Vice Direzione Generale Servizi Tecnici - Ambiente - Edil. Res. Pubbl. - Sport

Settore Tutela Ambiente   

         n. ord. 117

2010 04373 / 021

 

CITTÀ DI TORINO

 

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 13 SETTEMBRE 2010

 

(proposta dalla G.C. 20 luglio 2010 )

 

Sessione Ordinaria

 

Convocato il Consiglio nelle prescritte forme sono intervenuti nell'aula consiliare del Palazzo Civico, oltre al Presidente CASTRONOVO Giuseppe ed al Sindaco CHIAMPARINO Sergio, i Consiglieri:

 


ANGELERI Antonello

BONINO Gian Luigi

BRUNO Giuseppe Maurizio

BUSSOLA Cristiano

CALGARO Marco

CAROSSA Mario

CASSANO Luca

CASSIANI Luca

CENTILLO Maria Lucia

CERUTTI Monica

CUNTRO' Gioacchino

CUTULI Salvatore

FERRANTE Antonio


GALLO Domenico

GALLO Stefano

GANDOLFO Salvatore

GENISIO Domenica

GENTILE Lorenzo

GHIGLIA Agostino

GIORGIS Andrea

GRIMALDI Marco

LAVOLTA Enzo

LEVI-MONTALCINI Piera

LOSPINUSO Rocco

MORETTI Gabriele

 


OLMEO Gavino

PETRARULO Raffaele

RATTAZZI Giulio Cesare

SALINAS Francesco

SALTI Tiziana

SCANDEREBECH Federica

SILVESTRINI Maria Teresa

TEDESCO Giuliana

TROIANO Dario

TROMBINI Claudio

TRONZANO Andrea

ZANOLINI Carlo

 

 

In totale, con il Presidente ed il Sindaco, n. 39 presenti, nonché gli Assessori: BORGIONE Marco - DEALESSANDRI Tommaso - LEVI Marta - MANGONE Domenico - TRICARICO Roberto - VIANO Mario.

 

Risultano assenti i Consiglieri: CANTORE Daniele - COPPOLA Michele - CUGUSI Vincenzo - FURNARI Raffaella - GALASSO Ennio Lucio - GOFFI Alberto - LO RUSSO Stefano - LONERO Giuseppe - MAURO Massimo - PORCINO Gaetano - RAVELLO Roberto Sergio - VENTRIGLIA Ferdinando.

 

Con la partecipazione del Segretario Generale Reggente PICCOLINI dr.ssa Carla.

 

SEDUTA PUBBLICA  

 

OGGETTO: PATTO DEI SINDACI. PIANO D'AZIONE PER L'ENERGIA SOSTENIBILE DELLA CITTÀ DI TORINO - TAPE (TURIN ACTION PLAN FOR ENERGY) - APPROVAZIONE.

 

         Proposta del Sindaco Chiamparino e dell'Assessore Tricarico.  

 

         La Commissione Europea, il 29 gennaio 2008, nell'ambito della seconda Settimana Europea sull'Energia Sostenibile (EUSEW 2008), ha lanciato l'iniziativa, denominata Patto dei Sindaci - Covenant of Mayors - che impegna le Città, su base volontaria, a predisporre ed attuare un Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, con l'obiettivo di ridurre di oltre il 20% al 2020, le proprie emissioni di anidride carbonica (CO2).

         L'iniziativa è stata accolta positivamente dai Sindaci Europei, ad oggi infatti hanno aderito oltre 1800 Città in Europa di cui circa 500 italiane.

         Torino è stata una delle prime Città che, nel corso della succitata Settimana Europea dell'Energia Sostenibile (EUSEW 2008), ha manifestato la propria volontà di aderire a questa importante iniziativa comunitaria, risultando pertanto "città pioniera". Successivamente, durante la terza edizione della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile (EUSEW 2009), svoltasi a Bruxelles il 10 febbraio 2009, Torino ha sottoscritto ufficialmente il Patto, a seguito dell'adesione formale approvata dal Consiglio Comunale, con deliberazione del 19 gennaio 2009 (mecc. 2008 08712/021) esecutiva dal 2 febbraio 2009.

         Con la sottoscrizione del Patto, Torino si è impegnata a:

-         elaborare un Inventario Base delle Emissioni di CO2, come riferimento per la redazione del Piano d'Azione;

-         dotarsi di un Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile nel quale far convergere le politiche e le misure che la Città e gli altri attori pubblici e privati che operano sul territorio, si impegnano ad attuare, per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2;

-         presentare alla Commissione Europea, su base biennale, un Rapporto sull'attuazione del Piano.

         Per quanto riguarda l'Inventario base delle emissioni di CO2, Torino ha scelto il 1991, anno più prossimo al 1990 - anno base indicato dalla Commissione Europea - di cui dispone dei dati necessari per la sua predisposizione.

