Città di Torino

La Corte di Cassazione difende le suocere

In Italia, parlare male della suocera davanti ai figli piccoli è reato di diffamazione.

E ciò perché anche i bambini in tenera età possono essere in grado di recepire il messaggio e il disvalore insito nelle parole pronunciate dagli adulti in loro presenza, soprattutto se si tratta di concetti elementari e di termini volgari di uso comune.

E comunque, che ne abbiano compreso o meno il significato, tendono a incamerare, memorizzare ed emulare tali espressioni, riferendo quanto udito anche ad altri individui.

Così la Cassazione ha rigettato il ricorso di una donna che era stata precedentemente condannata per aver pronunciato frasi offensive nei confronti della madre del marito in presenza dei propri bimbi.

I Supremi Giudici, infatti, non hanno accettato le giustificazioni della ricorrente, in base alle quali nel caso in questione non poteva esserci stato nessun danno alla reputazione della nonna, visto che i nipotini avevano solo 2 e 4 anni. È stato, invece, specificato che, anche nella fattispecie, sussiste uno degli elementi essenziali del crimine in questione, ovvero la comunicazione con più persone.

La sentenza

Fonte:  west-info.eu

Stampa la pagina

Stampa la pagina Torna su ↑

InformadisAbile


Esplora la mappa del sito


Sportello informativo: Via Bruino, 4 - Tel. 011 011 31562 - Fax. 011 011 31650

Redazione: Centro per le Relazioni e le Famiglie - Via Bruino, 4 - Per contatti: relazioniefamiglie@comune.torino.it

Sviluppo & Engineering Servizio Passepartout - Via San Marino, 10 -

Dichiarazione di accessibilità: Leggi la dichiarazione di accessibilità del sito

Condizioni d'uso, privacy e cookie

Torna su