO Museo d'Arte Orientale, in occasione della presentazione il 31 ottobre del libro Il tramonto birmano. La mia vita da principessa shan di Inge Sargent, espone, fino al 15 novembre, una selezione di serigrafie d’arte, tavole originali, pitture su acetato, disegni e illustrazioni del prezioso inserto del libro, illustrato da Elisa Talentino che ne firma anche la copertina.

Opposti non complementari OPPOSTI NON COMPLEMENTARI. BAMBINI NEI CONCORSI DI BELLEZZA STATUNITENSI E NEI CAMPI PROFUGHI LIBANESI
Uno sguardo iper-sensibile e diverso su bambini che vivono due condizioni estreme e opposte: i bambini confezionati dai genitori come bambolotti per le passerelle dei concorsi di bellezza negli Stati Uniti e i bambini che hanno perso tutto tranne la vita, in fuga dalla feroce guerra siriana e accampati provvisoriamente nei campi profughi libanesi. Una mostra al Polo del ‘900 - Palazzo San Celso, dal 20 ottobre al 3 dicembre.

Franco Fontana: paesaggi-2 FRANCO FONTANA: PAESAGGI
A Palazzo Madama, dal 13 luglio al 23 ottobre, una mostra di sessanta fotografie di Franco Fontana che hanno come leitmotiv i colori e le forme del paesaggio italiano anche nella sua declinazione urbana. Fin dagli esordi, il fotografo modenese si dedica al paesaggio esaltandone cromatismi e strutture geometriche.

Marcovinicio Malmaison MARCOVINICIO MALMAISON
Fino al 26 novembre, alla Fondazione 107, mostra personale di Marcovinicio. Un nucleo di disegni e dipinti inediti, appositamente realizzati dall’artista in un progetto organico nato per lo spazio espositivo di Fondazione 107. Il titolo Malmaison – dal latino malamansio – richiama una località dell’Ile-de-France nota per essere stata un rifugio di pirati nel IX secolo.

Missione Egitto 1903 - 1920 MISSIONE EGITTO 1903 -1920. L’AVVENTURA ARCHEOLOGICA M.A.I. RACCONTATA
Al Museo Egizio, fino al 14 gennaio 2018, il racconto dell’attività della M.A.I., la Missione Archeologica Italiana, e del suo fondatore Ernesto Schiaparelli. Una mostra di 400 oggetti, tra reperti, documenti, lettere, filmati, fotografie e manifesti storici, articolata in 9 sezioni, che trasporta il visitatore al tempo delle scoperte archeologiche alla base della formazione della collezione del Museo Egizio. 

Caravaggio experience-2 CARAVAGGIO EXPERIENCE
Uno spettacolo di proiezioni e musiche della durata di circa 50 minuti, a ciclo continuo senza interruzioni, che evoca 57 opere di Michelangelo Merisi. Un’esperienza unica anche sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria“immersione” nell’arte del maestro del Seicento. Fino al 28 gennaio 2018, alla Citroniera Juvarriana della Reggia di Venaria.

Giacomo Grosso GIACOMO GROSSO. UNA STAGIONE TRA PITTURA E ACCADEMIA
Secondo appuntamento del ciclo I maestri dell’Accademia Albertina , che già con l’esposizione dedicata ad Andrea Gastaldi ha visto una proficua collaborazione tra Pinacoteca l’Accademia Albertina e il Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto. La mostra, al Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto, dal 28 settembre al 7 gennaio 2018, costituisce un’occasione di riflessione e di aggiornamento su Giacomo Grosso: un esaustivo itinerario che ripercorre la storia, la vita e l’arte di questo Maestro dell’Accademia Albertina.

Le invenzioni di Grechetto LE INVENZIONI DI GRECHETTO
Alla Galleria Sabauda, dal 22 giugno al 29 ottobre, Le invenzioni di Grechetto presenta una selezione di acqueforti provenienti dal fondo di grafica della Galleria e mette in risalto l’inesauribile inventiva di Giovanni Benedetto Castiglione, detto il Grechetto, figura di spicco della scuola barocca genovese. L’artista occupa un posto di rilievo tra i pittori italiani del Seicento ed è noto anche per le sue grandi capacità di disegnatore e incisore.

Piccole sculture bianche LE BIANCHE STATUINE. I BISCUIT DEL PALAZZO REALE
Esposti alla Galleria Sabauda dall'8 giugno al 6 maggio 2018, i biscuits, le porcellane che nel Settecento costituivano vanto delle più prestigiose case regnanti, rimandano alle manifatture francesi tra cui quella reale di Sèvres - presente sia con soggetti sacri (S. Teresa e S. Clotilde) che profani (gruppo del Giudizio di Paride) - quella di Jean-Népomucene-Herman Nast e quella di Giacomo Boselli, proprietario della fornace di Savona.