         Dall'Inventario base delle emissioni del 1991, elaborato - secondo le indicazioni della Commissione europea - partendo dai dati di consumo energetico finale dei Settori Edilizia e Terziario, Industria, Trasporti pubblici e privati - risulta che il complesso delle emissioni di CO2 della città, al 1991, era pari a 6.270.591 ton..

         In considerazione del fatto che i dati dei consumi energetici e delle emissioni relativi al 1991 risultano, a causa delle profonde trasformazioni sociali ed economiche che hanno interessato Torino negli ultimi 20 anni, riferimenti troppo lontani nel tempo per la progettazione di un Piano d'Azione, si è valutato necessario predisporre un ulteriore Inventario delle Emissioni di CO2, prendendo come riferimento l'anno 2005 (suggerito dal Ministero dell'Ambiente, focal point nazionale per il Covenant of Mayors, in quanto anno adottato dall'UE per l'intero "pacchetto energia").

         Dall'Inventario base delle emissioni del 2005, elaborato applicando la metodologia di stima dei consumi energetici già utilizzata per il 1991, risulta che il complesso delle emissioni di CO2 della città era, al 2005, pari a 5.100.351 ton. con una riduzione delle emissioni totali di CO2, rispetto al 1991, del 18,7%.

         Successivamente alla redazione degli Inventari Base delle Emissioni, la Città ha predisposto il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile della Città di Torino - TAPE (Turin Action Plan for Energy).

         Il piano è una complessa messa a regia di azioni e misure tecniche, decise dal Comune di Torino, dalla Regione Piemonte, dalla Provincia di Torino e da altri soggetti pubblici e privati.

         Attraverso un articolato ed approfondito lavoro di analisi, svolto in collaborazione con diversi soggetti coinvolti, sono state individuate le azioni e gli interventi che, nel periodo 2005 - 2020, hanno comportato o si prevede comportino una riduzione di emissioni di CO2, attraverso il risparmio e/o l'efficienza energetica ed il ricorso a fonti energetiche rinnovabili.

         Tutte le azioni indicate nel Piano sono estrapolate da Piani, Programmi e documenti già approvati con specifici provvedimenti dalla Città e dagli altri soggetti pubblici e privati coinvolti, e pertanto l'approvazione e l'attuazione del Piano non comportano ulteriori oneri per la Città.

         In specifico le singole azioni previste nei settori indicati dalla Commissione Europea (Settori Edilizia e Terziario, Industria, Trasporti pubblici e privati), sono state individuate secondo i seguenti criteri:

-         tempi di attuazione: azioni attuate e/o in corso di realizzazione, programmate a partire dal 2005 ed il cui completamento è previsto entro il 2020;

-         elevata possibilità di attuazione in quanto supportate da impegni di spesa già assunti dall'ente responsabile o comunque approvate dai soggetti competenti;

-         possibilità di monitorarle in itinere ed ex post.

         L'insieme delle azioni che costituiscono il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile della Città di Torino - TAPE (Turin Action Plan for Energy), prevedono una stima di riduzione delle emissioni di CO2 al 2020 rispetto al 2005 del 21,7%, percentuale che, sommata alla riduzione del 18,7% registrata nel periodo 1991-2005, consentirà di conseguire una riduzione di emissioni di CO2, nel periodo compreso tra il 1991 ed il 2020, di oltre il 40%, percentuale di molto superiore all'obiettivo previsto dalla Commissione Europea.

         La riduzione delle emissioni di CO2 complessivamente di oltre il 40% tra il 1991 ed il 2020, presenta una curva più accentuata negli anni a venire, rispetto all'andamento registrato nei quindici anni precedenti. Ciò è dovuto all'attuazione di misure molto efficaci, in tempi brevi. Gli elementi chiave di questa strategia sono rappresentati da un deciso miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti, dal ricorso alle fonti rinnovabili di energia, da un importante piano sui trasporti per diminuire il ruolo e l'impatto del trasporto veicolare privato a favore del trasporto pubblico e da una significativa estensione della rete di teleriscaldamento urbano basato su cogenerazione, che giungerà ad una copertura del 45% della volumetria residenziale della città.

         \Considerato che l'adesione al Patto dei Sindaci prevede che i Piani di Azione siano approvati dal Consiglio Comunale e successivamente trasmessi alla Commissione Europea, con il presente provvedimento si intende pertanto approvare il "Piano d'azione per l'energia sostenibile della Città di Torino - TAPE (Turin Action Plan for Energy)" allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante (allegato 1).  

