Servizio Centrale Affari Istituzionali 99 02238/02
SS

C I T T A' D I TORINO

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO “Emanazione Decreto sull'Educatore Professionale” presentata da vari Consiglieri Comunali in data 22 marzo 1999.

    Il Consiglio Comunale di Torino,

POSTO CHE:

-    è allo studio presso il Ministero della Sanità un decreto sulla figura dell'Educatore Professionale;
-    il Decreto dovrà definire sia i percorsi formativi necessari per l'accesso al profilo professionale sia gli ambiti in cui questo sarà spendibile

CONSIDERATO CHE:

-    i principi ispiratori dell'attuale sistema di welfare sono stati quelli del decentramento amministrativo e della deistituzionalizzazione sia in campo sanitario sia in campo assistenziale;
-    la filosofia sottesa al sistema dei servizi è quella dell'integrazione degli interventi rivolti agli individui/cittadini;
-    la salute ed il benessere dell'individuo/cittadino sono concepiti in senso olistico, quindi dipendenti da una molteplicità di fattori.

RITENUTO CHE:

-    le figure professionali, l'educatore tra queste, che sono cresciute e si sono professionalizzate negli ultimi decenni in questo contesto socio-culturale hanno necessariamente dovuto avere qualità di flessibilità delle competenze e della formazione e duttilità nell'affrontare problematiche molteplici;
-    l'educatore/educatrice in particolare è nato/a come figura di operatore sociale spendibile in tutti quei servizi in cui prevenzione, cura e riabilitazione con la persona e con la sua rete di relazioni sono il centro dell'intervento;
-    il moltiplicarsi delle agenzie fornitrici di servizi alla persona che impiegano educatori/educatrici e delle stesse agenzie formative, rende ancora più urgente la definizione di una figura professionale e contrattuale certa e uniforme sul territorio nazionale, come già avviene in molti paesi europei;



99 02238/02 2

-    le scuole di formazione, in specifico la SFEP del Comune di Torino, da almeno tre decenni hanno costituito l'ossatura del sistema formativo di base, contribuendo a produrre cultura e qualità delle prestazioni erogate, sia in forma diretta o indiretta dall'Ente Locale.

RIBADENDO

il valore e l'attualità delle scelte e delle esperienze fino a qui operate

IMPEGNA

il Sindaco e la Giunta

a rappresentare al Governo, ed alla Ministra della Sanità in specifico, la necessità di giungere in tempi rapidi all'emanazione di un D.M. sull'Educatore Professionale, che preveda una figura unica,

il riconoscimento dei titoli ottenuti, od in corso di ottenimento, quali titoli validi per l'accesso al profilo, una collocazione delle Scuole di Formazione Professionale per Educatori tale da valorizzarne il patrimonio culturale e le competenze maturate, il ruolo delle Università nel nuovo processo formativo.

                    F.to    Daniela Alfonzi
                        Teresa Angela Migliasso
                        Franco Quesito
                        Paola Monaci
                        Silvio Viale
                        Marco Borgione
                        Enzo Branciforte
                        Mauro Battuello
                        Susanna Fucini
                        Ferdinando Ventriglia
                        Pietro Molino
                        Rocco Lospinuso