Home / Menu / Contenuti principali Cerca / Torna su

Informa disAbile

giovedì 24 maggio 2018 NOTA: Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

Banner Informa disAbile

Youtube

Facebook archivio notizie Categorie


Agevolazioni fiscali per le persone con disabilità, aggiornamento gennaio 2017

L’opuscolo in allegato dell’Agenzia delle Entrate,  aggiornato a gennaio 2017 , spiega come beneficiare della detrazione Irpef per le famiglie dove sono  presenti figli con disabilità , come richiedere la riduzione delle sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza e sulle altre agevolazioni fiscali spettanti alle  persone con disabilità e ai loro famigliari .

Per ogni figlio con disabilità certificata fiscalmente a carico spettano le seguenti detrazioni Irpef:
1.620 euro, se il figlio ha un’età inferiore a tre anni;
1.350 euro, per il figlio di età pari o superiore a tre anni.
Con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire dal primo.
Le detrazioni sono concesse in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo d’imposta e il loro importo diminuisce con l’aumentare del reddito, fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro.

Le  agevolazioni auto  spettano alle seguenti persone con disabilità:
1.  persone non vedenti  e  persone sorde  (art. 6, comma 1, lettera “e”, della legge n. 488 del 23 dicembre 1999 – art. 50 comma 1, della legge n. 342 del 21 novembre 2000);
2.  persone con handicap psichico o mentale di gravità tale da aver determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento  (art. 30, comma 7, della legge n. 388 del 23 dicembre 2000);
3.  persone con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputate  (art. 30, comma 7, della legge n. 388 del 23 dicembre 2000);
4.  persone con ridotte o impedite capacità motorie permanenti  (art. 8, comma 1, legge 449/1997 – Tabella A, Parte II, n. 31, del Dpr 633/72).
Per questa categoria, le agevolazioni sono condizionate all’adattamento dei veicoli al  trasporto  (se la persona con disabilità è maggiorenne) o alla  guida con patente speciale  compresi anche quelli dotati di solo cambio automatico, purché prescritto dalla Commissione Medica Locale.
A seconda della tipologia di disabilità variano i benefici fiscali concessi, le modalità per accedere a ciascuna agevolazione e la documentazione da presentare.
Le agevolazioni sono:
l’Iva al 4% sull’acquisto;
la possibilità di detrarre dall’Irpef il 19% della spesa sostenuta per l’acquisto;
l’esenzione dal bollo auto;
l’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà (escluse le persone del punto 1).

Per gli interventi di   ristrutturazione edilizia sugli immobili   è possibile fruire di una detrazione Irpef del 50 per cento, da calcolare su un importo massimo di 96.000 euro, se la spesa è stata sostenuta nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2017 e del 36 per cento, da calcolare su un importo massimo di 48.000 euro, per le spese effettuate dal primo di gennaio

Fonte: superabile

(m.j.p. / c.a. )

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 27 gennaio 2017 Stampa la pagina

Stampa la pagina

Informa disabile


Esplora la mappa del sito


Sportello informativo: Via Palazzo di Città, 11 - Tel. 011 011 21631 - Fax. 011 011 21613

Redazione: Servizio Passepartout - Via San Marino, 10 - Per contatti: informadisabile@comune.torino.it

Dichiarazione di accessibilità: Leggi la dichiarazione di accessibilità del sito
Condizioni d'uso, privacy e cookie

Torna su Nuova finestra - Vai al sito del comune di Torino  Sito dell'Informa disAbile