Consiglio Comunale                                            9902487/02
C I T T A' D I T O R I N O

ORDINE DEL GIORNO

Approvato dal Consiglio Comunale in data 30 marzo 1999

OGGETTO:    AZIONE MILITARE NELLA REPUBBLICA JUGOSLAVA.

    “Il Consiglio Comunale di Torino,

premesso che l'Italia, pur avendo agito nell'ambito degli accordi NATO e concesso l'uso delle proprie basi militari, deve operare per promuovere e sfruttare tutte le opportunità di dialogo finalizzate ad una trattativa che decreti la fine delle ostilità;

rilevata la debolezza politica dell'Europa e l'assenza di ruolo dell'ONU, ancora una volta paralizzato dai veti incrociati;

nella convinzione che occorra riprendere con forza il dialogo tra le diplomazie per interrompere il genocidio da tempo in atto nel Kosovo;

considerato che l'estrema gravità della situazione ed il dramma delle popolazioni colpite dagli eventi richiedono che ogni azione sia finalizzata alla ricerca della pace nel rispetto dei diritti degli abitanti del Kosovo.

CHIEDE

al Governo di intraprendere una immediata azione politica che renda possibile:

-    fermare il genocidio in Kosovo, sospendere i bombardamenti e riprendere i negoziati;

-    una forte, comune e globale azione politica dell'Unione Europea nei Balcani anche finalizzata all'aiuto e al sostegno alle popolazioni ed all'accoglienza dei profughi;

-    il sostegno, come previsto dall'accordo di Rambouillet, del ruolo dell'ONU affinché - coerentemente con le precedenti risoluzioni sul Kosovo possa dispiegarsi sul terreno una forza multinazionale di interposizione con il coinvolgimento del Gruppo di Contatto.”