Città di Torino

Home > Mostre

Mostre

Soundframes-2 SOUNDFRAMES
Nell’anno in cui si celebra il centenario della nascita di Leonard Bernstein, uno dei massimi compositori e direttori d’orchestra del Novecento, dal 26 gennaio 2018 al 7 gennaio 2019, al Museo Nazionale del Cinema Mole Antonelliana, una mostra che indaga la complessità del rapporto tra musica e immagini in movimento e presenta montaggi di sequenze tratte da film, documentari, making of, interviste a studiosi, musicisti, registi e compositori.

Filippo de Pisis-2 FILIPPO DE PISIS. ECLETTICO CONNOISSEUR FRA PITTURA, MUSICA E POESIA
Al MEF Museo Ettore Fico, dal 24 gennaio al 22 aprile 2018, una mostra che mette in luce il rapporto a lungo intercorso tra Filippo de Pisis e le fonti pittoriche del presente e del passato. 150 opere tra dipinti e disegni per porre l’attenzione sul complesso mondo che caratterizza le passioni d’arte e la cultura dell’artista.

Mirò!-2 MIRÒ! SOGNO E COLORE
La mostra Miró! Sogno e colore , a Palazzo Chiablese fino al 4 febbraio, è dedicata a uno dei massimi interpreti del Novecento. 130 opere di Joan Miró, quasi tutti olii di grande formato, raccontano la storia dell'artista intrecciata con quella variopinta e fascinosa dell’isola di Majorca. La mostra presenta la produzione degli ultimi trent’anni della vita di Mirò, nei quali l’artista si è dedicato a temi come donne, uccelli e paesaggi monocromi. Sono anche esposti i lavori degli ultimi anni, quelli della pittura materica, fatti con le dita e dal colore steso con i pugni.

L'occhio magico di Mollino L’OCCHIO MAGICO DI CARLO MOLLINO. FOTOGRAFIE 1934-1973
A CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, dal 18 gennaio al 13 maggio 2018, oltre 500 immagini tratte dall’archivio del Politecnico di Torino. La mostra indaga il rapporto tra Mollino e la fotografia evidenziandone l’unicità e le caratteristiche ricorrenti, a partire dalle prime immagini d’architettura realizzate negli anni Trenta fino alle Polaroid degli ultimi anni della sua vita.

Gilberto Zorio-2 GILBERTO ZORIO
Al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, dal 2 novembre al 18 febbraio 2018, per la prima volta in un museo pubblico, una grande mostra retrospettiva dedicata a Gilberto Zorio , tra i pionieri della storia dell’arte contemporanea e tra i protagonisti dell’Arte Povera. Curato da Marcella Beccaria e sviluppato in dialogo con l’artista, il progetto espositivo include nuove installazioni e opere storiche.

Ferenc Pintèr-2 FERENC PINTÉR. L’ILLUSTRATORE PERFETTO
Dal 24 gennaio al 22 aprile, al MEF Museo Ettore Fico – OUTSIDE, una selezione di oltre 150 opere tra tavole a colori, schizzi in banco e nero, chine e layout ripercorre l’attività pittorica di Ferenc Pintér che spazia dai manifesti realizzati in opposizione al regime sovietico fino a un focus importante dedicato alle poetiche tavole di Pinocchio pubblicate inedite nel 2011.

Odissee-2 ODISSEE. DIASPORE, INVASIONI, MIGRAZIONI, VIAGGI E PELLEGRINAGGI
A Palazzo Madama - Corte Medievale, dal 16 novembre al 19 febbraio 2018, reperti etnografici e archeologici, ceramiche antiche, oreficerie longobarde e gote, metalli ageminati e miniature indiane, armi e armature, avori, libri antichi, strumenti scientifici e musicali, carte geografiche, dipinti, sculture, vetri, argenti ebraici e tessuti. La mostra prende spunto dagli avvenimenti di scottante attualità e intende sviluppare il tema del viaggio e delle migrazioni.

