Città di Torino

Musei Scuola

Home > Esperienze > Scuole primarie > 2008 - "Collaborare per crescere", Museo della Scuola e del Libro per l’infanzia di Torino

2008 - "Collaborare per crescere", Museo della Scuola e del Libro per l’infanzia di Torino

Premessa
Il Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia promosso dalla Fondazione Tancredi di Barolo, individuando nella scuola primaria "Giulia Falletti di Barolo" un interlocutore privilegiato per i comuni legami con le figure dei Marchesi di Barolo, ha proposto alla Direzione Didattica Michele Coppino di dar vita a un partenariato nell'ambito del quale sviluppare congiuntamente progetti culturali - educativi.
I progetti sono volti a conoscere e valorizzare il patrimonio culturale presente sul territorio di appartenenza tramite la conoscenza e l'uso delle collezioni del Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia; nonché a conoscere una pagina di storia della propria città, attraverso fonti materiali, documentarie ed iconografiche, in modo da recuperare il filo della memoria, strumento di restituzione della propria cifra identitaria.

Durante l'anno scolastico 2007/08 sono stati realizzati in particolare due progetti atti a venire incontro alle esigenze differenti degli alunni del primo e del secondo ciclo elementare.
Le attività hanno coinvolto 10 classi, appartenenti ai tre plessi della Direzione Didattica Michele Coppino.

Progetto A) C'era una volta...inventa una fiaba
Il progetto mirava ad avvicinare gli studenti allo studio della storia dal punto di vista pratico, utilizzando gli oggetti del passato per una didattica attiva che li ha visti protagonisti assoluti: dopo la visita al museo, gli alunni erano invitati ad inventare una fiaba, ambientata nel museo stesso, i cui protagonisti fossero gli elementi visti e conosciuti durante la visita. Pennini, calamai, banchi e giochi si sono trasformati in buffi personaggi e la fiaba è stata poi resa tridimensionale realizzando insieme, attraverso laboratori sia al museo che in classe, un libretto pop - up che utilizzasse tutte le tecniche ispirate ai libri animati e alle tecniche del passato, dalla piegatura, al libro-teatro, ai personaggi che sporgono dalla pagina, etc.

Ambiti disciplinari: lingua italiana, storia, arte e immagine

Attori: Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia - Direzione Didattica Michele Coppino

Destinatari: alunni delle classi 1°, 2° e 3° .

Obiettivi: sviluppare la creatività e la manualità, conoscere la struttura della fiaba e del racconto, educare all'ascolto e conoscere un'istituzione museale presente sul territorio d'appartenenza

Durata: anno scolastico 2007/2008

Ideazione, stesura e coordinamento del progetto:
Francesca Pizzigoni - responsabile servizi educativi Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia.
Finella Trapani - referente per la Direzione Didattica Michele Coppino.

Supervisione:
Dott. Pompeo Vagliani - presidente della Fondazione Tancredi di Barolo,
Dott. Loredana Ferrero - dirigente scolastico della Direzione Didattica Michele Coppino

Strategie e strumenti: visita alle collezioni del museo, attività laboratoriale condotta dagli operatori del museo, attività in classe con gli insegnanti, , divulgazione dei risultati del progetto durante l 'incontro finale

Classi partecipanti:
2° A - 2° B del plesso "Rignon",
3° D del plesso "Coppino"
2° A - 3° B del plesso "Falletti"

Insegnanti partecipanti: Linda Garofano, Luisa D'Introno, Daniela Bergamin, Lucia Savardi, Elisabetta Gatta, Gabriella De Nicola, Adele Marotta, Simona Benzo,Donatella Devona.

Operatori museali partecipanti: Roberta Indiogia, Ennj Mazzi, Isabella Micheli

Struttura del progetto: 4 incontri di due ore ciascuno
1. visita al Museo della Scuola e del libro per l'infanzia e primo laboratorio
2. secondo laboratorio in classe
3. terzo laboratorio in classe
4. presentazione finale dei prodotti realizzati con un incontro al museo aperto a tutti

Verifica e valutazione: contatti diretti tra i soggetti coinvolti, questionario finale redatto dagli insegnanti partecipanti, incontro finale presso il Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia, tenutosi il 22 maggio, con gli insegnanti, gli alunni e le loro famiglie nel corso del quale sono stati presentati i risultati delle attività e gli studenti sono stati "insigniti" del titolo di "Amici del Museo della Scuola" e si sono trasformati in guide al museo per i loro famigliari.