Luigi Serralunga LUIGI SERRALUNGA TRA SIMBOLISMO E LIBERTY
Alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, dal 20 ottobre al 18 febbraio 2018, una ricca selezione di importanti opere di Luigi Serralunga che ritraggono la nobiltà ottocentesca, le scene di caccia e le nature morte. La mostra pone la poetica dell’artista in diretta connessione con la pratica dell’attività venatoria e, soprattutto, con lo spirito che un tempo animava la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Giovannni Boldini GIOVANNI BOLDINI
Dal 29 luglio al 28 gennaio 2018, alla Reggia di Venaria, oltre 100 capolavori tra olii e pastelli: una raccolta ricca e spettacolare della produzione di Giovanni Boldini e di altri artisti a lui contemporanei. La mostra ricostruisce passo dopo passo il geniale percorso artistico di Boldini, che non è stato solo il geniale anticipatore della modernità novecentesca ma colui che nelle sue opere ha reso ed esaltato la bellezza femminile, svelando l’anima più intima e misteriosa delle nobili dame dell’epoca.

Lady Diana LADY DIANA. UNO SPIRITO LIBERO
In uno speciale spazio architettonico - le Sale dei Paggi - la Reggia di Venaria, dall’8 luglio al 28 gennaio 2018, celebra Lady Diana - icona mondiale - con un’esposizione che rappresenta un tuffo nella storia che ci appartiene: Diana è infatti diventata un mito di femminilità e di forza, racchiudendo in sé paradossi e sfaccettature di ogni donna.

Prima del bottone PRIMA DEL BOTTONE: ACCESSORI E ORNAMENTI DEL VESTIARIO NELL’ANTICHITÀ
Il rapporto stretto tra moda e arte si esprime appieno nella mostra al Museo di Antichità, dal 16 giugno al 15 novembre, in cui sono proposte le collezioni di fibule (spille di sicurezza decorate), e di armille (braccialetti) databili all’epoca preromana, indicativamente intorno al X-II secolo a.C. Si tratta di oggetti di grande pregio in bronzo, argento, osso, pasta vitrea e ambra, provenienti da ogni parte di Italia, e dall’importante valore non solo economico.

I love it I LOVE IT
Fino al 20 novembre, al Museo Officina della Scrittura-Stabilimento Aurora Penne, abiti, gioielli, bijoux, mobili di design ed elementi di arredo antichi - testimoni del saper fare delle precedenti generazioni di artigiani piemontesi - esposti accanto alle mitiche penne Aurora, firmate dai più grandi designer italiani e ancora oggi prodotte in Italia con tecniche artigianali ad alto contenuto di manualità.

Muoversi con leggerezza MUOVERSI CON LEGGEREZZA. L’AUTO E LA MOBILITÁ: IERI, OGGI E DOMANI
Al Museo Nazionale dell’automobile, dal 5 luglio al 12 novembre, una mostra che illustra le tematiche fondamentali da affrontare nella progettazione di un’automobile: la sicurezza, l’affidabilità, i motori, i materiali, i consumi, le emissioni, le tecnologie elettroniche e informatiche, il comfort, il riciclo. L’obiettivo è quello di trasmettere, soprattutto ai ragazzi in età scolare, le conoscenze scientifiche e tecnologiche che sono il futuro delle innovazioni dell’automobile e delle trasformazioni culturali della mobilità sostenibile.

Dalle bombe al museo:1942-1959 DALLE BOMBE AL MUSEO: 1942-1959 LA RINASCITA DELL’ARTE MODERNA. L’ESEMPIO DELLA GAM
Durante la seconda guerra mondiale Torino fu sottoposta a una lunga serie di incursioni aeree; molti edifici furono danneggiati tra i quali quello che ospitava le collezioni della Galleria Civica d’Arte Moderna. Nel dopoguerra si decise di costruire un nuovo edificio sullo stesso luogo; così venne realizzata la nuova sede della GAM: una architettura irripetibile, totalmente nuova nel panorama museale italiano. Alla GAM, fino al 12 novembre.

