Servizio Centrale Affari Istituzionali 99 02237/02
AA - pc

C I T T A' D I TORINO

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO “Educatori Professionali” presentata da vari Consiglieri Comunali in data 22 marzo 1999.

IL CONSIGLIO COMUNALE
POSTO CHE:
-    il Decreto Degan del 1987 definiva il profilo dell'Educatore Professionale e nel contempo demandava agli Enti Locali l'attuazione dei corsi di straordinaria riqualificazione per il personale in servizio;
-    la L.R. 62 prevedeva l'obbligo per le Amministrazioni Locali di avviare i corsi di riqualificazione per gli educatori, VI qualifica, in servizio ;
-    una prima tranche dei corsi di straordinaria riqualificazione è stata avviata per il Comune di Torino nel '96, ed è ora in procinto di terminare, mentre debbono essere avviati i moduli successivi;
-    il patto formativo prevedeva che al termine del corso di studi il titolo ottenuto fosse il diploma di Educatore Professionale, utilizzabile in ambito sanitario e socio-assistenziale;
-    attualmente invece non vi è garanzia alcuna dell'esito dei corsi di formazione di base e di riqualificazione, poiché vi è incertezza circa la presenza del Ministero della Sanità nelle Commissioni finali di esame.

CONSIDERATO CHE
-    si è in attesa dell'emanazione del decreto sul profilo professionale dell'Educatore che auspicabilmente stabilirà gli iter formativi e la qualifica professionale unica per l'ambito sanitario e socio-assistenziale;
-    la Regione Piemonte ha autorizzato l'avvio di tre nuovi corsi di riqualificazione, per il personale impiegato in psichiatria dei quali ugualmente non si conosce il valore del titolo al termine dei corsi;

RIBADENDO
-    la necessità di una figura unica di educatore professionale, sia in ambito pubblico che



99 02237/02 2

    privato, abilitato ad intervenire in tutti i settori in cui la figura è prevista (dalla psichiatria alla tossicodipendenza, ai servizi socio-assistenziali di aiuto alla persona, ai servizi del Ministero di Grazia e Giustizia, ecc...);
-    che debba essere riconosciuto il ruolo delle Scuole di formazione che nel corso degli ultimi decenni hanno garantito una qualità alta del percorso formativo.

RITENENDO CHE:
-    debbano essere date precise garanzie a quanti e quante stanno frequentando sia i corsi di base sia i corsi di straordinaria riqualificazione circa la spendibilità del titolo conseguito;
-    debbano essere garantiti coloro che sono in attesa di poter accedere ai nuovi corsi di straordinaria riqualificazione.

IMPEGNA
il Sindaco e gli Assessori competenti

ad attivarsi nei confronti della Regione Piemonte affinchè ai/alle frequentanti i corsi autorizzati dalla Regione medesima venga rilasciato il diploma di Educatore Professionale, spendibile in tutti gli ambiti nei quali la qualifica è prevista.

                                F.to:    Teresa Angela Migliasso
                                    Daniela Alfonzi
                                    Franco Quesito
                                    Paola Monaci
                                    Marco Borgione
                                    Silvio Viale
                                    Enzo Branciforte
                                    Susanna Fucini
                                    Ferdinando Ventriglia
                                    Mauro Battuello
                                    Pietro Molino
                                    Rocco Lospinuso