Progetto B) Una scuola a palazzo: Giulia Falletti di Barolo
Il progetto, destinato alle classi del secondo ciclo elementare, si ricollega in particolare all'intitolazione di uno degli istituti della Direzione Didattica Coppino alla Marchesa Giulia di Barolo. Essendo il Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia ospitato all'interno di Palazzo Barolo e soprattutto essendo intrinsecamente legato all'operato della Marchesa Giulia e del marito Tancredi, si è pensato di sviluppare un progetto volto a conoscere meglio la figura della marchesa, il suo operato nel ambito sociale ed educativo nonché di inserirlo all'interno della Torino dell'epoca.
Le classi partecipanti al progetto hanno sviluppato ognuna lo studio di un ambito preciso tra cui anche la conoscenza di Palazzo Barolo dal punto di vista storico - artistico.
Il prodotto finale è stata la realizzazione di un CD rom che, accanto alle immagini, conteneva la didascalia studiata dagli alunni e realizzata da loro stessi attraverso la scrittura con pennino e calamaio, proprio come ai tempi della Marchesa.

Ambiti disciplinari: lingua italiana, storia, informatica, arte e immagine

Attori: Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia - Direzione Didattica Michele Coppino

Destinatari: alunni delle classi 4° - 5°

Obiettivi: conoscere un'istituzione museale presente sul territorio d'appartenenza, conoscere la storia sociale del proprio territorio, sperimentare l'approccio alle fonti storiche e l'elaborazione delle stesse in un percorso di ricostruzione storica, conoscere e saper usare Power Point.

Durata: anno scolastico 2007/2008

Ideazione, stesura e coordinamento del progetto:
Francesca Pizzigoni - responsabile servizi educativi Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia , Finella Trapani - referente per la Direzione Didattica Michele Coppino

Supervisione: Dott. Pompeo Vagliani - presidente della Fondazione Tancredi di Barolo, Dott. Loredana Ferrero - dirigente scolastico della Direzione Didattica Michele Coppino

Strategie e strumenti : visita alle collezioni del museo, attività laboratoriale condotta dagli operatori del museo, attività in classe con gli insegnanti, divulgazione dei risultati del progetto durante l'incontro finale

Classi partecipanti:
5° B del plesso "Rignon",
4° D - 4° E del plesso "Coppino",
5° A - 5° B del plesso "Falletti"


Insegnanti partecipanti: Adele Marotta, Silvana Serra, Paola Rosati, Laura Dragone,Giovanna Alfano, Giuseppe Parisi, Tiziana Ravera, Martina Bechis.

Operatori museali: Fabrizia Lovarini


Struttura del progetto: 4 incontri di due ore ciascuno
1. visita al Museo della Scuola e del libro per l'infanzia e a Palazzo Barolo
2. laboratorio in classe
3. laboratorio in classe o in alternativa laboratorio di bella scrittura presso il museo
4. presentazione finale dei prodotti realizzati con un incontro al museo aperto a tutti

Verifica e valutazione: contatti diretti tra i soggetti coinvolti, questionario finale redatto dagli insegnanti partecipanti, incontro finale presso il Museo della Scuola e del Libro per l'infanzia, tenutosi il 28 maggio, con gli insegnanti, gli alunni e le loro famiglie nel corso del quale sono stati presentati i risultati delle attività e gli studenti sono stati "insigniti" del titolo di "Amici del Museo della Scuola" e si sono trasformati in guide al museo per i loro famigliari.

Skip Navigation

Cerca nel sito

Ricerche avanzate

Museiscuol@ - Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati. - e-mail: museiscuola@comune.torino.it
Condizioni d'uso, privacy e cookie