N. 144

CITTA' DI TORINO
SERVIZIO CENTRALE CONSIGLIO COMUNALE

RACCOLTA DEI REGOLAMENTI MUNICIPALI

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEL PALAZZO A VELA

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale in data 26 gennaio 1981 (mecc. 8009680/10) esecutiva dal 27 febbraio 1981. Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale in data 13 settembre 1982 (mecc. 8108963/10) esecutiva dal 15 ottobre 1982, e con deliberazione d'urgenza della Giunta Comunale in data 30 marzo 1982 (mecc. 8203507/10 ) esecutiva dal 4 maggio 1982, ratificata dal Consiglio Comunale in data 21 maggio 1982.

File in formato rtf

a) Attività per la scuola dell'obbligo: a titolo gratuito;

b) corsi ed attività promozionali organizzate dal Centro Comunale di Promozione Sportiva per ragazzi, giovani, adulti e anziani: quote d'iscrizioni in analogia alle altre attività organizzate;

c) allenamenti delle società sportive e attività degli Enti: L. 7.500 orarie (vecchia tariffa L. 5.000) per ogni disciplina sportiva. Ogni atleta deve essere munito di tessera e talloncino di prenotazione;

d) attività libere del pubblico: ingresso L. 1.500 (vecchia tariffa L. 1.000);

e) manifestazioni e spettacoli che non danno luogo a incassi:
     L. 50.000 orarie + I.V.A. con riscaldamento;
     L. 30.000 orarie + I.V.A. senza riscaldamento;

f) manifestazioni e spettacoli che danno luogo a incassi:
     per ogni manifestazione: 10% +I.V.A. sugli incassi al netto delle ritenute erariali; minimo garantito quale anticipo sulla percentuale spettante alla Città:
          con riscaldamento L. 600.000 + I.V.A. (vecchia tariffa L. 600.000)
          senza riscaldamento L. 300.000 + I.V.A. (vecchia tariffa L. 300.000)

Gli organizzatori delle manifestazioni di cui ai punti e) ed f), dovranno provvedere, a loro cura e spese, a richiedere il nulla osta ai Vigili del Fuoco, a compiere quanto prescritto dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di Pubblico Spettacolo, dalla S.I.A.E., dalle Autorità di P.S. ed eventualmente da altre autorità competenti in ogni specifica disciplina. Tutti i cancelli di accesso o di uscita devono essere aperti od apribili a semplice spinta verso l'esterno, pertanto gli organizzatori dovranno provvedere all'apposito sevizio di vigilanza.

Il concessionario è tenuto ad usare gli impianti con tutte le cautele necessarie in rapporto alla manifestazione organizzata onde evitare danni di qualsiasi genere; terrà comunque sollevata e indenne la Città da ogni e qualsiasi responsabilità, interamente e senza riserve ed eccezioni, per danni che dovessero derivare a persone o cose, tanto all'interno quanto all'esterno degli stessi e quindi risarcirà i danni che si dovessero verificare in conseguenza e in dipendenza della concessione da chiunque provocati.

Gli organizzatori delle manifestazioni dovranno rifondere alla Città tutti i danni provocati alle attrezzature nella misura stabilita dalla civica Amministrazione, sentito il parere dei civici uffici competenti.

Qualora le manifestazioni dovessero terminare oltre le ore 24, gli organizzatori dovranno corrispondere L. 50.000 orarie.

Le domande intese ad ottenere l'uso degli impianti, con l'indicazione esatta delle manifestazioni che si intendono effettuare, dovranno pervenire al Servizio dello Sport almeno un mese prima della data prescelta. Tali domande verranno esaminate con riserva che sarà sciolta 20 giorni prima della manifestazione.

Per manifestazioni che rivestano particolare interesse per la Città e per le manifestazioni senza fine di lucro promosse da Enti o Federazioni, la civica Amministrazione si riserva la facoltà di decidere, di volta in volta, la riduzione del 50% del canone di affitto od anche l'eventuale concessione gratuita.

Eventuali diverse sistemazioni di quelle previste, possono essere consentite con spese totalmente a carico del richiedente, il quale dovrà anche provvedere, sempre a sua cura e spese, a riconsegnare il Palazzo nelle condizioni in cui l'ha ricevuto.

Gli organizzatori che useranno dell'impianto per più di una manifestazione al giorno provvederanno, a propria cura e spese, alla pulizia dello stesso tra una manifestazione e l'altra.

I servizi di biglietteria, nonché quelli attinenti ai dipendenti, maschere, sorveglianti, ecc., saranno a carico degli organizzatori.

Sono di esclusiva competenza della Città l'affidamento della pubblicità cartellonistica, fonodiffusa, nonché la concessione del servizio di bar e ristoro.

Gli organizzatori dovranno provvedere, per ogni manifestazione, ad autorizzare l'ingresso dei Consiglieri Comunali, Provinciali e Regionali ed ai Presidenti dei Consigli di Circoscrizione ed a far pervenire in tempo utile al Servizio dello Sport la dotazione di biglietteria omaggio che viene stabilita in 100 biglietti per ogni spettacolo.

La direzione del Servizio dello Sport si riserva la facoltà di fare controllare in ogni momento il servizio di vendita dei biglietti e di controllo degli ingressi. A tal proposito le tessere di servizio per i dipendenti comunali saranno emesse e vistate dalla S.I.A.E. a cura del Servizio dello Sport.

PRECISAZIONI:
* Il permesso alle Autorità di P.S. dovrà essere richiesto alla competente Autorità Comunale (Ripartizione VI Polizia - Ufficio Licenze). I permessi della Commissione di Vigilanza dovranno essere richiesti alla Prefettura, almeno 15 giorni prima della manifestazione.
* In caso di ingresso gratuito, saranno ammessi all'interno del Palazzo a Vela solo i possessori di biglietto di invito rilasciato dagli Organizzatori.
* Gli interessati, per ottenere l'autorizzazione ad effettuare la pubblicità all'interno dell'impianto, servizio non ancora appaltato, dovranno ritirare l'apposito modulo presso gli Uffici dell'Assessorato allo Sport e presentarlo successivamente al competente Servizio Pubblicità - Ripartizione X Imposte e Tasse - Corso Vittorio Emanuele 8, che provvederà ad applicare le tariffe di legge maggiorate del 120% a titolo di canone per la concessione in esclusiva.
* Il servizio di bar e ristoro sarà svolto dalla Ditta TRAVERSI, aggiudicataria del servizio, secondo le disposizioni del Servizio dello Sport.
* La civica Amministrazione si riserva inoltre la facoltà di annullare o di sospendere temporaneamente la concessione a suo insindacabile giudizio.
In questo caso gli interessati saranno tempestivamente avvisati.