Salta al contenuto principale       IT | EN

Form di ricerca

I passi necessari

Informazioni su richieste e comunicazioni da effettuare per organizzare un evento

Patrocinio

Nel caso in cui l’evento che si organizza abbia un valore culturale , sociale o aggregativo , è possibile presentare richiesta di patrocinio della Città di Torino.
Il patrocinio, infatti, può consentire di ottenere alcune riduzioni , per esempio sul pagamento del diritto di affissione o del canone sulle iniziative pubblicitarie.

Per la presentazione della domanda è possibile utilizzare il facsimile per la richiesta di patrocinio gratuito (.doc) della Città.

La richiesta deve essere presentata almeno 30 giorni prima dell'evento al Gabinetto del Sindaco utilizzando esclusivamente l'indirizzo di posta certificata (PEC): patrocini@cert.comune.torino.it

 

Se il patrocinio viene accordato, gli organizzatori potranno apporre il logo della Città di Torino sui loro volantini e manifesti .

Talvolta viene fornito agli organizzatori un contributo in servizi, quali ad esempio la concessione di attrezzature e materiali in prestito d’uso (sedie, pedane per il palco, impianto di amplificazione). Le modalità di utilizzo vengono concordate con gli uffici dell’Amministrazione.

Va ricordato che la concessione del patrocinio è obbligatoria nel caso di eventi organizzati nelle cosiddette piazze auliche della città: piazza Castello, piazza San Carlo, piazza Carignano, piazza Vittorio Veneto, piazza Carlo Alberto.

Per ulteriori informazioni sui patrocini è possibile contattare:

Occupazione temporanea del suolo pubblico

Se l’evento che volete organizzare prevede l’utilizzo di strutture fisse ( palchi , pedane , gazebi ), è necessario richiedere al Comune il permesso di occupazione del suolo pubblico .

La domanda deve essere presentata almeno 20 giorni prima della manifestazione.

Se però si intende occupare il suolo di una della cosiddette piazze auliche di Torino (piazza Castello, piazza San Carlo, piazza Carignano, piazza Vittorio Veneto, piazza Carlo Alberto), è necessario presentare domanda almeno 40 giorni prima della manifestazione.

Nella domanda, da presentare compilando appositi moduli , devono essere specificati i dati del rappresentante del gruppo organizzatore, il luogo, la natura dell’occupazione e l’eventuale richiesta di chiusura del traffico.

Non è invece necessario presentare domanda di occupazione temporanea di suolo pubblico per gli spettacoli di teatro di strada e per tutte le performance che non necessitano dell’utilizzo di strutture fisse .

I moduli compilati possono essere inviati via e-mail, via fax o consegnati personalmente al Servizio Pubblicità e Occupazione Suolo Pubblico in corso Racconigi 49, 1° piano, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30.

  • CITTA’ DI TORINO - Servizio Pubblicità e Suolo Pubblico
    Ufficio Occupazioni Temporanee Suolo Pubblico e Piazze Auliche
    Via Meucci 4 piano 7°
    Tel. 011.01130662 - 011.01130663 - 011.01130639 - 011.01130261
    Fax 011.01130713
    Orario: lunedì-venerdì 9.00-12.30
    email: settore.cotsp.eventi@comune.torino.it

Se la manifestazione si svolge in un' area verde , il Servizio Pubblicità e Occupazione Suolo Pubblico richiederà anche il parere del Servizio Gestione Verde , vincolante al fine della concessione dell’autorizzazione. Il servizio, se necessario, potrà contattare gli organizzatori per ottenere chiarimenti.
Il Servizio Gestione Verde valuterà l'evento proposto alla luce di quanto previsto dal Regolamento del Verde Pubblico e Privato della Città di Torino (in particolare artt. 80 e 81) e, per eventi da svolgersi al Parco del Valentino , anche in relazione a quanto stabilito dall' allegato 13 al citato regolamento.

Per ulteriori informazioni contattare:

Richiesta autorizzazione spettacoli temporanei

l caso in cui si preveda di realizzare un evento temporaneo a carattere di spettacolo e/o pubblico intrattenimento, e questo evento debba svolgersi in strutture al chiuso o luoghi all'aperto che non hanno già le necessarie abilitazioni e autorizzazioni per l'esercizio di spettacoli o trattenimenti in forma stabile, è necessario presentare richiesta di autorizzazione per spettacoli temporanei , indipendentemente dal fatto che l’evento si svolga all'aperto, su suolo pubblico o privato, o in locali al chiuso.

