vai ai contenuti vai al menu

Città di Torino - ITER

Città di Torino

ITER

Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile


MENU DI NAVIGAZIONE:

torna su


home > servizi > centri di cultura > gioco > gruppo gioco ospedale > il filo di arianna

Il filo di Arianna

LUDOTECHE

LUDO-PICCOLI

LUDO BABY

SISTEMA QUALITÀ

CENTRO CULTURA LUDICA

IL GIOCO IN MOSTRA

GRUPPO GIOCO IN OSPEDALE

PROGETTI, EVENTI E COLLABORAZIONI

Il filo di Arianna

Il progetto si propone di offrire, ad alcuni specifici pazienti, un sostegno mirato, non generico, dedicato al bisogno di affrontare e combattere la sofferenza fisica e psichica. Il filo di Arianna sostiene i bambini portatori di spina bifida, costretti dalla loro malattia alla pratica quotidiana del cateterismo, nella ricerca di una autonomia possibile attraverso l’autocateterismo, superando la diffidenza e la poca informazione che spesso colpisce anche la scuola e i compagni di classe.
Il gioco è uno dei modi più efficaci che hanno i bambini per imparare e comunicare con gli altri, per questo il filo di Arianna offre strumenti di gioco e di informazione che coinvolgano e stimolino il dialogo con e tra i compagni di scuola, gli insegnanti, le famiglie.
La spina bifida è una patologia che, per la sua cronicità e le specifiche caratteristiche, obbliga il paziente ad una gestione quotidiana della propria malattia. Ma non è la sola: altre sindromi che creano disturbi alla vescica possono costringere i bambini al cateterismo sin dalla più tenera età. Questa necessità può comportare difficoltà di inserimento nella vita quotidiana a scuola, in attività sportive, in famiglia. Diventa quindi importante per il bambino, sin da piccolo, scoprire che può essere in grado di praticare l’autocateterismo per superare i limiti che la malattia impone, limiti fisici ma anche psicologici, come ad esempio i meccanismi di dipendenza o la difficoltà di socializzazione.
Ma è altrettanto importante per la scuola avere una conoscenza di base del cateterismo, condividere aspetti anche pratici su come affrontarne le conseguenze, trovare spunti per trattare l’argomento con gli altri bambini e con le famiglie.
In collaborazione con un gran numero di soggetti, il Gruppo Gioco Ospedale e l’associazione Giochimpara hanno preso spunto dalla propria esperienza educativa e sviluppato un progetto mirato a sensibilizzare i portatori di questa malattia e le loro famiglie; il progetto ha consentito la realizzazione di uno strumento informatico multimediale, un CD di facile riproduzione e distribuzione, con un taglio informativo e ludico. Il prodotto contiene letture interattive, diversi giochi, un filmato esplicativo sull’utilizzo degli strumenti per il cateterismo, sezioni informative per adulti e la possibilità di approfondimenti con rimandi a specifici siti internet. Il CD è stato diffuso nelle scuole, attraverso una prima ampia distribuzione ed è ancora disponibile su richiesta delle singole scuole, dei medici OIRM o dell’associazione APISB (il CD può essere richiesto a centrigioco@comune.torino.it ).


ITER è prodotto dalla Città di Torino e aggiornato dalla Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile ,
in collaborazione con il Servizio Telematico Pubblico .
Copyright 2007 Città di Torino. Supplemento a STP, aut. Trib. di Torino n. 5059 del 19.09.97, dir. resp.: Franco Carcillo.
Condizioni d'uso, privacy e cookie

crediti


torna su