Casa Comune - L'osservatorio della condizione abitativa



Comune > Casa e Territorio > Informa Casa


Via Ivrea 24: il progetto per la casa albergo

Con la consegna dello stabile di via Ivrea 24 alla Società “Ivrea 24 abitare sostenibile” si è avviata concretamente la realizzazione della Casa Albergo Residenza Sociale, il verbale di consegna è stato firmato lo scorso 20 gennaio al termine delle operazioni di sgombero dell’immobile a seguito di ordinanza del Sindaco.

Nei prossimi mesi verrà realizzata la redazione dei progetti esecutivi e si darà avvio al cantiere per la manutenzione straordinaria e la messa a norma dell’edificio.

Il progetto per trasformare la struttura di via Ivrea 24 in una residenza per casi di emergenza sociale era contenuto nel Piano Casa 2007/2008 approvato dal Consiglio comunale il 28 maggio 2007. Un intervento che non doveva essere condotto in prima persona dalla Amministrazione comunale, bensì da parte di “enti privati economici non speculativi”: fondazioni, cooperative sociali, associazioni.

Il 27 maggio scorso la Giunta comunale ha approvato l’Avviso pubblico per la selezione di un soggetto disponibile all’acquisto dell’immobile di via Ivrea 24 e alla realizzazione e gestione di una Casa Albergo Residenza Sociale, contenente le modalità e condizioni relative alla partecipazione e alla selezione. È tra le prime realizzazioni di questo tipo in Italia. Il 16 giugno scorso è stato stipulato l'accordo tra il Gruppo Poste Italiane e il Comune di Torino per la vendita della proprietà dell’immobile a un “soggetto indicato dalla Città e senza alcun impegno all’acquisizione da parte della Città stessa”.
L’acquirente sarebbe stato scelto dal Comune attraverso un bando pubblico e avrebbe versato nelle casse delle Poste 6 milioni di euro, subentrando nella convenzione con l’impegno di trasformare l’edificio in “Casa albergo residenza sociale”. I termini dell’avviso pubblico per la presentazione delle candidature sono decorsi dal 18 giugno 2008 con scadenza il 12 settembre 2008.

Il progetto Sharing (siglato Sh, che sta anche per social housing) presentato da Rti composta da Oltre di Oltre Gestioni Srl Sapa Fondazione Sviluppo e Crescita- Crt e Doc s.c.s. è risultato vincitore su due proposte pervenute: un progetto che è parso alla commissione selezionatrice decisamente innovativo, capace di rispondere a tutte le esigenze indicate nel bando e di offrire un valore aggiunto in termini di qualità architettonica, di risparmio energetico, di impatto ambientale.
Grazie ai servizi offerti nel piano terreno e al primo piano della struttura, il progetto si propone anche come piattaforma di servizi al pubblico: oltre al bar ristorante, il gruppo di proponenti offrirà anche un Centro servizi, alcuni spazi espositivi e un poliambulatorio a tariffe calmierate.
La particolare forma di gestione dello stabile (compresenza di servizi di foresteria, residence, campus e albergo) offrirà al Comune di Torino la possibilità di far fronte a diverse emergenze (alloggi per donne sole con prole, disabili, famiglie sfollate da edifici lesionati,…); ad esempio, fornirà uno sbocco all’esigenza di trovare residenze temporanee a famiglie con sfratto esecutivo che finora trovavano rifugio in alberghi convenzionati. Ma è senz’altro l’insieme di questi fattori a determinare l’unicità e la qualità del progetto vincitore, dotato di una carica innovativa e di una visione integrata e pienamente rispondente all’evoluzione della domanda di social housing .
Espletate le ultime formalità, il Comune trasmetterà nei prossimi giorni alle Poste Italiane il nome del vincitore per giungere al rogito entro il 30 novembre. Il cantiere aprirà nella prossima primavera per inaugurare la struttura alla fine del secondo semestre 2010.

Torino, 15 ottobre 2008

Progetto Sharing - Condividere idee e abitazioni [scarica il progetto in formato .pdf ]

L’edificio è di 9890 metri quadrati, suddivisi su nove piani fuori terra.

I complessivi 470 posti letto sono distribuiti in 183 unità residenziali, così suddivise:

Destinatari del progetto

Piano interrato

Piano terreno

Primo piano

Personale utilizzato: 18 persone
Spesa complessiva: 13,4 milioni di euro

Facciata Nord, come è e come sarà

Vista dall'alto della facciata Sud

Facciata Nord, vista in notturna


Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie