Salta al contenuto principale       IT | EN

Form di ricerca

La memoria della città

Ente: Archivio Storico della Città di Torino

Settore e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale - Valorizzazione storie e culture locali

Obiettivi del progetto

Le finalità generali del progetto sono la predisposizione di strumenti atti alla salvaguardia e alla messa a disposizione di un patrimonio documentale di altissimo valore (l’Archivio redazionale del quotidiano torinese "Gazzetta del Popolo" e il fondo Istituto per il Riposo della Vecchiaia). In questo modo si continua con l’operazione di schedatura, il controllo dello stato dei documenti, la loro catalogazione e indicizzazione, iniziata per la «Gazzetta del Popolo» già da molti anni e in continuità con molti progetti di servizio civile precedenti, mentre si porta a compimento il medesimo procedimento anche sul fondo Istituto per il Riposo della Vecchiaia (schedatura dei documenti, preparazione di strumenti di corredo informatizzati, riordinamento fisico dei documenti, predisposizione per campagna di restauro dei documenti che lo necessitano nonché di riproduzione digitale dei documenti, almeno di quelli iconografici).

Obiettivi specifici e attività d'impiego dei volontari

Favorire la consultabilità dei documenti della "Gazzetta del Popolo"​.

  • Illustrazione ai volontari delle metodologie di schedatura delle buste (affiancamento dei volontari per apprendere le metodologie di schedatura dei documenti).
  • Schedatura sintetica e analitica di fotografie del fondo "Gazzetta del Popolo".
  • Creazione di uno strumento di consultazione informatizzato, con cui i documenti diventano accessibili per la prima volta al pubblico.

Favorire la consultabilità dei documenti dell’Istituto per il Riposo della Vecchiaia .

  • Illustrazione ai volontari delle metodologie di schedatura dei documenti (affiancamento dei volontari per apprendere le metodologie di schedatura dei documenti).
  • Schedatura sintetica e analitica della documentazione dell’archivio Istituto per il Riposo della Vecchiaia.
  • Raccolta di tutte le unità schedate (riordinandole secondo il metodo archivistico storico) e predisposizione per la preparazione dell’inventario finale.
  • Creazione di un inventario, con cui i documenti diventano accessibili per la prima volta al pubblico.
  • Riordino fisico finale delle carte.

Migliorare la conservazione di entrambi i fondi attraverso operazioni di ricondizionamento, restauro e digitalizzazione .

  • Per le fotografie: mentre si maneggiano i documenti per la schedatura, quelli che lo necessitano vengono ricondizionati; ovvero se necessario verranno cambiate le custodie delle fotografie e dei documenti con buste in carta non acida, adatte per la conservazione.
  • Per i documenti: si sostituiscono le camicie dei fascicoli e i faldoni.
  • Con l’aiuto di una collega restauratrice vengono effettuati ove necessario interventi di piccolo restauro.
  • Illustrazione ai volontari delle metodologie di digitalizzazione dei documenti (si iniziano ad acquisire le competenze che permettono di realizzare, con l’aiuto del personale dell’archivio, la digitalizzazione) e azioni di digitalizzazione dei documenti attraverso lo strumento della scansione e salvataggio file effettuata dai fotografi.

Criteri di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il  Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede: 

  • una valutazione curriculare dei candidati;
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base  relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto; 
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la  corrispondenza tra  il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto. 

L’assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l’esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria. 

Condizioni di servizio e aspetti organizzativi

Numero ore di servizio dei volontari
30 ore di servizio settimanali

Giorni di servizio a settimana dei volontari:  5 

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: 
rispetto dell'orario di servizio concordato
  
Requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto

Obbligatori: Laurea di primo livello in scienze dei beni culturali o scienze storiche o lettere. In alternativa alla laurea è richiesto il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica.

Preferenziali: 

  • Istruzione e formazione
    Laurea di secondo livello in scienze dei beni culturali, scienze storiche, lettere. Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica (o iscrizione al relativo corso)
  • Esperienze
    Archivistiche, di schedatura e catalogazione
  • Competenze informatiche
    Pacchetto base office

Sedi di svolgimento e posti disponibili

Sede di attuazione del progetto: Comune Torino Settore Archivi - Sede
Comune: Torino
Indirizzo: via Barbaroux 32
Cod. identificativo sede: 54041
Numero volontari per sede: 4 posti senza vitto e alloggio

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae: 

  1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione ex art. 37 comma 2 del D.LGS 81/2008 e S.M.I. (Formazione generale di 4 h). 
  3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”. 

Formazione specifica dei volontari

La durata totale della formazione specifica sarà di 90 ore, così come dettagliato: 

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile.
  • L’Archivio Storico della Città di Torino e i suoi documenti. I documenti del fondo "Istituto per il Riposo della vecchiaia". 
  • L’uso degli apparati informatici ai fini della schedatura documentale e la prevenzione dai malware. La schedatura e la catalogazione del materiale fotografico in generale e della Gazzetta del Popolo in particolare. La buona conservazione e gestione dei documenti; il passaggio dal cartaceo al digitale nel procedimento amministrativo. 
  • I documenti dell’Archivio Storico: la valorizzazione attraverso l’attività espositiva.

Per informazioni e presentazione candidature

Archivio Storico Città di Torino
Fulvio Peirone
via Barbaroux 32, Torino
tel. 01101131828
email:  fulvio.peirone@comune.torino.it
pec:  gioventu@cert.comune.torino.it

 

Consulta il testo completo del progetto
La memoria della città  (.pdf)

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina  Bando Servizio Civile

Data aggiornamento:  29 Maggio 2017