Torino Musei




Comune di Torino > Arte e Cultura > TorinoMusei > Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà


Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della LibertÀ

Un nuovo punto di osservazione sui crimini contro l'umanità, un rifugio antiaereo in cui viene raccontata la guerra di liberazione e le lotte per la conquista dei diritti.

Museo diffuso della Resistenza Visualizza nella cartina

Bookshop

Accesso per disabili

Audioguida

Il Museo è uno spazio di incontro fra ricerca e comunicazione, di confronto e di riflessione : partendo dalle vicende di Torino e del suo territorio tra il 1938 e il 1948, allarga il suo campo d'interesse all'Europa e a tutto il Novecento, con una particolare attenzione ai grandi temi dell'affermazione dei diritti e della libertà.

È un museo non convenzionale , che sperimenta forme di comunicazione e linguaggi espositivi originali e innovativi. La rappresentazione museale del periodo della Seconda Guerra Mondiale ruota intorno a due punti di forza: il territorio , inteso come deposito delle tracce del passato, e la memoria , come strumento per rileggere le vicende storiche.

I suoi spazi ospitano un allestimento permanente “Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione” : un percorso multimediale interattivo che, attraverso testimonianze, immagini, filmati e suoni, conduce il visitatore in un viaggio virtuale nella città. Dal periodo tragico dell’occupazione e dei bombardamenti, fino alla Liberazione, il percorso si conclude con l’installazione “Vivere la Costituzione”. Dallo stesso locale, è inoltre possibile accedere al rifugio antiaereo del Palazzo, a 12 metri di profondità.

Il Museo promuove anche mostre temporanee per trattare e approfondire gli eventi storici, sociali e culturali che hanno segnato la storia del Novecento, ma anche la riflessione sulla contemporaneità e sui valori positivi ereditati dalla stagione tragica del secondo conflitto mondiale e dei totalitarismi. Organizza con regolarità proiezioni, incontri, dibattiti, convegni e spettacoli . Offre attività educative rivolte al pubblico scolastico e non.

Il Museo promuove la valorizzazione dei luoghi di memoria , normalmente non accessibili o poco conosciuti, presenti sul territorio cittadino, attraverso percorsi di visita tematici legati alla lotta clandestina contro l'occupazione nazifascista, alla Resistenza, alla deportazione e alla vita quotidiana durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nello stesso Palazzo hanno sede tre istituti specializzati nella storia del Novecento: l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” e il Centro Internazionale di Studi “Primo Levi”.

Museo della Resistenza fa parte dei “Percorsi d’arte e di cultura”:
Percorso Blu
Via Garibaldi e dintorni: la strada romana, la Torino militare e la Torino solidale

Torna su



Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.


Infopiemonte - Torinocultura - Via Garibaldi angolo Piazza Castello
Orario: tutti i giorni 10.00-19.00 (chiusura vendite e prenotazioni ore 18.00)
Numero Verde: 800.329.329 (attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00)
Si consiglia, quando possibile, di verificare le informazioni direttamente sul sito di ciascun museo.
Condizioni d'uso, privacy e cookie