In particolare la licenza per spettacoli temporanei va richiesta quando l’evento preveda l' esibizione di artisti di fronte ad un pubblico, stazionario o di passaggio, e quando sia previsto l’utilizzo di impianti per la diffusione sonora o le luci e/o l’utilizzo di strutture quali palco, pedane, transenne o posti a sedere.

Non è invece necessario presentare richiesta di autorizzazione quando l’esibizione degli artisti non prevede l'utilizzo di impiantistica elettrica, palchi e/o strutture di contenimento ma solo l’ausilio di strumenti acustici , ad esempio nel caso di artisti di strada , bande musicali ecc.

 

La domanda per il rilascio di autorizzazione per spettacoli e/o trattenimenti temporanei può essere presentata utilizzando gli appositi moduli:

Nei moduli sono riportate tutte le istruzioni per la corretta compilazione, gli allegati obbligatori richiesti e le informazioni in merito al pagamento dei diritti.

Note di attenzione :

  • quando lo spettacolo prevede l’utilizzo di strutture di contenimento per un pubblico superiore alle 200 persone è obbligatorio presentare, contestualmente alla richiesta di autorizzazione per spettacoli temporanei, la richiesta del parere tecnico della Commissione Provinciale di Vigilanza , presso la Prefettura, per l'agibilità delle strutture e degli impianti utilizzati.
    I due atti, licenza di pubblico spettacolo / trattenimento e il parere espresso dalla Commissione Provinciale di Vigilanza, sono gli elementi autorizzatori che attestano la regolarità dell’evento, in assenza di uno dei due atti l'evento non è autorizzato;
  • nel caso di eventi che si svolgano all'aperto e nei quali sia previsto l'utilizzo su suolo pubblico di impianti di amplificazione e diffusione musicale occorre presentare domanda di autorizzazione al Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali;
  • in caso di eventi all'aperto che si svolgano su suolo pubblico, nella richiesta di autorizzazione per spettacoli occorre indicare il numero della pratica assegnato per l' occupazione del suolo pubblico ;
  • le richieste di autorizzazione devono essere obbligatoriamente presentate almeno 20 giorni prima dell’evento ;

I moduli compilati possono essere consegnati a mano direttamente al Comune di Torino presso:

  • Sportello Unificato del Commercio
    Ufficio Informazioni e Accettazione Pratiche
    via Meucci 4 - piano meno 1 - Torino

    Orari di apertura al pubblico:
    - Lunedì, mercoledì: dalle 9,00 alle 12,00;
    - Martedì, giovedì: dalle 9,00 alle 11,30 e dalle 13,30 alle 15,30;
    - Venerdì dalle 9,00 alle 11,00.

    In alternativa le pratiche possono essere inviate:

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l' Ufficio Manifestazioni Temporanee :
Tel. 011.01130615 - 011.01130642 - 011.01130635 nei seguenti giorni ed orari:
lunedì dalle 10 alle 12; mercoledì dalle 10 alle 11.00; martedì e giovedì dalle 15.00 alle 16.00.
Email: manifestazioni@comune.torino.it

Agibilità

Il luogo scelto per un evento deve essere sicuro allo scopo di garantire l'incolumità del pubblico e degli artisti.

Come già detto, caso in cui l'evento preveda l'utilizzo di strutture di contenimento per un pubblico superiore alle 200 persone è necessario richiedere il parere tecnico della Commissione Provinciale di Vigilanza, presso la Prefettura, per l'agibilità delle strutture e degli impianti utilizzati.

Se però l'evento si svolge in un locale o struttura che possiede già le autorizzazioni per l'attività in essere (esempio: cinema, teatro, palazzetto dello sport), non occorre fare nessuna richiesta autorizzatoria.

La domanda di sopralluogo per verifica dell'agibilità va indirizzata a:

Modifiche alla viabilità

Quando si organizzano manifestazioni e gare sportive (a piedi e in bici) che prevedono chiusura al traffico e deviazione del traffico  è necessario, per ottenere la necessaria ordinanza, presentare richiesta al Settore Esercizio utilizzando l'apposito  modulo  (scaricabile in .pdf).

