N. 351

CITTA' DI TORINO

SERVIZIO CENTRALE CONSIGLIO COMUNALE

RACCOLTA DEI REGOLAMENTI MUNICIPALI

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO "ENRICO E CARMELINA TOMASETTI"

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale in data 2 aprile 2012 (mecc. 2011 05876/007 ), esecutiva dal 16 aprile 2012.

File in formato rtf

INDICE

Articolo 1 - Premessa
Articolo 2 - Disposizioni
Articolo 3 - Commissione
Articolo 4 - Criteri
Articolo 5 - Requisiti
Articolo 6 - Documentazione


Articolo 1 - Premessa

1.   La Città di Torino ha accettato il lascito della signora Angelino Carmelina Tomasetti il cui reddito è destinato, per volontà testamentarie, a n. 2 borse di studio intitolate ad "Enrico e Carmelina Tomasetti" da assegnare a studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Torino che dimostrino di essere regolarmente iscritti nell'anno accademico previsto dal bando di concorso.

2.   L'importo delle borse, determinato con deliberazione della Giunta Comunale, può variare di anno in anno in corrispondenza del maturato della relativa rendita. L'erogazione delle borse di studio potrà essere momentaneamente sospesa qualora il valore della rendita non risulti congruo rispetto alle finalità per le quali sono stabilite le borse di studio.

Articolo 2 - Disposizioni

1.   Per l'attuazione dei fini di cui all'articolo 1, sulla base di quanto indicato nella deliberazione della Giunta Comunale, con apposito atto dirigenziale, verrà determinato:
-     l'apertura di un concorso per l'assegnazione di due borse di studio il cui bando, che ne preciserà l'importo, è parte integrante del provvedimento;
-     l'approvazione di una graduatoria delle domande presentate, redatta da apposita Commissione e la successiva erogazione delle borse dei vincitori.

Articolo 3 - Commissione

1.   La Commissione giudicatrice per l'assegnazione delle borse di studio, determinata nominativamente con apposito provvedimento, è così composta:
-     Segretario Generale del Comune di Torino, o suo delegato - Presidente;
-     Dirigente del Settore Bilancio Sistema Informativo e Tariffe della Divisione Servizi Educativi, o suo delegato;
-     n. 1 rappresentante dell'Università degli Studi di Torino della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

2.   I lavori della Commissione si svolgono con l'assistenza di due segretari.

3.   Le determinazioni della Commissione devono essere assunte a maggioranza assoluta e devono risultare da verbale sottoscritto da tutti i componenti.

4.   La Commissione si riunisce per il numero di sedute necessarie all'esame delle domande pervenute.

5.   Avverso le decisioni della Commissione è ammesso ricorso secondo le normative vigenti.

Articolo 4 - Criteri

1.   Nel formulare la graduatoria degli studenti concorrenti la Commissione deve attenersi ai seguenti criteri:
a)    per ciascun concorrente sarà considerato il reddito familiare espresso secondo i criteri previsti dall'ISEE, in ottemperanza alla deliberazione del Consiglio Comunale del 28 febbraio 2002 (mecc. 2002 00675/007) e s.m.i.; ad ogni fascia di reddito ISEE viene corrisposto uno specifico punteggio, secondo quanto fissato in ugual misura per le altre borse di studio legate a lasciti testamentari di competenza della Divisione Servizi Educativi;
b)    la valutazione del merito sarà determinata:
          -     dalla media aritmetica dei voti riportati in tutti gli esami previsti dal piano di studi negli anni accademici precedenti a quello di iscrizione al concorso;
c)    la definitiva valutazione di ogni concorrente è data dalla somma del punteggio ottenuto sulla base della fascia di reddito, di cui al punto 4-a) e dalla media aritmetica dei voti ottenuta secondo le modalità di cui al presente articolo punto b);
d)    a parità di punteggio totale da parte di due o più concorrenti si privilegia il concorrente con il reddito, espresso in valore ISEE, più basso.

Articolo 5 - Requisiti

1.   Il concorrente deve soddisfare i seguenti requisiti:
a)    dimostrare di essere regolarmente iscritto nell'anno accademico considerato dal bando, ad uno degli anni di corso della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino, secondo quanto previsto dal bando stesso;
b)    aver superato tutti gli esami riportati nel piano di studi per gli anni accademici precedenti a quello di iscrizione previsto dal bando stesso;
c)    non fruire di altre borse di studio;
d)    il reddito familiare, espresso in valore ISEE utilizzato per le tariffe per i servizi della Divisione Servizi Educativi, non può superare il limite di Euro 24.000,00.

Articolo 6 - Documentazione

1.   Il concorrente dovrà redigere domanda valendosi dell'apposito modulo fornito dall'ufficio competente e consegnarla, secondo le modalità previste ed entro il termine fissato dal bando stesso.

2.   Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
a)    certificato di iscrizione all'anno accademico considerato per uno degli anni di corso della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino, previsti dal bando di concorso;
b)    certificato rilasciato dalla Segreteria della Facoltà attestante il superamento di tutti gli esami degli anni accademici precedenti a quello di iscrizione con relativa votazione con allegato il piano di studi;
c)    fotocopia del documento di identità in corso di validità.

3.   Non saranno prese in considerazione le domande che pervengono oltre i termini stabiliti dal bando di concorso, incomplete o sprovviste di uno o più documenti.

4.   La firma in calce alla domanda di partecipazione non è soggetta ad autenticazione.

5.   La mancanza della firma in calce alla domanda comporta l'esclusione dal concorso.

6.   L'Amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese.