vai ai contenuti vai al menu

Cittą di Torino - ITER

Città di Torino

ITER

Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile


torna su


home > profilo > formazione

Formazione

Tra le finalità e i compiti istituzionali di ITER - Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile -- sono comprese le attività di formazione, in particolare:

Formazione permanente

L'Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile promuove la professionalità del proprio personale attraverso un processo di formazione permanente, di ricerca e di sperimentazione, attivando corsi di aggiornamento professionale, con il coinvolgimento di docenti universitari e di esperti di chiara fama nazionale.
Per l'Istituzione, la formazione del personale consiste in un'attività educativa che ha come finalità la promozione, l'espansione e l'aggiornamento del sapere e delle sue modalità di utilizzo. in particolare lo sviluppo dei processi e dei percorsi di apprendimento si caratterizzano come fasi importanti del lifelong learning o dell'apprendimento continuo. Uno dei compiti più significativi della formazione permanente è promuovere un apprendimento rivolto alla trasformazione della prospettiva, ampliando le ipotesi, scoprendo nuovi punti di vista e sollecitando cambiamenti. La promozione della formazione permanente si basa sulla consapevolezza che tra i compiti di ITER, vi sia anche quello di facilitare il diritto-dovere di formarsi, apprendere e crescere sia umanamente sia professionalmente, per l'intero arco della vita, facendo sempre riferimento ai soggetti ai quali si indirizza e seguendo le indicazioni ministeriali e la corrente legislazione scolastica.
L'Istituzione, attraverso la rilevazione dei bisogni formativi, il brainstorming di gruppi di lavoro e la definizione degli obiettivi, progetta e attiva corsi di aggiornamento tematici per il personale educativo e tecnico - amministrativo, al fine di arricchire abilità e competenze, migliorando le prestazioni delle risorse umane orientandole in funzione dei bisogni e verso il conseguimento degli obiettivi istituzionali.
L'offerta formativa è indirizzata sia a favorire l'acquisizione di conoscenze e abilità relazionali e trasversali, sia a sviluppare nuove competenze operative ed abilità tecniche - specialistiche necessarie in ciascun servizio o Centro di Cultura, al fine di attivare progetti, sperimentazioni e percorsi educativi innovativi sul piano pedagogico. Inoltre ITER promuove percorsi di ricerca - formazione verso i nuovi ambiti della sperimentazione didattica, con il concorso della più ampia Comunità Scientifica che opera sui temi dell'educazione.

Formazione professionale

La finalità della formazione professionale è l'acquisizione delle conoscenze e delle capacità per entrare nel mondo del lavoro. In linea con le direttive comunitarie, il fondo sociale europeo (FSE), ha un ruolo chiave nel finanziamento della formazione professionale italiana, sostenendo interventi volti al rafforzamento dei sistemi.
Gli obiettivi cui sono indirizzati i nuovi fondi comunitari, indicano come strategia per le attività di formazione, quella di far acquisire apprendimenti e competenze per favorire l'immissione dei giovani sul mercato del lavoro. Il nuovo sistema educativo, con la legge 53 del 28/03/2003, include la formazione professionale nel sistema dell'Istruzione e della Formazione Professionale, demandando la gestione alle regioni e alle province.
Anche gli sfondi culturali delle linee programmatiche di ITER, mirano a definire indicazioni che favoriscano processi educativi ispirati da una intensa intenzionalità e responsabilità formativa e volti ad incrementare percorsi di coprogettazione con tutti i soggetti della Comunità locale che a vario titolo si occupano di educazione.
L'Istituzione, in ottemperanza delle norme in materia di promozione dell'occupazione (art. 18 L. 196/97 e D.M. 142/98 e s.m.i.), ritiene opportuno incentivare sinergie tra i contesti delle formazione teorica e i contesti delle sperimentazione educativa, sostenendo le nuove generazioni di studenti sia nei percorsi di acquisizione di un'immagine reale del mondo dei servizi educativi e sia creando occasioni per verificare sul campo le attitudini alla professione.
Per questi motivi ITER intende dare continuità alla radicata tradizione di collaborazione con le diverse Agenzie Formative che preparano il personale socio-educativo e animativo con coprogettazioni di percorsi di formazione post - diploma (IFTS) di istruzione e di formazione tecnica superiore. Si tratta di diversi percorsi formativi che integrano le risorse di formazione professionale, università, mondo del lavoro e servizi sul territorio.
ITER contribuisce, non solo nella progettazione dei corsi, ma anche nello svolgimento della parte teorica - pratica del percorso formativo e nell'attivazione di stage e tirocini formativi all'interno dei servizi e dei Centri di Cultura. I percorsi formativi prevedono il conseguimento di abilità professionali tramite laboratori ed esperienze pratiche e dopo il superamento degli esami finali (ai sensi della legge Nazionale 845/78 e della legge Regionale 63/95) viene rilasciato, dalla Regione Piemonte e dalla Provincia di Torino, un attestato di specializzazione, valido per l'inserimento lavorativo. Inoltre, il certificato di specializzazione conseguito, consente il riconoscimento di crediti formativi, spendibili in altri percorsi formativi di specializzazione o in studi universitari.
Inoltre ITER accoglie su tutto il territorio nazionale richieste di formazione tematica e di aggiornamento professionale.

Stage e Tirocini

ITER favorisce l'attivazione di stage, di tirocini formativi e di orientamento e di tirocini curriculari, in accordo con gli Enti promotori, Università, istituti scolastici e agenzie formative.
Le tipologie di tirocinio e stage che ITER accoglie sono tirocini curriculari (in osservanza del D.M. 509/1999 e del D. M. 270/04) e tirocini e stage formativi e di orientamento (in osservanza della L. 196/97, D.M. 142/1998, L. 30/2003, D.Lgs. 276/2003).
Il tirocinio curriculare è un periodo di formazione svolto presso i servizi o i Centri di Cultura di ITER, a completamento e integrazione del proprio percorso scolastico o accademico e costituisce parte integrante della carriera dello studente. Il tirocinio formativo è finalizzato all'orientamento e all'inserimento nel mondo del lavoro.
Regolamentato dalla legislazione nazionale, il tirocinio è un'esperienza formativa, che favorisce l'ingresso nel mondo del lavoro. Ogni esperienza di stage è regolamentata da una convenzione , stipulata fra ITER e l'ente promotore, che riporta diritti e doveri delle parti in riferimento alla normativa vigente e corredata da un progetto formativo che contiene gli obiettivi formativi, i riferimenti del tirocinante, del tutor didattico e del responsabile istituzionale e definisce la tipologia, la durata e le modalità dello stage.
Il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro.
Confrontarsi durante la fase di formazione con il mondo lavorativo, permette di verificare la coerenza tra ciò che si è appreso in aula e testare le competenze specialistiche acquisite nel percorso formativo, sperimentando le proprie capacità di comunicazione, di relazione, di utilizzo degli strumenti metodologici e operativi, ma anche la propria flessibilità, creatività e disponibilità ai cambiamenti nel contesto lavorativo. ITER garantisce per ogni tirocinante la presenza di un tutor aziendale, in qualità di responsabile didattico ed organizzativo delle attività educative e didattiche.
Al termine del tirocinio, ITER, in qualità di azienda ospitante, certifica l'esperienza svolta e le attività certificate possono avere valore di credito formativo. A tal fine è fondamentale la valutazione finale dello stage per monitorare sia gli aspetti didattici dell'esperienza che quelli relativi al percorso di apprendimento degli allievi.


ITER è prodotto dalla Città di Torino e aggiornato dalla Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile ,
in collaborazione con il Servizio Telematico Pubblico .
Copyright 2007 Città di Torino. Supplemento a STP, aut. Trib. di Torino n. 5059 del 19.09.97, dir. resp.: Franco Carcillo.
Condizioni d'uso, privacy e cookie

crediti


torna su