Per informazioni:

  • CITTA’ DI TORINO – Direzione Infrastrutture e Mobilità
    Piazza san Giovanni 5 - 10122 Torino 
    Tel: 011.01133265 - Fax: 011.01133116
    email:  ordinanze.temp@comune.torino.it
     

Deroga ai limiti del pubblico rumore

Il Comune può autorizzare attività, spettacoli e manifestazioni temporanee in luogo pubblico o aperto al pubblico, come previsto dall'apposito Regolamento Comunale in materia di tutela dall'inquinamento acustico in vigore dal 19 giugno 2006, in deroga ai limiti vigenti in campo di inquinamento acustico, ai sensi della L. 447/95, art. 6 e della L.R. 52/00, art. 9, eventualmente avvalendosi del supporto tecnico dell'ARPA di Torino.

Il modulo necessario (.pdf) deve essere presentato al Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali - Ufficio Inquinamento Acustico (via Padova 29 a Torino) 20 giorni prima della data di inizio della manifestazione .

Copia della richiesta, in carta semplice, deve essere trasmessa per conoscenza ad ARPA Piemonte - Dipartimento Provinciale di Torino - Gruppo Rumore (via Pio VII n. 9 - 10135 Torino) - www.arpa.piemonte.it , e-mail: dip.torino@arpa.piemonte.it

Nel provvedimento di autorizzazione il Comune potrà prescrivere, anche su indicazione di ARPA, l’adozione di specifici accorgimenti atti a ridurre l’impatto acustico sugli ambienti di vita circostante, pur nel rispetto della buona riuscita degli eventi. Lo svolgimento delle attività in deroga al rispetto dei limiti vigenti per le sorgenti sonore può essere autorizzato dalle 9.00 alle 24.00.

Eventuali orari difformi da quelli indicati (09.00-24.00) possono essere autorizzati esclusivamente previa delibera di Giunta Comunale .

Come prescritto dall' art. 15 comma 5 del Regolamento Comunale in materia di tutela dall'inquinamento acustico, nel caso sia previsto un superamento dei limiti oltre le ore 22 e per più di 3 giorni (oppure in casi di nota criticità delle aree interessate dalla manifestazione) sarà necessario incaricare un Tecnico Competente in Acustica Ambientale (ex L. 447/95, art. 2) per verificare il reale rispetto dei limiti durante il primo giorno di manifestazione, inviando i risultati alla Città di Torino entro il terzo giorno lavorativo utile.

Per informazioni:

Comunicazioni alle autorità pubbliche

È importante segnalare preventivamente lo svolgimento dell’evento alle autorità pubbliche.
Almeno 3 giorni prima dello spettacolo gli organizzatori devono presentare alla Questura il Preavviso di pubblica manifestazione (scaricabile in .pdf).

Per eventi che si svolgono nei comuni della provincia, il preavviso può essere rivolto al locale Commissariato di Polizia o, qualora non presente, presso la Stazione dei Carabinieri .

Per informazioni a Torino:

POLIZIA DI STATO
corso Vinzaglio 10 - 10121 Torino
Tel: 01155881 (URP) - Fax: 0115588045
Sito: questure.poliziadistato.it/Torino
E-mail: urp.quest.to@pecps.poliziadistato.it

Permessi SIAE

La SIAE è una società che concede, dietro il pagamento dei relativi diritti, l’ autorizzazione a riprodurre canzoni, opere teatrali e brani musicali protetti dal diritto d’autore . Per questo, se durante un evento si intendono utilizzare brani, musiche o testi non propri, è necessario richiedere il permesso e pagare i diritti di utilizzo, una percentuale dei quali verrà poi corrisposta agli autori.

Per ottenere l'autorizzazione viene richiesta una descrizione della natura dell’evento, l'ampiezza dell'area, il numero di spettatori previsti e se l’ ingresso è a pagamento o gratuito . Nel caso in cui l'ingresso sia a pagamento , la SIAE provvede alla stampa dei biglietti trattenendo, in una fase successiva, una percentuale sugli incassi.