Gianfranco Ferrè-2 GIANFRANCO FERRÈ. SOTTO UN’ALTRA LUCE. GIOIELLI E ORNAMENTI
A Palazzo Madama - Sala del Senato, dal 12 ottobre al 19 febbraio 2018,  spille, collane, cinture, anelli, bracciali, monili realizzati per sfilate dal 1980 al 2007, raccontati come complemento dell’abito e suo accessorio, ma esposti insieme ad alcuni capi in cui è proprio la materia gioiello a inventare e costruire l’abito, diventandone sostanza e anima.

Piranesi. La fabbrica dell'utopia PIRANESI. LA FABBRICA DELL'UTOPIA
Alla galleria Sabauda, dal 5 dicembre all’11 marzo 2018, oltre 150 opere provenienti dalla Fondazione Giorgio Cini di Venezia e dal Museo di Roma di palazzo Braschi, in una mostra che illustra l’attività di Giovan Battista Piranesi, il grande incisore e architetto veneto che applicò il vedutismo alla passione per le grandiose rovine di Roma, dove si trasferì nel 1740.

J'arrive J’ARRIVE. NAPOLEONE BONAPARTE. I CINQUE VOLTI DEL TRIONFO
Arriva in Piemonte una mostra che ha conquistato tutto il mondo, in una location storica - Palazzo Cavour - che diventerà nuovo punto di riferimento come polo museale e culturale. La mostra, dal 28 ottobre al 28 gennaio 2018, in collaborazione con la  Fondation Napoléon , celebra la figura di Napoleone, indissolubilmente legato a Torino e al Piemonte, teatro di importanti vicende storiche come la grande vittoria di Marengo nel giugno 1800, battaglia che determinò le sorti del nostro territorio.

Si riallestisce la GAM SI RIALLESTISCE LA GAM. 1863-1965 STORIE, DIREZIONI, VISIONI
Dal 20 dicembre al 20 dicembre 2018, un nuovo allestimento delle collezioni della GAM - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, che abbandona l’ordinamento tematico per costruire un percorso che ricompone la storia del primo Museo Civico d’Arte Moderna d’Italia. La GAM propone al pubblico una nuova esposizione in cui si evidenzia l’evoluzione dell’arte moderna in relazione alle caratteristiche delle proprie raccolte che, in ultima analisi, riflettono la storia del museo attraverso le varie direzioni e curatele che si sono susseguite.

Un mistero svelato UN MISTERO SVELATO. IL RITRATTO DI MASSIMO D’AZEGLIO
Nata da un lavoro di ricerca condotto su fonti e documenti d’archivio, questa piccola mostra preziosa – dal 29 novembre al 25 febbraio 2018 alla Wunderkammer GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea - offre l’occasione per scoprire il lavoro di indagine volto a ricostruire la storia di un dipinto e a comprenderne il significato nella cultura del suo tempo. Ne è protagonista un capolavoro della cultura romantica sinora noto come Autoritratto di Massimo d’Azeglio.

I bambini di Teheran I BAMBINI DI TEHERAN
Progetto artistico della storica e giornalista italo-iraniana Farian Sabati si compone di una video installazione di circa trenta minuti che ricorda uno dei periodi più bui dell’Europa del XX secolo, ma anche una storia di accoglienza, quando fu l’Iran a farsi carico dei profughi polacchi, ebrei e cattolici, provenienti dall'Europa. Protagonisti del video sono quattro ebrei polacchi che all'inizio della Seconda guerra mondiale fuggirono dalla Polonia invasa dai tedeschi verso la Polonia occupata dai sovietici. Al MAO Museo d'Arte Orientale, dal 27 gennaio all'11 febbraio.