Sportification SPORTIFICATION
La Videoteca GAM prosegue il suo programma di esposizioni dedicato alla storia del video d’artista negli anni Sessanta e Settanta, indagando il particolare rapporto che lega l’inizio dell’utilizzo del mezzo video da parte degli artisti con la coeva cultura televisiva. Sportification , alla   Videoteca dal 24 ottobre al 28 gennaio 2018, è un progetto dedicato ad alcuni aspetti della storia del programma televisivo Giochi Senza Frontiere, trasmesso in eurovisione dal 1965 al 1999.

Borgate montane BORGATE MONTANE. APPUNTI FOTOGRAFICI
Al Museo Nazionale della Montagna, fino al 10 dicembre, in mostra un lavoro collettivo che raccoglie fotografie scattate in alcune frazioni di bassa montagna. Sono state selezionate otto borgate, in base alla posizione geografica: Balboutet nel cuore dell’alta Valle Chisone, Campertogno, borgata della Valsesia, Indiritto, una frazione di Coazze, Ostana in Valle Po, Rochemolles, Rorà in Val Lucerna, Valdieri nel Parco delle Alpi Marittime e Viù in Val Grande di Lanzo.

Etichette delle montagne ETICHETTE DELLE MONTAGNE. IMMAGINI DI COMMERCIO
Al Museo Nazionale della Montagna, dal 7 luglio al 3 dicembre, una selezione dai circa 3000 pezzi della collezione appartenente al Museo, un percorso ideale che si sviluppa in oltre 150 anni, dalla seconda metà dell’Ottocento fino ai nostri giorni, tra prodotti commerciali di diverse epoche e Paesi. Immagini di montagne, alpinismo, sci, esplorazioni, regioni polari che spiccano sulle etichette e sui contenitori cartacei.

poligraphics POLISGRAPHICS. NUOVE ARTI APPLICATE “IMPEGNATE”
Nella Galleria Sottana del MIAAO - Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi, fino al 31 ottobre, i lavori realizzati a partire dagli inizi del XXI secolo da ventisette grafici, artisti, artieri, illustratori, architetti, designer italiani di varie generazioni sul tema della polis intesa nell’ accezione ampia del termine: città, comunità, democrazia, autonomia, e come radice etimologica del termine politica.

Cinzano: da Torino al mondo CINZANO: DA TORINO AL MONDO. VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI UN’ICONA ITALIANA
Cinzano, icona del vermouth e dello spumante, nel 2017 festeggia il suo 260° anniversario e celebra, con una mostra al Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, dal 5 ottobre al 14 gennaio 2018, il suo importante anniversario rendendo disponibile al pubblico alcune delle sue più famose illustrazioni, tra cui:  Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein, La Zebra e la Donna adagiata su grappolo di Leonetto Cappiello, Cinzano, il cocktail perfetto di Jean-Pierre Otth, e vari oggetti iconici che ripercorrono l’intensa storia del marchio.

Rigenerare RIGENERARE. RITRATTI DI TRE LUOGHI DEL CAMBIAMENTO A TORINO
Fino all'11 gennaio 2018, all’Urban Center Metropolitano, gli scatti di Monica Taverna, Iacopo Pasqui, Calori&Maillard per esplorare tre percorsi che stanno riconfigurando zone diverse della città: Variante Bunker a Scalo Vanchiglia, i laboratori di via Baltea 3 in Barriera di Milano, il progetto AlloggiAMI a Mirafiori. Promosso da Urban Center, Città di Torino, GAI - Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani.

Tra sacro e profano TRA SACRO E PROFANO. TRA MANTELLI RITUALI E STAMPE DI HIROSHIGHE, NUOVA ROTAZIONE DI OPERE NELLA GALLERIA GIAPPONESE
Il MAO Museo d’Arte Orientale ospita dal 3 ottobre la seconda metà della serie più famosa di Utagawa Hiroshige (1797-1858), Le 53 Stazioni della Tokaido . Sono inoltre esposti dei surimono (stampe augurali). Dal 17 ottobre inizia l’esposizione di tre kesa, specie di mantelli monastici databili alla fase finale del periodo Edo (XIX secolo, prima del 1868).

Mille e una storia. Itappeti turkmeni MILLE E UNA STORIA. I TESSUTI TURKMENI
Dal 27 giugno al 12 novembre, al MAO Museo d’Arte Orientale, un ampio quadro dell’arte islamica legata ai tessuti e ai tappeti, che offre importanti spunti di riflessione su alcuni aspetti storici e sociali. Nella galleria dedicata all’arte islamica è allestita una preziosa esposizione di quindici esemplari della produzione tessile del Turkmenistan occidentale.

Sezioni del sito

Skip Navigation Skip Navigation