Città di Torino

Relazioni Internazionali

Città di Torino > Relazioni e cooperazione internazionale > Relazioni Internazionali > Gemellaggi e Accordi

Glasgow Regno Unito - Gemellaggio (2003)

Ultimo aggiornamento il 17 Agosto, 2015

Glasgow

Glasgow è gemellata con Torino dal 2003, ma gli scambi finalizzati a questo accordo risalgono al 1982, anno in cui la Giunta Comunale approvò la proposta di gemellaggio.
L'accordo è finalizzato ad instaurare scambi di informazioni ed esperienze nel campo del rinnovamento urbano, della produzione industriale e dell'occupazione.
Oggi i principali scambi tra Glasgow e Torino si realizzano nel campo degli interventi di rigenerazione delle aree periferiche urbane.
Nel 2008 Torino ha accolto una gruppo di ciclisti giunti da Glasgow nell’ambito di un’iniziativa benefica, occasione per rinsaldare il legame all’insegna dello sport e della solidarietà.

Sito internet : www.glasgow.gov.uk

Presentazione della città

Lo sviluppo della Città risale al XII secolo, con la fondazione della Cattedrale, e prosegue nel XV secolo con la creazione dell'Università di Glasgow. Nel corso del XVIII secolo, con il prosperare del commercio del tabacco e successivamente del cotone, il benessere raggiunto rese possibile la costruzione delle molte piazze e degli edifici tuttora visibili. La successiva crescita della città, basata sul commercio, si deve al migliore sfruttamento del fiume Clyde, reso più facilmente navigabile. Glasgow diviene la seconda città dell'Impero britannico nel corso del XIX secolo, grazie allo sviluppo dell'industria pesante, navale e manifatturiera. La città conobbe dunque un rapido incremento demografico e proprio a quest'epoca risale la Glasgow vittoriana: la prosperità e la ricchezza di questo periodo si riflettono nei maestosi palazzi e nelle infrastrutture tuttora presenti in gran parte della Città.

Dopo un breve periodo di prosperità durante l'era post-bellica, Glasgow visse una fase di declino, che la indusse ad esaminare e a ristabilire i propri ruoli e funzioni. Mentre la sua immagine era quella di una città industriale in degrado, venne presa una decisione di grande portata: fare di Glasgow un grande centro di servizi, migliorandone l'ambiente naturale e gli edifici, per rafforzare l'impatto visivo del suo nuovo ruolo.

Per trent'anni è stato fatto uno sforzo notevole per trasformare Glasgow, ma ora la rinascita post-industriale della Città è riconosciuta in tutto il mondo. Glasgow è la più grande città della Scozia con oltre 600.000 abitanti ed è il centro della Clyde Valley Conurbation (Area Urbana della Valle del Clyde), l'area urbana più estesa della Scozia.

La Città vanta una scelta di negozi seconda soltanto a Londra. E' il più vasto centro uffici in Scozia e il quarto di tutto il Regno Unito, nonché la terza destinazione turistica nel Regno. La sua ricchezza dal punto di vista dell'ambiente e del patrimonio culturale non ha rivali in Scozia.

Glasgow conta più di 11.000 imprese ed è il maggior centro manifatturiero in Scozia. Con le sue tre università, la Glasgow School of Art , la Royal Scottish Academy of Music and Drama e i suoi 10 college, Glasgow è il primo centro per la formazione in Scozia, la cui qualità accademica è riconosciuta a livello internazionale. La Glasgow di oggi è una città dinamica, vivace, capace di reagire al cambiamento di bisogni, in grado di soddisfare le richieste del nuovo millennio nel totale rispetto del patrimonio di un illustre passato.

La Città di Glasgow ha seguito con entusiasmo la linea dei gemellaggi ed è ora attivamente impegnata con altre Città tra le quali Torino (Italia, 2003), Norimberga (Germania, 1985), Rostov-on-Don (Russia, 1986), Dalian (China, 1997) e L'Avana (Cuba, 2002).

Delegazioni

Progetti Europei

Eventi

Scambi Giovanili

Skip Navigation

Iscriviti alla newsletter

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Relazioni Internazionali della Città di Torino è prodotto dalla Città di Torino  
e aggiornato dal Servizio Gabinetto della Sindaca ,
Relazioni Internazionali e Progetti Europei ,
in collaborazione con il Servizio Telematico Pubblico .
Testi a cura di Lorenzo Pessotto
Servizio Gabinetto della Sindaca - Relazioni Internazionali e Progetti Europei
Condizioni d'uso, privacy e cookie

Servizio Gabinetto della Sindaca,
Relazioni Internazionali e Progetti Europei
Via Meucci 4 - 10121 Torino - Italia
tel. 0039 011 01137808 - fax 0039 011 01137878
e-mail: international.affairs@comune.torino.it

sitemap xml