Tutto ciò premesso,

 

LA GIUNTA COMUNALE   

 

Visto il Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, nel quale, fra l'altro, all'art. 42 sono indicati gli atti rientranti nella competenza dei Consigli Comunali;

Dato atto che i pareri di cui all'art. 49 del suddetto Testo Unico sono:

favorevole sulla regolarità tecnica;

favorevole sulla regolarità contabile;

Con voti unanimi, espressi in forma palese;   

 

PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE

 

1)       di approvare, per le motivazioni espresse nelle premesse che qui espressamente si richiamano, il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile della Città di Torino - TAPE (Turin Action Plan for Energy) - allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante (all. 1 - n.           );

2)       di dare atto che tutte le azioni indicate nel Piano di cui al precedente punto 1) del dispositivo, sono estrapolate da Piani, Programmi e documenti già approvati con specifici      provvedimenti dalla Città e dagli altri soggetti pubblici e privati coinvolti, e pertanto l'approvazione e l'attuazione del Piano non comportano ulteriori oneri per la Città.

3)       di demandare al dirigente del settore Tutela Ambiente la trasmissione alla Commissione Europea dell'allegato Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile della Città di Torino -TAPE (allegato 1), apportando le eventuali modifiche non sostanziali che si rendessero necessarie in sede di invio.

4)       di dichiarare, attesa l'urgenza, in conformità del distinto voto palese ed unanime, il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, del Testo Unico approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267.  

 

IL SINDACO

F.to Chiamparino

 

L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE, ALLE POLITICHE PER LA CASA E IL VERDE

F.to Tricarico

 

Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica.

 

IL DIRIGENTE SETTORE

TUTELA AMBIENTE

F.to Bianciardi

 

Si esprime parere favorevole sulla regolarità contabile.

 

per IL VICE DIRETTORE GENERALE

RISORSE FINANZIARIE

Il Dirigente Delegato

F.to Tornoni

     

 

Il Presidente pone in votazione il provvedimento.

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

 

procede alla votazione nei modi di regolamento.

 

Risultano assenti dall'Aula, al momento della votazione:

Bussola Cristiano, Ferrante Antonio, Gandolfo Salvatore, Ghiglia Agostino, Lospinuso Rocco, Salti Tiziana, Silvestrini Maria Teresa, Tronzano Andrea

 

Non partecipano alla votazione:

Angeleri Antonello, Carossa Mario, Scanderebech Federica

 

PRESENTI 28

VOTANTI 28

 

FAVOREVOLI 28:

Bonino Gian Luigi, Bruno Giuseppe Maurizio, Calgaro Marco, Cassano Luca, Cassiani Luca, il Presidente Castronovo Giuseppe, Centillo Maria Lucia, Cerutti Monica, il Sindaco Chiamparino Sergio, Cuntrò Gioacchino, Cutuli Salvatore, Gallo Domenico, Gallo Stefano, Genisio Domenica, Gentile Lorenzo, Giorgis Andrea, Grimaldi Marco, Lavolta Enzo, Levi-Montalcini Piera, Moretti Gabriele, Olmeo Gavino, Petrarulo Raffaele, Rattazzi Giulio Cesare, Salinas Francesco, Tedesco Giuliana, Troiano Dario, Trombini Claudio, Zanolini Carlo

 

Il Presidente dichiara approvata la proposta della Giunta.

 

Il Presidente pone in votazione l'immediata eseguibilità del provvedimento.

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

 

procede alla votazione nei modi di regolamento, ai sensi di legge.

 

Risultano assenti dall'Aula, al momento della votazione:

Bussola Cristiano, Carossa Mario, Cutuli Salvatore, Ferrante Antonio, Gandolfo Salvatore, Ghiglia Agostino, Grimaldi Marco, Lospinuso Rocco, Salti Tiziana, Tronzano Andrea

 

Non partecipano alla votazione:

Angeleri Antonello, Scanderebech Federica

 

PRESENTI 27

VOTANTI 27

 

FAVOREVOLI 27:

Bonino Gian Luigi, Bruno Giuseppe Maurizio, Calgaro Marco, Cassano Luca, Cassiani Luca, il Presidente Castronovo Giuseppe, Centillo Maria Lucia, Cerutti Monica, il Sindaco Chiamparino Sergio, Cuntrò Gioacchino, Gallo Domenico, Gallo Stefano, Genisio Domenica, Gentile Lorenzo, Giorgis Andrea, Lavolta Enzo, Levi-Montalcini Piera, Moretti Gabriele, Olmeo Gavino, Petrarulo Raffaele, Rattazzi Giulio Cesare, Salinas Francesco, Silvestrini Maria Teresa, Tedesco Giuliana, Troiano Dario, Trombini Claudio, Zanolini Carlo

 

Il Presidente dichiara approvata l'immediata eseguibilità del provvedimento.

 

 

In originale firmato:

 

IL SEGRETARIO

       Piccolini

IL PRESIDENTE

Castronovo