L’esibizione di gruppi emergenti , che eseguono quindi il proprio repertorio non depositato, comporta l' esenzione del pagamento dei diritti d'autore , previa dichiarazione scritta che i componenti non siano iscritti alla SIAE e che tutti i brani non siano tutelati. La SIAE comunque richiede una cauzione che verrà restituita dopo gli opportuni accertamenti e si riserva, inoltre, l'invio di funzionari che controllino la veridicità di quanto dichiarato.

Per uno spettacolo di tipo teatrale la pratica SIAE è più complessa. Un gruppo amatoriale che intenda rappresentare un'opera teatrale protetta deve rivolgersi all'ufficio SIAE competente, precisando gli elementi necessari all'individuazione del testo: autore, titolo, eventuale traduttore. L'Ufficio rilascerà l’autorizzazione definendo il compenso dovuto.
Un' opera non tutelata può invece essere messa in scena senza pagamento di alcuna somma, richiedendo l' autorizzazione preventiva.

Per ulteriori informazioni:

  • SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori
    corso Stati Uniti 20 - 10128 Torino
    Tel: 011.516561 - Fax: 011.533303
    Sito: www.siae.it - E-mail: torino@siae.it

Creative Commons Public Licenses e Copyleft

Se si vuole organizzare un evento e si desiderano utilizzare brani musicali senza dover pagare la SIAE, è possibile usufruire di quelli coperti da  Creative Commons Public Licenses . Le CCPL, infatti, permettono ai detentori di copyright di trasmettere

Se si vuole organizzare un evento e si desiderano utilizzare brani musicali senza dover pagare la SIAE, è possibile usufruire di quelli coperti da Creative Commons Public Licenses . Le CCPL, infatti, permettono ai detentori di copyright di trasmettere alcuni diritti al pubblico e, contemporaneamente, di mantenerne altri.

Il progetto si basa sul concetto di condivisione parziale dei diritti d’autore , eludendo il consueto passaggio degli enti o soggetti intermediari.

L’uso di brani coperti da CC può essere vantaggioso sia per il creatore dell’opera, che potrebbe limitarlo a determinati campi, sia per chi utilizza l’opera, che pagherebbe i diritti parziali direttamente (ed esclusivamente) al titolare della licenza. Le licenze CC si basano sulla combinazione di quattro clausole:

  1. Attribution (Attribuzione): chi utilizza l’opera deve sempre indicarne l’autore;
  2. Non commercial (Non uso commerciale): l’opera può essere trascritta, eseguita, distribuita, purché questo non avvenga a scopo di lucro;
  3. No Derivatives (Non Opere derivate): l’opera non può essere rielaborata da altro autore;
  4. Share Alike (Condividi allo stesso modo): l’opera può essere modificata, ma la nuova versione deve essere rilasciata secondo le stesse condizioni stabilite dall’autore originale.

Le diverse licenze CC nascono dalla combinazione di queste clausole:

  1. Attribution
    (Attribuzione) 3.0;
  2. Attribution Share Alike
    (Attribuzione – Condividi allo stesso modo) 3.0;
  3. Attribution No Derivatives
    (Attribuzione - Non opere derivate) 3.0;
  4. Attribution Non-Commercial
    (Attribuzione - Non uso commerciale) 3.0 [Commons Deed];
  5. Attribution Non-Commercial Share Alike
    (Attribuzione - Non uso commerciale - Condividi allo stesso modo) 3.0;
  6. Attribution Non-Commercial No Derivatives
    (Attribuzione - Non uso commerciale - Non opere derivate) 3.0.

Le CCPL si possono utilizzare liberamente e gratuitamente . Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.creativecommons.it .

Le licenze Creative Commons sono nate on-line per fornire una tutela a chi rilascia il proprio materiale in rete. Si basano sul modello giuridico americano e non hanno riconoscimento legale in Italia . Ricordiamo che chi fa parte di un gruppo con un repertorio originale, ha scritto testi, poesie, canzoni, video oppure è autore di un blog, e non è iscritto alla SIAE, può tutelare le proprie opere grazie a questo metodo alternativo, che però non produce proventi economici.

Organizzare un evento Comunicazione e pubblicità Aspetti tecnici