Human bodies HUMAN BODIES. THE EXHIBITION
Un viaggio per scoprire come funziona il nostro corpo e soprattutto come preservarlo prendendoci cura della nostra salute. Il corpo umano è il protagonista della mostra scientifica alla Promotrice delle Belle Arti, dal 25 novembre al 25 febbraio 2018; un’occasione unica, divertente e didattica per conoscere il corpo umano, che consente per la prima volta al pubblico l’accesso a contenuti scientifici finora riservati solo agli specialisti.

Menu delle montagne MENU DELLE MONTAGNE
La mostra Menu delle montagne , completamente realizzata con collezioni appartenenti al Museomontagna, costituisce un nuovo momento di valorizzazione del patrimonio iconografico del Centro Documentazione. I menu, cartoncini utilizzati per presentare i cibi e le bevande di un pasto, creano un percorso iconografico dove le montagne sono protagoniste con immagini e avvenimenti. Al Museo Nazionale della Montagna, dal 15 dicembre al 18 marzo 2018.

Segni di neve SEGNI DI NEVE. RICCARDO MONCALVO
La mostra Segni di neve presenta una selezione di 50 fotografie, scelte tra quelle che Riccardo Moncalvo aveva consegnato al Museo della Montagna al termine dell’esposizione Presenze. L'avanguardia temperata di Riccardo Moncalvo . Ristampe da negativi originali, su carta politenata, di soggetti ripresi tra gli anni Trenta e Cinquanta del secolo scorso e oggi conservate nella Fototeca del Centro Documentazione. Al Museo Nazionale della Montagna, dal 15 dicembre al 4 marzo 2018.

Hit parade 20116-2017 HIT PARADE 2016 - 2017
Al Museo Nazionale dell’Automobile, fino al 4 marzo, seconda edizione di Hit Parade, collettiva dei 30 artisti più rappresentativi di Paratissima, selezionati tra gli iscritti delle edizioni 2016 e 2017: trenta forme diverse di creatività, trenta artisti le cui opere dialogano con la collezione permanente del Mauto, a sua volta organizzata per raccontare la storia della creatività applicata alla mobilità e al car design.

Carlos Garaicoa CARLOS GARAICOA.EL PALACIO DE LAS TRES HISTORIAS
Alla Fondazione Merz, dal 31 ottobre al 4 febbraio 2018, mostra personale dell’artista cubano Carlos Garaicoa El Palacio de las Tres Historias , un progetto espositivo inedito, costituito da grandi installazioni, opere fotografiche e video, dedicato al tema della città quale spazio ideale, luogo di partecipazione e di crescita di storie e prospettive, con particolare riferimento alla città di Torino.

1960-1962 Il Giappone a Torino 1960-1962 IL GIAPPONE A TORINO
Una nuova stagione espositiva alla GAM -Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea propone il secondo appuntamento della serie Archivi, con un omaggio a Sofu Teshigahara, autore de l'Ikebana realizzato nel 1960 nel giardino della Galleria d'Arte Moderna da poco inaugurata, e la mostra Strutture e stile , ideata da Michel Tapié e ospitata dal museo nel 1962. Alla GAM, dal 23 settembre al 21 gennaio 2018.

Paranormal PARANORMAL. TONY OURSLER VS GUSTAVO ROL
La Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli prosegue il suo percorso di ricerca sul tema del collezionismo e presenta Paranormal. Tony Oursler vs Gustavo Rol , una raccolta ideale costituita dalle opere dell’artista americano e da una selezione di oggetti appartenenti alla sua enorme collezione legata al mondo dell’occulto, posti in relazione all’attività e alle opere presenti nelle collezioni torinesi del pittore sensitivo Gustavo Rol. Dal 3 novembre al 25 febbraio 2018, alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli.

Giovanni Da Pisa GIOVANNI DA PISA. UN POLITTICO DA RICOSTRUIRE
Quattro tavole tavole - San Leonardo e Santa Chiara , Sant’Agata e la Madonna col Bambino - attribuite al pittore ligure d’inizio Quattrocento Giovanni da Pisa - restaurate presso il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” - e originariamente appartenenti a un medesimo polittico, sono ricomposte per la prima volta a Palazzo Madama, dal 25 ottobre al 5 febbraio 2018, in Sala Acaia, in occasione di una mostra itinerante che prende avvio da Palazzo Madama e proseguirà ai Musei Civici di Pavia e al Museo Diocesano di Genova.

Giansone GIANSONE. SCULTURE DA INDOSSARE
Esposti a Palazzo Madama - Sala Atelier, dal 5 ottobre al 29 gennaio 2018, una trentina di pezzi capolavori di microscultura, concepiti per essere esposti in casa ma anche indossati dalle tante belle signore che Mario Giansone frequentava e ammirava. Artista e professore, Giansone ha scolpito, disegnato, dipinto e realizzato incisioni e arazzi con uno stile personalissimo, sospeso tra una sintetica figuratività e l’astrazione pura.

Elisa Sighicelli. Doppio sogno ELISA SIGHICELLI. DOPPIO SOGNO
A Palazzo Madama, dal 1° novembre al 29 gennaio 2018 , un percorso tra le sale del Barocco, per le quali l’artista Elisa Sighicelli ha concepito delle opere inedite e specifiche, ispirate all’architettura di Palazzo Madama. Al centro di questa ricerca la relazione tra l’architettura e la luce. Attraverso il suo lavoro Elisa Sighicelli compie un’indagine intorno al linguaggio artistico e fotografico, alle modalità di rappresentazione e di percezione della realtà.

Ninja e samurai NINJA E SAMURAI. MAGIA ED ESTETICA. BUSHI PARTE SECONDA
Circa 200 opere databili tra il XVI e XX secolo provenienti da collezioni private, manufatti mai esposti prima d’ora, e opere concesse straordinariamente dal Museo d’Arte Orientale di Venezia. La mostra, al MAO Museo d’Arte Orientale, dall’8 dicembre al 2 aprile 2018, si addentra nella storia dei guerrieri giapponesi più conosciuti, i samurai , e nel mistero che circonda la figura dei leggendari guerrieri ombra, i ninja .

Prima che le piante avessero un nome PRIMA CHE LE PIANTE AVESSERO UN NOME. URIEL ORLOW
Il PAV Parco Arte Vivente presenta, dal 5 novembre al 18 marzo 2018, Prima che le Piante Avessero un Nome , mostra personale di Uriel Orlow. Il progetto si colloca nella linea di ricerca che il PAV dedica ai meccanismi di oppressione occidentale e alle strategie di resistenza indigene nel contesto coloniale, con tutta una serie di effetti nell’attuale capitalismo delle multinazionali. La mostra riporta Uriel Orlow in Italia dopo la personale Made / Unmade , tenutasi nel 2015 al Castello di Rivoli.

Un'altra armonia UN’ALTRA ARMONIA. MAESTRI DEL RINASCIMENTO IN PIEMONTE, IL NUOVO ALLESTIMENTO IN GALLERIA SABAUDA
Alla Galleria Sabauda, a partire dal 16 dicembre, 360 mq per ospitare circa cinquanta opere. Il nuovo allestimento permette di seguire in modo chiaro e organico lo sviluppo dell’arte nel territorio piemontese dal XIV al XVI secolo. Un’altra armonia non è solo il titolo del nuovo allestimento permanente, dedicato ai Maestri del Rinascimento in Piemonte, ma l’espressione della volontà di dare nuovo valore alla ricchissima collezione di opere.

La magia dell'impasto MILLE E UNA STORIA. LA MAGIA DELL’IMPASTO. CERAMICHE ISLAMICHE DAI DEPOSITI DEL MAO
Al MAO Museo d'Arte Orientale, dal 17 novembre al 21 gennaio 2018,18 ceramiche, tra vasellame e piastrelle, e le parole scritte nel XIV sec. dal trattatista iraniano Abi'l-Qasims propongono al visitatore della mostra La magia dell’impasto nuove prospettive di osservazione e una conoscenza sempre più ampia del patrimonio artistico del Museo. La mostra si inserisce tra gli appuntamenti del ciclo Mille e una storia e si pone in continuità con l’esposizione Luce sui bronzi che grande successo ha avuto all’inizio di quest’anno.

Peter Lindbergh PETER LINDBERGH. A DIFFERENT VISION ON FASHION PHOTOGRAPHY
220 delle migliori realizzazioni di Peter Lindbergh, considerato uno dei più importanti fotografi di moda viventi, in mostra alla Reggia di Venaria dal 7 ottobre al 4 febbraio 2018. Nei suoi raffinati scatti Lindbergh ha immortalato le modelle che hanno segnato la moda della fine del XX secolo: da Cindy Crawford a Naomi Campbell a Linda Evangelista, lanciando “l’era delle top-model”. La mostra è realizzata dal Kunsthal di Rotterdam in collaborazione con il curatore Thierry-Maxime Loriot e Peter Lindbergh.

L'infinita curiosità INFINITA CURIOSITÀ: UN VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN COMPAGNIA DI TULLIO REGGE
Un viaggio nell'universo attraverso i temi più affascinanti della fisica contemporanea. Un viaggio ideale in compagnia di una guida di eccezione, Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in tutti i campi della fisica e appassionato divulgatore. All’Accademia delle scienze di Torino fino al 18 marzo 2018.

Torino e i suoi fiumi TORINO E I SUOI FIUMI. OTTO SECOLI DI STORIE
All’Archivio Storico della Città, dal 10 novembre al 30 marzo 2018, oltre 200 pezzi tra documenti, rare incisioni, disegni d’epoca e fotografie, raccontano il rapporto tra Torino e i suoi corsi d’acqua dal Medioevo ai giorni nostri. I temi sono le origini della città, la pesca, gli antichi mestieri, dighe, canali e forza motrice, i mulini, gli opifici e le industrie, quando la natura si ribella, fiumi e loisir, un secolo di curiosità.

Le invenzioni di Grechetto LE INVENZIONI DI GRECHETTO
Alla Galleria Sabauda, fino al 21 gennaio 2018, Le invenzioni di Grechetto presenta una selezione di acqueforti provenienti dal fondo di grafica della Galleria e mette in risalto l’inesauribile inventiva di Giovanni Benedetto Castiglione, detto il Grechetto, figura di spicco della scuola barocca genovese. L’artista occupa un posto di rilievo tra i pittori italiani del Seicento ed è noto anche per le sue grandi capacità di disegnatore e incisore.

Caravaggio experience-2 CARAVAGGIO EXPERIENCE
Uno spettacolo di proiezioni e musiche della durata di circa 50 minuti, a ciclo continuo senza interruzioni, che evoca 57 opere di Michelangelo Merisi. Un’esperienza unica anche sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria“immersione” nell’arte del maestro del Seicento. Fino al 28 gennaio 2018, alla Citroniera Juvarriana della Reggia di Venaria.

Giacomo Grosso GIACOMO GROSSO. UNA STAGIONE TRA PITTURA E ACCADEMIA
Secondo appuntamento del ciclo I maestri dell’Accademia Albertina , che già con l’esposizione dedicata ad Andrea Gastaldi ha visto una proficua collaborazione tra Pinacoteca l’Accademia Albertina e il Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto. La mostra, al Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto, fino al 28 gennaio 2018, costituisce un’occasione di riflessione e di aggiornamento su Giacomo Grosso: un esaustivo itinerario che ripercorre la storia, la vita e l’arte di questo Maestro dell’Accademia Albertina.

Piccole sculture bianche LE BIANCHE STATUINE. I BISCUIT DEL PALAZZO REALE
Esposti alla Galleria Sabauda dall'8 giugno a febbraio 2018, i biscuits, le porcellane che nel Settecento costituivano vanto delle più prestigiose case regnanti, rimandano alle manifatture francesi tra cui quella reale di Sèvres - presente sia con soggetti sacri (S. Teresa e S. Clotilde) che profani (gruppo del Giudizio di Paride) - quella di Jean-Népomucene-Herman Nast e quella di Giacomo Boselli, proprietario della fornace di Savona.

Prima del bottone PRIMA DEL BOTTONE: ACCESSORI E ORNAMENTI DEL VESTIARIO NELL’ANTICHITÀ
Il rapporto stretto tra moda e arte si esprime appieno nella mostra al Museo di Antichità, fino al 18 febbraio 2018, in cui sono proposte le collezioni di fibule (spille di sicurezza decorate), e di armille (braccialetti) databili all’epoca preromana, indicativamente intorno al X-II secolo a.C. Si tratta di oggetti di grande pregio in bronzo, argento, osso, pasta vitrea e ambra, provenienti da ogni parte di Italia, e dall’importante valore non solo economico.

Luigi Serralunga LUIGI SERRALUNGA TRA SIMBOLISMO E LIBERTY
Alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, dal 20 ottobre al 18 febbraio 2018, una ricca selezione di importanti opere di Luigi Serralunga che ritraggono la nobiltà ottocentesca, le scene di caccia e le nature morte. La mostra pone la poetica dell’artista in diretta connessione con la pratica dell’attività venatoria e, soprattutto, con lo spirito che un tempo animava la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Giovannni Boldini GIOVANNI BOLDINI
Dal 29 luglio al 28 gennaio 2018, alla Reggia di Venaria, oltre 100 capolavori tra olii e pastelli: una raccolta ricca e spettacolare della produzione di Giovanni Boldini e di altri artisti a lui contemporanei. La mostra ricostruisce passo dopo passo il geniale percorso artistico di Boldini, che non è stato solo il geniale anticipatore della modernità novecentesca ma colui che nelle sue opere ha reso ed esaltato la bellezza femminile, svelando l’anima più intima e misteriosa delle nobili dame dell’epoca.

Lady Diana LADY DIANA. UNO SPIRITO LIBERO
In uno speciale spazio architettonico - le Sale dei Paggi - la Reggia di Venaria, dall’8 luglio al 28 gennaio 2018, celebra Lady Diana - icona mondiale - con un’esposizione che rappresenta un tuffo nella storia che ci appartiene: Diana è infatti diventata un mito di femminilità e di forza, racchiudendo in sé paradossi e sfaccettature di ogni donna.

Sportification SPORTIFICATION
La Videoteca GAM prosegue il suo programma di esposizioni dedicato alla storia del video d’artista negli anni Sessanta e Settanta, indagando il particolare rapporto che lega l’inizio dell’utilizzo del mezzo video da parte degli artisti con la coeva cultura televisiva. Sportification , alla   Videoteca dal 24 ottobre al 28 gennaio 2018, è un progetto dedicato ad alcuni aspetti della storia del programma televisivo Giochi Senza Frontiere, trasmesso in eurovisione dal 1965 al 1999.

Cinzano: da Torino al mondo CINZANO: DA TORINO AL MONDO. VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI UN’ICONA ITALIANA
Cinzano, icona del vermouth e dello spumante, nel 2017 festeggia il suo 260° anniversario e celebra, con una mostra al Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, fino all'11 febbraio, il suo importante anniversario rendendo disponibile al pubblico alcune delle sue più famose illustrazioni, tra cui:  Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein, La Zebra e la Donna adagiata su grappolo di Leonetto Cappiello, Cinzano, il cocktail perfetto di Jean-Pierre Otth, e vari oggetti iconici che ripercorrono l’intensa storia del marchio.

Sezioni del sito

Skip Navigation Skip Navigation